Il natale di Poirot


Agatha Christie

Relazione di narrativa di Mahmoud Shouman Haissam

Classe 1 D data: 03/04/08

à¢â‚¬¢ TITOLO: Il natale di Poirot

à¢â‚¬¢ AUTORE: Agatha Christie

BIOGRAFIA DELLAUTORE: Agatha Mary Clarissa Miller nacque
in Inghilterra nel 1890.
Da piccola si trasferì in Francia dove non trascorse un infanzia
scolastica.
Nonostante ciò fu sua madre a prendersi cura della sua educazione
scolastica.
Nel 1914 la madre si sposò con Archie Christie, e intanto Agatha
aveva sviluppato una forte passione per la musica e aspirava a
diventare cantante lirica.
Purtroppo non ebbe molto successo nel campo musicale e cos’ tornò
in Inghilterra dove cominciò a scrivere biografie romanzate con lo
pseudonimo di Mary Westmacott.
Le sue opere però vennero ignorate.
Il suo primo romanzo giallo fu ‘Poirot a Styles Court, e poi ottenne
un grande successo con il romanzo ‘dalle nove alle diecinel 1926.
Nel 1930 scrisse ‘assassinio sull’Oriente Express e da l’ cominciò il
travolgente successo delle sue opere.
Morì nel1976 e oggi le sue opere sono tra le più vendute nel mondo.

à¢â‚¬¢ RIASSUNTO: In questo romanzo Hercule Poirot , famoso detective dalla
testa duovo ed i baffi curati ed eleganti, ma soprattutto dalle sorprendenti
capacità intellettuali, è alle prese con una situazione davvero singolare:
un omicidio in una stanza chiusa dall’interno.
Poirot viene chiamato con urgenza e il sovrintendente di polizia Sugden gli fece un breve resoconto dei fatti : il cadavere del senatore inglese George Lee è stato rinvenuto in una camera del palazzo. Ma l’aspetto più bizzarro era che la camera era perfettamente chiusa dall’interno.
E ovvio quindi che si poteva trattarsi di suicidio ma ben presto dalle indagini si scopre che si tratta di omicidio e che il colpevole era uno degli ospiti, il movente, con ogni probabilità era un furto di diamanti.
L’intelligenza di Poirot, nel giro di pochi giorni, raccogliendo indizi e testimonianze risolverà il caso rivelando l’identità del colpevole e il mistero della stanza chiusa.

à¢â‚¬¢ LUOGO: in una ricca e sontuosa residenza: il palazzo della vittima, cioè il senatore George Lee, membro del parlamento inglese.

à¢â‚¬¢ TEMPO: da come lo si capisce anche dal titolo si tratta del periodo natalizio che va dal 22 al 28 Dicembre.

à¢â‚¬¢ TEMATICHE E DESCRIZIONE: la tecnica di scrittura di Agatha Christie si fonda sul ritmo dinamico dell’azione: anche in questo romanzo non si sofferma sulla psicologia dei personaggi bensì ruota attorno ai fatti.
Poi Agatha usa spesso il metodo della disseminazione di indizi irrilevanti e non connessi tra loro, che poi con l’aiuto del detective, il lettore riuscirà a comprendere e a risolvere il mistero.
Lo stile narrativo di Agatha Christie è molto semplice poiché si deve rivolgere ad un pubblico vasto, inoltre utilizza il discorso diretto, fattore che rende assolutamente leggibili i suoi romanzi gialli.

à¢â‚¬¢ COMMENTO: il racconto è molto interessante soprattutto riguardo alle sue tecniche narrative: è molto efficace la scrittura dinamica.
Il racconto è suddiviso in sequenze maggiormente attive che descrittive, cosa che rende scorrevole il testo, contrariamente a quanto abbiamo rinvenuto leggendo il giallo a suspense di George Simenon.

Mahmoud Shouman Haissam 1^D