Il preromanticismo

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

 

Si considera preromantica tutta la letteratura della fine del settecento che anticipa tematiche che caratterizzeranno poi il movimento romantico.

 

Alfieri poeta preromantico

L’Alfieri, nonostante la maggior parte dei suoi contemporanei fossero illuministi, rimase isolato rispetto al contesto letterario italiano della sua epoca. Molti dei valori che gli stavano a cuore erano simili in apparenza a quelli illuministi, ma in realtà profondamente diversi (la libertà, per esempio).

Gli elementi che lo accostano al romanticismo, e che pertanto lo fanno considerare come un autore preromantico, sono:

·           L’esigenza di una libertà assoluta, completamente ex-lege, concepita non come una condizione raggiungibile attraverso la razionalizzazione della società, ma come in conflitto con qualsiasi tipo di politica (anarchia).

Lo sconfinato egotismo dei suoi personaggi, e conseguentemente il tema dell’isolamento: gli eroi alfieriani sono incapaci di relazionarsi con gli altri, non conoscono confronti ma solo scontri e, soli nella scena, esprimono i propri drammi interiori in lunghi monologhi, che esternano la loro individualità. Si pensi in contrapposizione al Goldoni, <<illuminista>>, nelle cui commedie la frequenza e l’importanza dei dialoghi e l’interazione dei personaggi comunica la priorità che egli dava alla società.

 

Poeti preromantici nel resto d’Europa

Tra i rappresentati italiani si annovera solo l’Alfieri, ma nel resto d’Europa si trovano esempi più numerosi:

·           la poesia sepolcrale in Inghilterra (Gray e Blake) che anticipa il rapporto con la natura, con cui l’uomo cerca di compensare la sua solitudine;

·           lo Sturm und Drang in Germania (Goethe, Shiller) che anticipano temi simili a quelli alfieriani quali la necessità di una libertà assoluta, ex-lege, e la sfida del singolo contro tutta la società (si pensi al titolo di una tragedia di Shiller, “I Masnadieri”, in cui il protagonista di origini aristocratiche abdica alla sua condizione sociale per unirsi ad un gruppo di briganti).

 

tangenze tra Neoclassicismo e Preromanticismo

Le due correnti sono contemporanee, ma opposte sul piano dei contenuti: l’ambizione del preromantico verso una libertà sfrenata è inconciliabile col messaggio neoclassico della ricerca di un equilibrio interiore che si rifletta nell’armonia esteriore.

Tuttavia si possono trovare forme classicheggianti veicolo di messaggi romantici; per esempio il protagonista dei “Masnadieri” fa la sua rivoluzione leggendo Plutarco, che gli fa comprendere quanto sia mediocre la maggior parte degli uomini.

di Alice

Pubblicità

Un pensiero riguardo “Il preromanticismo

I commenti sono chiusi

shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: