ISLAM – storia

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

ISLAM
MAOMETTO
          Nato nel 570 d.C. nella città di La Mecca (importante centro religioso e commerciale)
          Figlio di mercanti, ma orfano del padre ‘Abd-Allah morto durante un viaggio d’affari
          La madre, Amina, lo affidò ad una balia beduina affinché vivesse nel deserto come era costume (si pensava che il luogo favorisse una buona crescita)
          A sei anni perde la madre, così viene affidato prima al nonno e poi allo zio (capi del clan degli hashim)
          Iniziato al lavoro del carovaniere(= chi conduce le bestie da soma in una carovana partecipando anche ai commerci della spedizione)
          A vent’anni conosce Khadija, una ricca vedova quarantenne che lo sposa e gli affida i suoi affari perché ne riconosce l’abilità nel commerciare
          Avendo una buona posizione economica si dedica alla riflessione spirituale e meditazione religiosa fino al 610 d.C. quando riceve la rivel’azione
          Muore nel 632 d.C. ammalato
          Da quando ha ricevuto la profezia fino alla morte Muhammad rivelò sempre più profondamente le sfumature del messaggio divino e condusse una guerra che aveva come scopo conquistare e convertire i sottomessi
          Considerato l’ultimo profetafino al Giudizio Universale
NASCITA
          Νasce nel 610 d.C. quando un arabo di nome Muhammad (Maometto) riceve la profezia di Allah (che in italiano significa “Dio”) dall’angelo Gabriele sul monte Hira
          Allah gli ordina di portare agli uomini la sua parola e volontà
          Corano= libro sacro dell’islam dov’è contenuto il messaggio di Allah a Maometto
                         » sono contenuti anche le regole perché uno possa praticare la nuova religione
PENISOLA ARABICA
          Spazio di terreno compreso tra l’Africa e l’Asia, quindi in mezzo tra i due imperi più potenti di quel periodo storico: quello bizantino e quello persiano
          Era un crocevia importante e stato cuscinetto tra le due potenze che erano in continua lotta tra di loro
          Caratterizzata da grandi distese desertiche
          Tribù» occupavano l’Arabia ed erano sia nomadi che sedentarie
                » dedite soprattutto al commercioe alla pastorizia
                » praticavano una specie di brigantaggio (raid militare con conquista immediata del
                   bottino a seguito di un’incursione armata)
                » sistema giudiziario era instabile e fondato sulla legge del taglione (= occhio per
                   occhio) e sul codice etico tribale (= il capo clan doveva garantire giustizia e
                   sicurezza oltre che a portare la responsabilità della colpa di un singolo membro)
           Religione » prevaleva quella politeista e sincretista (= contaminazione di elementi di più
                          religioni » per l’Arabia erano cristianesimo, ebraismo, politeismo)
          La Mecca » città di riferimento per tutte le tribù (come una casa comune)
                       » vi si poteva adorare la propria divinità all’’interno dell’Haram (= zona sacra)
                       » nel suo centro c’era la Ka’ba (= edificio sacro che accoglieva più di 300 idoli e
                          una pietra nera, un meteorite a cui gli si attribuivano proprietà divine)
                       » era frequente meta di pellegrinaggi per gli arabi (nei mesi sacri)
CORANO e RELIGIONE
          Rivel’azione» non c’è altro Dio all’infuori di Allah (contro paganesimo e politeismo)
                          » shahada è la professione di fede che contiene questo concetto
                          » Allah è onnipotente, misericordiosoe creatore di tutto
                          » ci sarà un ultimo giorno in cui ciascuno riceverà la ricompensa per la vita su
                             questo mondo (buoni in Paradiso, cattivi all’Inferno)
                          » di fronte alla potenza di Allah l’uomo deve sottomettersi (anche costretto)
                          » il messaggio e la legge sono indiscutibili perché divini
          Islam significa “sottomissione” mentre musulmano significa “sottomesso”
          Per essere chiamato musulmano ci sono sei regole da rispettare (i pilastri dell’islam)
1.      credere e recitare la shahada davanti a due testimoni almeno una volta nella vita
      » per questo il cristianesimo è ritenuto politeista (non concepiscono la Trinità)
2.      eseguire giornalmente la preghiera rituale salat
      » è scandita da gesti rituali precisi, schemi per il procedimento e per gli orari
      » cinque volte al giorno rivolti verso la moschea
      » preghiera in moschea effettuata solo il venerdì a mezzogiorno
3.      versare l’elemosina legale(zaka) cui si può affiancare quella volontaria (sadaqa)
      » i soldi vanno ai fedeli poveri per permettere loro di praticare la religione agiatamente
4.      osservare il digiuno (swam) nel mese del ramadan (il mese sacro)
      » mese sacro = avendo un calendario differente, cade in diversi mesi (luglio-sett.)
      » digiuno = niente cibo, acqua, fumo, rapporti sessuali dall’alba fino al tramonto
      » scopo di far distaccare il credente dai beni materiali (come l’offerta legale)
      » donne incinte, malati, bambini sono esenti dal digiuno
5.      fare almeno una volta nella vita il pellegrinaggio (hajj) a La Mecca
      » quando giunge nella città santa il pellegrine viene sacralizzato ( tunica bianca )
      » fino alla fine dei riti non potrà tagliarsi barba e capelli né potrà avere rapporti sessuali
6.      condurre la guerra santa (jihad)
          Questa religione è un’ortoprassi (= serie di azioni corrette) non un’ortodossia (= serie di opinioni corrette) come il cristianesimo
          È una religione teocratica= fede che investe ogni ambito umano
          Fa coincidere la religione con la politica » tra le persone non contano più i legami politici, di sangue, di appartenenza alla tribù, ma solo il legame religioso (unica religione così)
          Umma= comunità religiosa e politica islamica (ha valore universale)
STORIA DELL’ISLAM
          Iniziando a predicare, Maometto giudica male gli avidi meccani ricchi e i politeisti
          Fa nascere così ostilità sempre maggiori intorno a lui finché non è costretto a  fuggire con i suoi seguaci nella città di Yathrib
          Égira =  fuga di Maometto nel 622 d.C. (hijra)
          Yathrib = oasi a 350 km a nord-est da La Mecca, poi rinominata Medina(= città del profeta)
          I suoi abitanti giurarono fedeltà alla religione e a Maometto a costo della vita
          622 d.C. » data con cui inizia il calendario arabo (“anno di svolta”)
          Medina inizia ad essere sovrappopolata » iniziano a praticare razzie
          623 d.C. » dei musulmani attaccano una carovana meccana a Nakhla
                     » ci fu una vittima durante il mese sacro » scandalo e ostilità
                     » Maometto le placa rivelando che era peggio opporsi all’islam che uccidere
                     » primo episodio di sangue che dà il via alla guerra con i meccani
                     » vincono contro gli abitanti de La Mecca
          629 d.C. » Maometto entra trionfante a dorso di un cammello ne La Mecca
                     » inizio della guerra santa = missione militare con scopo religioso di convertire
                        tutti i popoli all’islam anche a costo di spargimento di sangue
          Penisola arabica = territorio dell’islam (dar al-islam)
      » non coincideva con un’area geografica ma con una realtà religiosa e culturale
          Tutto ciò che stava al di fuori della penisola arabica = territorio della guerra (dar al-harb)
      » scopo di sottomettere tutto il resto del mondo
          632 d.C. » Maometto organizza una spedizione militare ma muore
          i luogotenenti di Maometto spargono la guerra santa ovunque conquistando ad impressionante velocità molte terre sebbene pochi e senza strumenti avanzati
          conquiste» Siria e Gerusalemme (638)
                      » Mesopotamia (641)
                      » Egitto (646)
                      » Nord Africa (698)
                      » Spagna (711)
                      » via della seta (705 – 714) » collegamento impero romano-Cina
                      » isole del Mediterraneo (Sicilia, Sardegna…)
                      » gran parte dell’India
          metà VIII secolo d.C. si fermano per delle sconfitte
      » Costantinopoli resiste e riconquista l’AsiaMinore
      » i Franchi vincono a Poitiers (732) e a Narbona (759)
      » i cinesi riescono a contrastare il flusso arabo
          ci furono poi problemi interni
      » la popolazione araba era solo del 5% quindi difficoltà a convertire
      » divisioni tra sciiti e sunniti
SUNNITI E SCIITI
          Maometto muore privo di un erede maschio (ha avuto nove mogli e varie concubine)
          Gli rimangono alcune figlie tra cui Fatima, che sposa il cugino di Maometto ‘Ali, diventando così il suo genero
          Primi successori » Abu Bakr (632- 634) unico con morte naturale
                                 » Oman (634 – 644)
                                 » Othman (644 – 656)
                                 » ‘Ali (656 – 661)
                                 » i “ben diretti” anche se contestati e uccisi
          Sunniti = coloro che sostengono che i Califfi si debbano eleggere anche al di fuori della
                      famiglia di Maometto(costituiscono la maggior parte degli islamici)
                  » capitale a Bagdad nell’attuale Iraq
          Sciiti= coloro che sostengono che i Califfi si debbano eleggere all’interno della famiglia di
                  Maometto (sono una piccola percentuale)
               » spostamento degli sciiti in Egitto
          Essendo il Corano indiscutibile ne nascono diverse interpretazioni che poi sono sfociate nella separazione della comunità islamica, che originariamente doveva essere unita sotto Allah
          L’indiscutibilità del Corano non permette neanche di inserirlo nel contesto della modernità
          Per questa ragione gli arabi non si prestano all’evoluzione, al miglioramento ma rimangono ancorati alle tradizioni
          Per questa ragione poi vennero sopraffatti dalle popolazioni conquistate che nel tempo si sviluppavano, mentre gli arabi no
Pubblicità
shares