La carriera di Teodora

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Teodora, la moglie dell’ imperatore Giustiniano, si era data alla carriera teatrale lavorando mimo, spettacolo buffonesco e spesso osceno nei gesti, negli atteggiamenti e nel linguaggio.
Gli attori e le attrici erano disprezzati e per questo motivo non potevano per legge sposare persone delle classi sociali elevate.
Ma Giustiniano si innamorò della bella e celebre mima, ma non poté sposarla per l’opposizione della madre imperatrice Eufemia.
Teodora quindi abbandonò l’attività teatrale e cambiò vita in attesa di poter sposare l’imperatore. Nel 525 dopo la morte dell’ imperatrice Eufemia, Giustiniano abrogò la legge contro i matrimoni e permise le nozze, incoronò la moglie Teodora e nel 527 le diede il ruolo d’imperatrice.
Teodora si rilevò ostinata e convinta delle sue credenze religiose, infatti lei era monofisita cioè riconosceva in Cristo la sola natura divina.
Si ritiene inoltre che la legislazione contro lo sfruttamento della prostituzione e contro la corruzione dei funzionari pubblici sia stata ispirata da lei.

Flaminia Cattaneo

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: