LA CONFERENZA DI COPENHAGEN

Sharing is caring!

– “Per favore salvate il mondo“. Inizia così la Conferenza sul clima di Copenhagen svolta presso il Bella Center di Copenaghen, in Danimarca, tra il 7e il 18 dicembre2009.

¨      Il tema di questa conferenza sul clima è fare un accordo sulla diminuzione di emissioni di Anidride carbonica. Furono presenti 192 stati del mondo, con due obiettivi comuni: –  trovare un accordo per ridurre le emissioni di gas serra
¨      trovare il denaronecessario per gli aiuti e le tecnologie pulite pei paesi poveri.

– Il primo intervento è quello del Premier inglese Gordon Brown: “Il nostro obiettivoè quello di raggiungere un accordo completo ed esaustivo, che dovrà essere convertito in un trattato internazionale giuridicamente vincolante entro un termine non superiore a sei mesi“.
– INDIA: Il ministro per l’Ambiente indiano, Jairam Ramesh ha annunciato il raggiungimento di un accordo tra India, Cina e Brasile per la cooperazione nel negoziato sui tagli alle emissioni di anidride carbonica.
– SUDAFRICA: Anche il Sudafrica, per la prima volta ha annunciato che ridurrà le emissioni di del 34% rispetto ai livelli stabiliti per il 2020, se riceverà un concreti aiuto da parte dei paesi più ricchi.
– ITALIA: Mariagrazia Midulla, la responsabile Clima ed Energia del WWF Italia esorta ad un impegno maggiore ed immediato riguardo alla questione della riduzione delle temperature globali di 2 gradi entro il 2010.

– Anche giornalisti e alcune testate mondiali come Repubblica, il Times, Le Monde, El Pais e The Guardian si sono mosse per la causa pubblicando la richiesta di aiuto su tutti i giornali del mondo: “Se non ci uniamo per intraprendere delle azioni decisive, il cambiamento climatico devasterà il nostro pianeta e con esso la nostra prosperità e la nostra sicurezza”.

– In seguito alla diffusione della notizia, l’associazione Greenpeace, tramite il presidente Kumi Naidoo, chiede al Summit di Copenhagen di approvare un accordo legalmente vincolante che includa:

¨      Per i Paesi industrializzati un taglio del 40% delle emissioni di gas serra entro 2020;
¨      140 miliardi di dollari all’anno dai Paesi industrializzati ai Paesi in via di sviluppo per fronteggiare i cambiamenti del clima, per ridurre le emissioni di gas serra.
¨      fermare del tutto la deforestazione delle aree tropicali entro il 2020.
¨      per i Paesi in via di sviluppo la riduzione della crescita delle emissioni del 15-30% rispetto alle previsioni al 2020, con l’aiuto dei paesi industrializzati.
shares