La droga


Uno dei grandi problemi che colpisce maggiormente i giovani d’oggi

Il 19 maggio 2008 è stato per me un giorno davvero istruttivo.

Mi sono resa conto, infatti, che, anche se conoscevo già l’argomento, non bastava.

Per me la visita alla Casa Del Giovane di Pavia è stata un’esperienza molto forte, che mi ha fatto capire la gravità e la pericolosità di assumere determinate sostanze.

La cosa che più mi ha colpito, però era il modo in cui ne parlava Vincenzo.

Un modo che ti faceva riflettere e che anche se non lo volevi ammettere, quello che diceva purtroppo è vero.

A volte da noi ragazzi, la droga è sottovalutata, pensiamo che sia una cosa normale, ma non è così.

Ad esempio quando Vincenzo parlava della sua esperienza, a me veniva in mente una persona che conosco ormai da tempo.

Anche lui fa uso di sostanze stupefacenti, non da molto però e anche se io vorrei aiutarlo purtroppo non posso, perché lui non me lo permette.

Ovviamente, per quello che so, anche se lui ne fa uso, non ha mai commesso azioni gravi.

La cosa che più ho sperato,mentre Vincenzo parlava, e che lui riesca a smettere e a rimettersi.

Per quanto riguarda il bullismo invece, non l’ho mai vissuto da vicino.

Nonostante tutto ci sono ancora ragazzi che, anche se in modo leggero, fanno soffrire altre persone e non necessariamente con la violenza fisica, perché, secondo me a volte bastano poche parole per ferirti profondamente.

Mi è piaciuto molto partecipare a questuscita, sentir parlare quei ragazzi e Vincenzo, perciò ci tenevo a ringraziarli, in particolare Vincenzo, per averci esposto questi problemi e il prof per aver organizzato questa gita.

Spero che fra non molto tempo anche loro riescano a ritrovare la giusta strada.

Alessandra Gigliarano 1°D