La fase combinatoria

Le città invisibili di Italo Calvino

Il castello dei destini incrociati inaugura una nuova fase della produzione di Calvino, detta combinatoria, perché adesso Calvino si dimostra influenzato nell’immaginazione e nella strutturazione dei suoi racconti dalla semiotica e dallo strutturalismo.
A questa fase appartengono anche Le città invisibili e Se una notte d’inverno un viaggiatore. Leggiamo l’incipit di quest’ultimo libro.

Se una notte d’inverno un viaggiatore
Stai per cominciare a leggere il nuovo romanzo Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino. Rilassati. Raccogliti. Allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell’indistinto. La porta è meglio chiuderla; di là c’è sempre la televisione accesa.
Dillo subito, agli altri: «No, non voglio vedere la televisione!» Alza la voce, se no non ti sentono: «Sto leggendo! Non voglio essere disturbato!» Forse non ti hanno sentito, con tutto quel chiasso; dillo più forte, grida: «Sto cominciando a leggere il nuovo romanzo di Italo Calvino!» O se non vuoi non dirlo; speriamo che ti lascino in pace.