La favola del piacere, da “Il giorno” di Giuseppe Parini – Meriggio – vv. 250-339 – di Carlo Zacco