La molle luna

 

da “Ti con zero” di Italo Calvino

TITOLO: Il titolo del libro è Ti con zero”, mentre il titolo del brano che ho deciso di leggere è la molle Luna”. Il libro si trova all’interno di una raccolta che si chiama le cosmicomiche”.

AUTORE: Italo Calvino nasce il 15 ottobre 1923 a Santiago de Las Vegas.
Il primo contatto con la letteratura avviene all’età di dodici anni, quando gli capita fra le mani il primo ed il secondo “Libro della giungla” di Kipling.
Tra i sedici ed i venti anni scrive brevi racconti, opere teatrali ed anche poesie ispirandosi a Montale suo poeta prediletto per tutta la vita.

Insieme al fratello si arruola e combatte per venti mesi uno dei più aspri scontri tra partigiani e nazifascisti.

Nel 1955 viene promosso dall’Einaudi come dirigente mantenendo questa qualifica fino al L’anno seguente (’56) escono “Le fiabe italiane” che consolidano, l’immagine di Calvino come favolista.
Nel 1964 si sposa con un’argentina e si trasferisce a Parigi.
Esce nel frattempo il volume “Le Cosmicomiche”, a cui segue nel 1967 “Ti con zero”, in cui si rivela la sua passione giovanile per le teorie astronomi- che e cosmologiche.
Rifiuta il premio Viareggio per “Ti con zero” ma accetta due anni dopo il premio Asti, il premio Feltrinelli e quello dell’accademia dei Lincei, nonché quello della città di Nizza, il Mondello ed altri ancora.
Nel 1985, avendo ricevuto l’incarico di tenere una serie di conferenze negli Stati Uniti (nella prestigiosa Harvard University), prepara le ormai celeberrime “Lezioni Americane”, che tuttavia rimarranno incompiute, e saranno edite solo postume nel 1988.
Il 6 settembre viene colto da ictus a Castiglione della Pescaia. Ricoverato all’ospedale Santa Maria della Scala di Siena, muore il 19 settembre colpito da un’emorragia celebrale.

RIASSUNTO: Qfwfq si accorge che la Luna si sta avvicinando sempre più alla Terra. Gli faceva senso poiché quella cosa che si avvicinava non era fatta di nylon, di plastica, di acciaio cromato o di cemento. Si diresse, allora, allosservatorio, dove trovò Sibyl che subito gli chiese se avesse visto la Luna avvicinarsi ancora e aggiunse che non si sarebbe più allontanata e che la Terra avrebbe avuto un satellite poiché questa era troppo forte rispetto alla Luna. Appena Sibyl terminò il turno di lavoro andarono entrambi a casa sua. Mentre erano a casa caddero dei frammenti solidi; poi ci fu uno SPLASH” e un grande frammento lunare cadde sommergendo il viale. La Terra è stata ricostruita.

PERSONAGGI: I personaggi che compaiono nel brano sono:

-QFWFQ,  si accorge che la Luna si avvicina

-SIBYL,  losservatrice.

SPAZIO: La vicenda si svolge allosservatorio e a casa di Sibyl.

Losservatorio è un luogo chiuso mentre la casa di Sibyl è un luogo aperto poiché loro stano fuori, sul vialetto.

STILE: L’autore adotta un linguaggio abbastanza semplice. Nel brano non compaiono elementi dialettali.

NARRATORE: Il narratore è interno; interpreta un personaggio, più precisamente è QFWFQ.

COMMENTO: Il brano che ho letto mi è abbastanza piaciuto, anche se lho trovato un po difficile.

AMANDA MORANI I°F