La signorina Else

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Arthur Schnitzler

Relazione di narrativa di Tinku Poggi

1. Titolo:

1 “La signorina Else”.

2. Autore:

2 Arthur Schnitzler nacque a Vienna nel 1862 da una famiglia ebraica. Si laureò in medicina, ma ben presto smise di fare il medico per dedicarsi alla letteratura. Nei suoi racconti si dedicò soprattutto all’indagine psicologica dei personaggi. I suoi scritti denunciano il vuoto e l’ipocrisia che caratterizza i rapporti umani e la vita sociale nella realtà di Vienna fra 800 e 900.

3. Riassunto:

3 La vicenda si svolge in una località del Trentino, dove Else (la protagonista) si trova in vacanza con sua zia e Paul, il cugino.
Else, una diciannovenne, è figlia di un avvocato molto noto.
Un giorno riceve una lettera dalla madre nella quale informa Else che suo padre è nei guai:aveva compiuto un’illecita operazione finanziaria e quindi rischia l’arresto.
Così sua madre le dice di chiedere al signor Dorsday se può prestare trentamila lire.
La sera stessa Else chiede al signor Dorsday i soldi, questi accetta ma in cambio vuole che Else si faccia vedere nuda davanti a lui.
Else pur disgustata dalla proposta indecente decide di accettare.

Più tardi Else cerca il signor Dorsday con addosso solo un mantello e sotto nuda, dopo che lo trova si spoglia davanti a lui.
Proprio in quel momento Else sviene e viene soccorsa dalla zia e da Paul.
Questi la portano nella sua camera e mentre parlano tra di loro fuori dalla stanza, Else prende una massiccia dose di veronal.
Al rientro dei soccorritori, Else non sente più le loro voci e non riesce più a parlare e a chiedere aiuto poiché si pente di quello che ha fatto e vorrebbe avvertirli del fatto che ha preso il veronal.

4. Personaggi:

4 Else: è una ragazza dal bell’ aspetto fisico. Decide di farsi vedere nuda dal signor Dorsday per poter aiutare il padre in difficoltà. Poi prende un veleno, e anche se vorrebbe non averlo preso e vorrebbe avvertire gli altri, non ci riesce perché il veleno non le permette di parlare.
Dorsday: è il signore che decide di aiutare la famiglia di Else, ma in cambio pretende che Else si faccia vedere nuda da lui.

5. Spazio:

5 La vicenda si svolge in un albergo del Trentino, quindi in un luogo chiuso e secondo me il luogo non acquista particolare importanza.

6. Tempo:

6 La storia è ambientata nell’800 e si svolge nell’arco di una giornata.
Quasi tutta la storia è basata sulle riflessioni di Else riguardo a quello che ha fatto, in pratica è tutto un monologo interiore.

7. Stile:

7 Il linguaggio adottato dallo scrittore non è molto difficile, ma sono più difficili da capire alcuni concetti.

8. Tecniche narrative:

8 Prevalgono il monologo interiore e i flussi di coscienza.

9. Narratore:

9 La narrazione del libro è di tipo soggettiva, infatti tutta la vicenda è vista dal punto di vista della protagonista. E’ come se ci fosse piantata una telecamera nella testa della protagonista. Ci troviamo di fronte a un monologo interiore, o a un flusso di coscienza.

10. Tematiche:

10 Le tematiche trattate sono molto delicate. Una delle tematiche principali è il menefreghismo della madre nei confronti di Else, che si trova costretta a vendere il suo corpo per poter guadagnare i soldi che permetterebbero a suo padre di uscire dalla brutta situazione in cui si trova.

11. Commento:

11 Non mi è piaciuto molto il libro perché ha ritmi troppo lenti ed è difficile la comprensione del testo. In più lo trovato un po’ noioso perché c’è poca variazione nel testo. Penso che sia troppo lungo il monologo interiore e in più non mi è piaciuto la fine perché lei muore.

Tinku Poggi

Pubblicità

Un pensiero riguardo “La signorina Else

I commenti sono chiusi

shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: