LA SILLABA

LA SILLABA

  1. Definizione fonetica = uno o più foni agglomerati intorno a un picco d’intensità
  2. Definizione fonologica = unità prosodica di organizzazione dei suoni

La sillaba più piccola è costituita, in italiano, da una vocale = nucleo sillabico

Il nucleo può essere preceduto da un attacco e seguito da una coda

Nucleo + coda = rima

In italiano il nucleo può essere costituito anche da un dittongo

Sillaba costituita da attacco + nucleo (consonante + vocale = CV) sembra essere il tipo di sillaba più diffuso e comune a tutte le lingue

Sillaba aperta/libera = quella che è priva di coda e quindi finisce in vocale

Sillaba chiusa/implicata = quella che presenta una coda e quindi finisce in consonante

Ci sono sillabe in cui il nucleo può essere costituito da sonoranti [r,l,n,m] es: bottle [botl], garden [ga:dn]

Aplologia = cancellazione di sillaba finale in composizione con una parola che inizia con una sillaba che abbia attacco uguale

                 verifica il fatto che la sillaba ha una struttura interna

Es: cavalleggeri

Vari livelli di analisi:

  1. Livello della parola: cane
  2. Livello della sillaba: ca-ne
  3. Livello dei fonemi (livello segmentale): [k-a-n-e]
  4. Livello dei tratti distintivi: descrizione dei tratti di ogni fonema