Le regioni

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

appunti scolastici di diritto pubblico di Elena

Gli enti territoriali sono quegli enti pubblici in cui elemento costitutivo è il territorio sul quale lente esercita le proprie funzioni.

Lo stato è l’esempio più importante di ente territoriale.

Le prime regioni che vennero istituite furono quelle a statuto speciale e sono rette da un proprio specifico statuto, poi ci furono le regioni a statuto ordinario.

Devolution à trasferimento di parte dei poteri dello stato centrale alle regioni periferiche.

Il consiglio è lorgano rappresentativo e legislativo e corrisponde in un certo senso al parlamento perché esercita la potestà legislativa attribuite alla regione.

Esso esamina e delibera sia le leggi regionali sia con una procedura speciali lo statuto regionale.

Il consiglio partecipa all’esercizio della funzione legislativa statale a ad altre funzioni assegnate al parlamento:

·         Può fare proposte di legge alle camere

·         Elegge tre delegati che partecipano alla seduta del parlamento

·         Può chiedere un referendum abrogativo.

Il consiglio dispone di autonomia contabile, funzionale e organizzativa e dura in carica 5 anni.

La giunta regionale è lorgano esecutivo della regione. È composta dagli assessori che non sono eletti direttamente dai cittadini ma nominati e revocati dal presidente e dal presidente.

Il presidente della giunta è il massimo organo di indirizzo politico e amministrativo perché dirige la politica della giunta e ne è responsabile.

La costituzione stabilisce che il presidente della giunta sebbene eletto dai cittadini debba avere la fiducia del consiglio regionale per restare in carica.

Il potere normativo delle regioni è di diverse specie. Esse esercitano una potestà statutaria à disciplina la forma di governo della regione, i principi fondamentali della sua organizzazione e del suo funzionamento,  una potestà legislativa che secondo le materie è di tipo concorrente o di tipo esclusivo, e una potestà regolamentare.

Il controllo sugli organi può comportare lo scioglimento del consiglio regionale o la rimozione del presidente della giunta.

Il controllo sull’attività che implica il potere dello stato di sostituirsi alle regioni nell’esercizio di compiti amministrativi che spettano a queste ultime.

Pubblicità
shares