Ondina Peteani

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

La lotta partigiana, la deportazione ad Auschwitz, l’impegno sociale: una vita per la libertà

Anna Di Gianantonio-Gianni Peteani

Prefazioni di don Andrea Gallo e Liliana Segre

Pagine: 274
Codice: 14133
EAN 9788842543916
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia – 1939-1945: Seconda guerra mondiale
Con inserto fotografico

 

«È bello vivere liberi»: sono le ultime parole di Ondina Peteani, prima staffetta partigiana d’Italia, deportata ad Auschwitz n. 81672, morta a Trieste il 3 gennaio 2003.

«È bello vivere liberi» sono le ultime parole scritte da Ondina Peteani, l’epitaffio di una vita passata dalla parte dei giusti. Ha solo quattordici anni quando viene mandata a lavorare in un cantiere a Monfalcone: per la ragazzina l’incontro con compagni più grandi è l’inizio della formazione politica e quasi subito l’impegno nelle file della Resistenza. Il pericolo e la passione civile, l’entusiasmo della giovinezza e la forza delle idee: questa è la vita di Ondina nei territori orientali dove la repressione tedesca si fa molto dura dopo l’8 settembre.

Nel 1944 viene arrestata e deportata nel Lager di Auschwitz: un’esperienza che la segnerà per sempre. Nel suo racconto non fa sconti, non c’è retorica nelle sue parole, ma solo la cruda, tragica realtà della ferocia umana. Ha guardato nel baratro e il ricordo la tormenterà per sempre, indelebile come il numero tatuato sul suo braccio.

Nel dopoguerra, nonostante le ferite del corpo e dell’anima lasciate dal Lager, continua il suo impegno civile e politico. La sua è la storia emblematica di una generazione di donne che la guerra, paradossalmente, ha reso libere, ma che per quella libertà hanno pagato un prezzo elevatissimo.

 

Gli autori
Anna Di Gianantonio, docente e storica, collabora con l’Istituto regionale per la storia del movimento di Liberazione nel Friuli Venezia Giulia e con il Consorzio Culturale del Monfalconese. Si occupa di storia politica e sociale, utilizzando le fonti orali. Ha scritto varie monografie sul lavoro operaio femminile, sul dopoguerra nell’Isontino e sulla Resistenza.

Gianni Peteani, dopo un’esperienza di vent’anni presso l’Abdus Salam-International Centre for Theoretical Physics (UNESCO) di Trieste, è entrato nella segreteria del Rettore dell’Università degli Studi di Trieste, dove collabora con l’Ufficio Comunicazione di Ateneo.

 

Rassegna stampa
25.10.2011 Il Piccolo
02.07.2011 Giornale di Brescia
05.03.2011 Il Piccolo
03.03.2011 Il Piccolo
03.03.2011 Messaggero Veneto
28.02.2011 Il Piccolo
28.02.2011 Messaggero Veneto
02.02.2011 Oggi
30.01.2011 Gazzetta del Sud
27.01.2011 Il Piccolo
27.01.2011 L’Adige
27.01.2011 La Gazzetta del Mezzogiorno
27.01.2011 La Nuova Sardegna
27.01.2011 La Provincia
27.01.2011 La Provincia di Lecco
27.01.2011 La Provincia di Sondrio
27.01.2011 La Provincia di Varese
26.01.2011 Il Centro
25.01.2011 L’Unità
24.01.2011 Il Gazzettino
24.01.2011 Il Messaggero Veneto
23.01.2011 Il Piccolo
22.01.2011 Tuttolibri (La Stampa)
22.01.2011 Il Tirreno
20.01.2011 Corriere Fiorentino
15.01.2011 Europa
gennaio 2011 Tv Film

 

Rassegna stampa siti internet, tv e radio
30.03.2011 Arciculturaesviluppo.it
27.01.2011 Avoicomunicare.it
27.01.2011 Ecotv.it
27.01.2011 Gliamantideilibri.com
25.01.2011 Panorama.it
22.01.2011 Blog2.it
19.01.2011 Belice.it
14.01.2011 Newspettacolo.com
14.01.2011 Atuttascuola.it
14.01.2011 Sevenpress.com
13.01.2011 Bookchannel.it
13.01.2011 Mauxa.com
13.01.2011 Epicentrobenevento.it
13.01.2011 Ilpuntostampa.info
13.01.2011 Virgilio.it

Lo spettacolo teatrale
18.01.2011 Pesarourbinonotizie.it
17.01.2011 Ilgiornaledivicenza.it
gennaio 2011 Teatro.org

Ondina Peteani, prima staffetta partigiana d’Italia

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: