Polimeri termoplastici

I materiali che chiamiamo genericamente plastica” sono in gran parte polimeri termoplastici.

Plastica significa deformabile” e, fra le innumerevoli   proprietà  della  plastica, la facile deformabilità 

                 La risposta dei materiali termoplastici a sollecitazioni meccaniche e/o a

                 variazioni di temperatura dipende dalla struttura molecolare del polimero che

 

                 La viscosità  aumenta con le catene laterali (impedimento sterico) o gruppi  

                 laterali di grosse dimensioni (come il polistirolo) Ciò comporta una maggiore

                 resistenza alla deformabilità .

 

                La temperatura è l’altro fattore, oltre alla polimerizzazione, che influisce sulla

                viscosità  (deformabilità ): all’aumentare di T la viscosità  diminuisce.

               Al diminuire della temperatura si passa da una fase liquida – viscosa/elastica –

               ad una amorfa -gommosa – , poi ad una rigida amorfa vetrosa. 

               In questo stato -vetroso- il materiale è più rigido e fragile.

 

                Con opportuni metodi si possono ottenere strutture che si avvicinano allo stato

                cristallino ( ad esempio con moderata stiratura in raffreddamento).

                Ciò comporta ottenimento di strutture rigide semicristalline: si va da un 

                massimo  del polietilene ad alta densità  -PEHD lineare, estremamente ordinata,

                cristallina al 90%- in giù.

                Negli ultimi decenni sono stati sintetizzati e commercializzati molti    

                polimeri termoplastici.

                       La facilità , il basso costo di lavorazione, l’enorme versatilità , sono la