Presentazione di PowerPoint

  garantire una certa autonomia dall’impero austriaco. Un analogo processo di sviluppo politico nelle altre parti d’Italia avrebbe dovuto condurre, infine, alla formazione di una federazione italiana indipendente. Difatti Cattaneo, oltre ad aver criticato con forza il programma di Vincenzo Gioberti, non fu contrario a lasciare l’Austria nel Lombardo-Veneto, a patto che concedesse riforme liberali. Dopo il 1848 precisò che l’obiettivo principale del suo programma era la fondazione di tante repubbliche da unire in una Federazione. Non era favorevole, a differenza di Giuseppe Mazzini, ad una Repubblica unitaria dal momento che era convinto che l’accentramento del potere avrebbe sacrificato l’autonomia dei Comuni, delle regioni e delle zone più povere, soprattutto il Mezzogiorno. Secondo lo storico ed economista milanese inoltre, il