Religioni

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Popoli e religioni dell’Europa

tema svolto

Traccia:

“Le previsioni dei sociologi degli anni 1960 parlavano di “morte delle Chiese” e nel 1970 l’antropologo Antony Wallace affermava che il futuro evolutivo della religione doveva essere l’estinzione. […] Gli studiosi, però, sono stati costretti in questi ultimi anni a mettere in discussione le loro tesi proprio alla luce della situazione religiosa profondamente mutata. […] Le statistiche affermano che l’ateismo è decisamente in declino, l’interesse per la religione è in aumento” commenta questo brano di Andrea Menegotto.

Svolgimento:

Sembrava proprio che di religioni non se ne dovesse più parlare. Alcuni dicevano che Dio era morto già più di un secolo fa, ma le cose non sono andate esattamente così. L’Islam si espande, il cristianesimo resiste in Europa ed è in crescita in altri continenti. Si moltiplicano le sette e le comunità religiose più disparate, come i testimoni di Geova, i “Dianetics” o la New Age.

Ma cosa cerca l’uomo ipertecnologizzato del nuovo millennio in queste forme di spiritualità? Certo c’è un ateismo strisciante, non dichiarato me realizzato di fatto da molte persone che dichiarano un’appartenenza formale ad una grande religione, ma questo, forse, non fa altro che aumentare il bisogno di vera spiritualità. Alcuni, quindi, infastiditi dalla mancanza di valori e di spiritualità e dall’eccesso di materialismo ed edonismo della nostra società cercano sbocco in queste nuove forme di spiritualità, per ritrovare un equilibrio e un benessere interiore.

Probabilmente queste persone esprimono un bisogno giusto, ma trovano uno sbocco in una religione insufficiente a rispondere a questo bisogno. Come possono, infatti, riti esteriori, se non addirittura superstizioni come oroscopi e astrologia, soddisfare questo bisogno profondo, che, invece, in una religione vera e propria, saprebbe trovare non solo forme adulte di religiosità, ricche di tradizione e di storia, ma anche un sistema educativo e una concezione di vita più razionale? In definitiva, vale la pena di affrontare anche questo aspetto della vita in modo razionale e non istintivo. Se la ragione, infatti, dovesse obbligarmi a rinunciare alla ragione, io non potrei aderirvi. Laddove invece la religione arriva a potenziare l’uso della ragione, tenendo conto di tutti i fattori della vita, allora questa religione rappresenta una sfida da considerare con attenzione.

Notabene: l’ispirazione per l’elaborazione di questo tema è venuta leggendo il seguente tema La new_age. Si rimanda al sito www.skuola.net, sul quale è pubblicato quel tema, per altro materiale didattico gratuito e utilissimo per studenti e docenti.

Pubblicità

Un pensiero riguardo “Religioni

I commenti sono chiusi

shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: