SINCRETISMO SOLARE

          è detto anche “culto del sole” perché è l’adorazione del dio sole, privo di nome, inteso come entità  suprema che raggruppa tutte le divinità  esistenti non escludendone nessuna.
          La potenza estrema che avrebbe sorretto Roma in un momento di crisi si identifica nella realtà  fisica del sole.
          E’ una religione che proviene dall’oriente in risposta ad un’esigenza di coesione
          A Roma c’era bisogno di una nuova divinità  che garantisse l’esistenza e lo splendore romano perché gli dei tradizionali non bastavano più, non erano abbastanza forti da fare da garanti; c’era la necessità  di recuperare un’unità  ormai perduta
          Questo culto favorisce il cristianesimo perché si instaura un’idea di convivenza pacifica e perché il Dio cristiano era incluso nella figura del summus deus.
          A Roma non c’è una rinuncia della religione tradizionale ma un’apertura verso le altre