Software didattico gratuito

Sharing is caring!


da  tecnologia e didattica”

di Maria Paola Viale

Proposta di attività: come organizzare il software scaricato tramite un menu facilmente accessibile ad insegnanti e bambini.

Motivazioni:

Attraverso il software didattico del menu”, scaricato dal sito web di Ivana Sacchi, ho potuto progettare un percorso didattico con l’uso di software didattici specifici per l’apprendimento e il consolidamento delle discipline.

   

 

Ho scelto di organizzare i bottoni” del menu tenendo conto delle esigenze didattiche e formative dei bambini del plesso di Ospedaletti.

Nel consultarmi con le altre insegnanti del Plesso, ho optato per una scelta dettagliata e specifica su un determinato numero di software da attivare in modo da trarre un giovamento” didattico per ciascun bambino della nostra scuola.  A Ospedaletti, abbiamo circa, su centoquindici alunni, una ventina di bambini extracomunitari provenienti da diversi Paesi extraeuropei. Le difficoltà, intanto, persistono, soprattutto, nell’apprendimento della Lingua Italiana.

Attualmente, in classe prima i bambini stanno consolidando la lettura in stampato minuscolo anche se qualcuno trova ancora difficoltà nel riconoscere le letterine. Inoltre, i bambini stanno maturando il processo della lettura da  rendenderla più fluida e naturale  eliminando quasi del tutto la sillabazione,  che è ancora persistente in alcuni alunni con difficoltà lessicali.

Scrivono in stampato maiuscolo con molta sicurezza e quasi nella totalità dei componenti affrontano il dettato con serenità. Iniziano, anche,  a riconoscere gli enunciati minimi all’interno delle frasi ascoltate o lette da loro stessi.

I bambini che  dimostrano tempi di attenzione e concentrazione molto limitati sono due  e  perciò si sente l’esigenza di progettare un lavoro didattico multimediale per consolidare continuamente le proposte e, soprattutto, per mantenere la motivazione a livello tale da consentire la prosecuzione del lavoro in maniera ottimale.

Ho ritenuto importante cercare di far loro acquisire una buona autonomia operativa nell’uso del pc perché le ore di laboratorio (1 settimanale) rientrano fra i pochi momenti in cui i bambini possono partecipare (seppur con programmi diversificati) all’attività, senza sentirsi obbligati” alle richieste.  I software didattici usati finora (es. Creative writer”, Bravo chi legge”, La casa della matematica di Millie” Esercitazioni di I.Sacchi”..) sono piuttosto accattivanti” sia sotto l’aspetto della presentazione delle attività sia per i rinforzi positivi presenti in alcuni (applausi, grida dincoraggiamento..), i bambini fanno a gara per aiutare chi trova  difficoltà.

 

MENU

Alla luce di queste considerazioni, ho preferito organizzare il menu ad aree in modo da permettere ai bambini di alternare le attività, variandole all’interno di discipline diverse o di riposarsi” con momenti meno impegnativi.

Ho deciso di trasformare il carattere usato nei tasti di scelta del menu, trascrivendoli in stampato maiuscolo per permetterne una miglior fruibilità. Ho configurato il programma sviluppando agganci ad esercitazioni di lingua italiana, matematica storia, geografia, scienze, musica, scienze motorie per facilitare l’esercizio di abilità deficitarie ed offrire un contributo sul piano attentivo-motivazionale attraverso l’uso di un materiale semplice e piacevole nell’utilizzo .

 

ITALIANO   Il primo collegamento che ho creato è con un Cruciverba” (autore Giorgio Fusilli; didattica.org) riferito ad un livello di prima primaria che presenta dieci proposte diverse. Le proposte partono da un minimo di 47 lettere da inserire fino ad un massimo di 52 nell’ultimo cruciverba e, man mano le parole, oltre ad allungarsi”, contengono alcune difficoltà ortografiche. Ogni singola colonna è collegata ad un’immagine di cui bisogna scrivere il nome; cliccando all’interno di ogni casella si digita una lettera per volta.

La schermata presenta come facilitatori visualizza vocaboli” che consente, nel caso non si sappia identificare l’immagine, di leggere(in stampato maiuscolo) le parole da inserire ed ha già alcune lettere inserite nello schema. Come in tutti i cruciverba, le parole inserite producono degli incroci che aiutano il completamento delle parti mancanti. Nella pagina sono presenti anche le opzioni verifica” che dà il numero di lettere esatte inserite e Ricomincia senza aiuti”.

È presente anche un contalettere”esatte (o sbagliate) che permette il controllo step by step dell’attività.

L’unica nota sfavorevole è la totale assenza di musiche o altri modi più gratificanti di valutazione dell’esito.

 

STORIA

Nella sezione Storia”  ho inserito Riordina giorni e mesi” che sono dei semplici schemi strutturati composti da delle caselle vuote con due diversi temi”: mesi e giorni. La scelta del tema può essere impostata manuale o automatica dopo la realizzazione dell’intero schema. Il programma è freeware e viene fornito un indirizzo e-mail per problemi eventuali o per ricevere le nuove versioni del gioco. Gradevole ed utile anche considerate anche le difficoltà mnemoniche e di percezione degli alunni in difficoltà. Unico appunto negativo, la schermata è forse un po troppo piccola anche se in posizione centrale e i riquadri sono lunghi e stretti.

 

MATEMATICA  Nel menu è visualizzata una DEMO” del Programma Traduci” (parole e numeri) scaricato dal sito.

Il programma permette di impostare il numero massimo entro cui eseguire le attività di traduzione in cifre e parole di numeri.

È possibile scegliere se scrivere il numero mantenendo una spaziatura fra le varie cifre che lo compone oppure no e utilizzare lo stampato maiuscolo o minuscolo.

Anche in questapplicazione è presente il conteggio di risposte esatte e quello di errate. L’errore o la correttezza della risposta viene sottolineata da un diverso suono/messaggio vocale.

 

GEOGRAFIA

 

Il programma, distribuito  sempre gratuitamente, è particolarmente adatto ai ragazzini di quinta che, con la revisione dei programmi da parte della Riforma Moratti, si accingono a studiare le regioni italiane in classe quinta. Nell’esercizio 1: Impara i nomi delle regioni : qui, cliccando sul nome oppure sulla regione (nella mappa) vengono visualizzate immagini riguardo alla regione interessata. Altri esercizi interessanti sono: esercizio 8 : Impara i nomi delle città –  dove si deve scegliere prima il nome della regione. In seguito, cliccando sulla provincia verranno visualizzati il nome e immagini; esercizio 11: Puzzle delle città nel quale si giocano con i puzzle si osservano le immagini delle città.

 

SCIENZE:  Un’attività molto affascinante è il ciclo dell’acqua, dove, attraverso un percorso ben definito, il bambino imparerà le fasi importanti  di questo fenomeno naturale. L’esercizio appare semplice e di immediata e facile soluzione. Pertanto,  i bambini avranno piacere di ritornarvi con una certa frequenza, in modo di consolidare le conoscenze acquisite attraverso lo strumento telematico.

MUSICA : In questa parte del menu, ho inserito un’attività molto interessante per i bambini di classe prima: Giocare con i suoni”. Infatti, al bambino è concesso di viaggiare  attraverso le esperienze sonore delle varie realtà acustiche. Il bambino potrà in esso riconoscere, discriminare i suoni dell’ambiente a lui familiari e a sua volta potrà venire a conoscenza di realtà acustiche a lui sconosciute.

 

LINGUA 2 : INGLESE : con l’attività At school” si ha una serie di  34 esercizi sugli oggetti della scuola in lingua inglese. Ogni esercizio può essere ripetuto più volte variando gli elementi e spesso è presente un aiuto.

Il Progetto CLIC è un programma originale di Mario Torrado Ezquerra. Traduzione italiana e adattamento di Giorgio Musilli.

SCIENZE MOTORIE: Non essendovi proprio un’attività specifica, in questa sezione ho progettato delle attività di carattere antropologico” : i Labirinti. I bambini perciò si diletteranno , adoperando, anche, le quattro frecce sulla tastiera. Ritengo che sia un’attività molto stimolante.

Paola Viale

Insegnante di scuola primaria in Liguria

Un pensiero riguardo “Software didattico gratuito

I commenti sono chiusi.

shares