Sunto su Vincenzo Monti

Schema concettuale su Vincenzo Monti

         VINCENZO MONTI (1754 – 1828 )

-          Nato ad Alfonsine in Romagna

-          Rappresentò il neoclassicismo Italiano

-          Attrazione per il mondo classico e studi di Greco e Latino

-          Segui studi di medicina e legge all’università di Ferrara

-          Imitava il genere ed il metro di Dante

-          Cambiava con rapidità le sue posizioni politiche

-          Poeta ufficiale dell’aristocrazia Romana

-          Le sue odi si ispiravano alla Bibbia, Milton, Tasso, Omero, Ovidio, Virgilio

-          Nel 1775 entrò in Arcadia

-          Nel 1778 si stabilì a Roma  ( dal papa) fino al 1797

-          Scrisse la BASSVILLIANA (incompiuta) ispirata all’assassinio avvenuto a Roma, di Ugo di Bassville – Poema allegorico in terzine

-          IL BARDO DELLA SELVA NERA dedicata a Napoleone Bonaparte

-          Traduzione dell’ILIADE in endecasillabi sciolti dal Latino

Legava le rime dove voleva il padrone.

* BARDO : via di mezzo tra un poeta ed un cantastorie

Riassumendo:

Vincenzo Monti Un intellettuale di transizione  tra Illuminismo e Neoclassicismo

VINCENZO MONTI (1754-1828)

Modello negativo per i poeti romantici (Leopardi: “poeta dell’orecchio e dell’immaginazione, del cuore in nessun modo”)

Tuttavia è maestro di versificazione per tutto l’Ottocento: introduce l’endecasillabo sciolto

Traduce in endecasillabi sciolti tutta l’Iliade: “gran traduttor dei traduttor d’Omero” (Foscolo)

La sua Iliade è testo di scuola fino al 1950

poeta d’occasione ed ultimo poeta di corte, pronto a “vendere” la sua penna ai potenti (dal Papa a Napoleone, all’imperatore d’Austria)

Canta il secolo dei lumi attraverso perifrasi di parole e immagini classiche (l’idrogeno è “l’igneo terribil aere”)

Ode “Al signor di Montgolfier

Pubblica “Proposta di alcune correzioni al Vocabolario della Crusca” (vedi ultima slide à¢â€ ‘ )

VINCENZO MONTI
“Proposta di alcune correzioni ed aggiunte al Vocabolario della Crusca” (Milano, 1821)

Un volume importante, che testimonia il dibattito culturale sulla lingua italiana apertosi all’inizio del XIX secolo e giunto ad una prima soluzione qualche anno dopo grazie a Manzoni e Tommaseo.

della classe 4c 2005  Sezione serale
Istituto di Istruzione Superiore
“L. Scarambone”  Lecce

Audio Lezioni sulla Letteratura italiana del settecento del prof. Gaudio

Ascolta “Letteratura italiana del settecento” su Spreaker.