Terze prove di Pedagogia C


Tipologia C: Quesiti a risposta chiusa

1. Il pensiero operatorio è caratterizzato per Jean Piaget da

a) la conquista dellazione effettiva;

b) la conquista della reversibilità;

c) il raggiungimento della funzione simbolica;

d) lannullamento della reversibilità.

 

 

2. Secondo Makarenco l’uomo è

a) un prodotto sociale;

b) un prodotto del lavoro;

c) un prodotto dell’educazione;

d) un prodotto dell’amicizia.

 

3. Per George H. Mead il Sé” è

a) originario;

b) definito dalla relazioni sociali dell’individuo;

c) definito delle relazioni politiche dell’individuo;

d) definito dalla famiglia.

 

4. Per Spencer la pedagogia ha il compito di

a) dedurre il sapere pedagogico dai principi o dalle leggi ricavate da altre scienze (psicologia positiva, sociologia positiva);

b) affiancare le altre scienze positive;

c) contraddire i risultati delle scienze positive;

d) è indifferente alle altre scienze.

 

5. Individua quale delle seguenti affermazioni potrebbe essere attribuita a John Dewey

a) l’educazione è il metodo fondamentale del progresso e dell’azione sociale;

b) l’educazione è subordinata al progresso e all’azione individuale;

c) la società è il principale attore educativo;

d) l’educazione è indipendente dalla società e dalla politica.

 

6. Secondo Maria Montessori la psicologia del bambino è

a) radicalmente differente da quella delladulto;

b) parzialmente differente da quella delladulto;

c) uguale a quella delladulto.

 

7. Secondo Ovide Decroly l’educazione e la vita sono

a) indipendenti dall’adattamento all’ambiente;

b) costituiscono un processo di progressivo adattamento all’ambiente;

c) sono solo parzialmente dipendente dall’adattamento all’ambiente.

 

8. Piaget può essere definito

a) uno psicologo dell’intelligenza;

b) un sociologo dell’intelligenza;

c) un pedagogista dell’intelligenza;

d) un filosofo dell’intelligenza.

 

9. Secondo S. Hall l’adolescenza può essere descritta

a) come un periodo di tempesta e di stress”;

b) come una fase armonica dello sviluppo delle personalità;

c) come un periodo di transizione dalla fanciullezza all’età adulta;

d) come una tappa normale dello sviluppo psicologico.

 

10. Per Jerome Seymour Bruner la l’esistenza dell’uomo dipende ed è condizionata

a) dall’eredità genetica;

b) dalla struttura psichica;

c) dal patrimonio culturale;

d) dalla collocazione sociale.