Ufficiale dei cacciatori a cavallo durante la carica (1812) di Theodore Gericault

Pubblicità

Sharing is caring!

Ascolta “”Gericault” di Luigi Gaudio” su Spreaker.

Pubblicità

Analisi di “Ufficiale dei cacciatori a cavallo durante la carica” (1812):



    Colore: il colore del paesaggio è liquido, composto da tonalità scure e sfrangiato, caratteristiche che rendono lo sfondo poco identificabile.
    Descrizione: il cavallo è un po’ sproporzionato rispetto al cavaliere, allungato lungo la diagonale. Cavallo e cavaliere eseguono una torsione impossibile, quasi manierista. Gericault riprende la tradizione per il cavallo impennato, dallo sguardo furente, gli abiti impreziositi, l’uso del rosso vivace, l’anastolè (tutto richiama al Napoleone di David); anche questa è un’immagine da manifesto. Gericault raffigura qui la retorica dell’eroe a cavallo: il nuovo eroe è l’uomo comune che spende la sua vita per il valore militare, il combattimento, per l’onore. Il nuovo eroe è un ufficiale, uomo di azione. Tutta la scena è costruita in modo tale da mostrare un’azione, una tensione, un impeto. Lo sguardo del cavallo e la scena stessa sono infuocati. Prima ancora dell’eroismo salta all‘occhio il furor.
Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: