Un virus letale


Bruce Balan

Relazione di narrativa di Mahmoud Shouman Haissam

TITOLO: ‘UN VIRUS LETALE

AUTORE: BRUCE BALAN

BREVE BIOGRAFIA DELLAUTORE: Bruce Balan, nato a Long Beach nel 2 ottobre 1959, è uno scrittore statunitense di romanzi per ragazzi.
Dopo aver effettuato i suoi studi primari in California Balan raggiunge l’università di California A Santa Cruz dove comincia gli studi di fisica e poi nell’università di San Francisco da dove ottiene la laurea di produttore per radio e televisioni.
Scrisse il suo primo romanzo The cherry migration nel 1988 quando abitava a Londra.
Ben presto lasciò Londra dirigendosi verso la sua madrepatria dove lavoro come sviluppatore per ‘logiciels . Formò una compagnia vera e propria che
però lasciò nel 1993.
Oggi fa parte della direction della ‘Society of childrens books writers and illustrators nella quale ha servito per 5 anni come consigliere tecnico.

RIASSUNTO: Un gruppo di 6 ragazzi, entrati in contatto tra loro grazie alle e-mail e alle chat-line, cercano di individuare e smascherare una banda di criminali informatici che hanno escogitato un piano per sabotare un lancio della NASA. Il padre di Deeder, uno dei ragazzi, e un esperto di computer, in particolare di intelligenze artificiali: uno dei suoi ultimi programmi deve essere utilizzato per controllare uno Shuttle, ma qualcosa non funziona nel programma e gli esperti NASA pensano ci sia un errore nella sua realizzazione. In realta il problema e causato da un virus che e stato inserito dai criminali informatici. Questa e la scoperta che Deeder e i suoi amici fanno tramite i loro computer. Per Deeder si tratta ora di dimostrare che suo padre ha fatto un buon lavoro e, assieme ai suoi amici, di localizzare e smascherare i pirati informatici. Da qui in poi assistiamo a intercettazioni satellitari, contagi digitali ed altre situazioni di spionaggio tecnologico. Infine ,sebbene il padre non sappia nulla del duro lavoro di Deeder , egli torna comunque in affari.

TEMPO E LUOGO: La vicenda si svolge nella NASA in un arco di tempo di un mese circa.

TEMATICHE E DESCRIZIONE: La storia e, in generale, abbastanza verosimile anche se, in qualche punto, e un po’ troppo fantascientifica. Nel complesso, pero, e piacevole anche perche e attuale e ben ideata. Il racconto, inizialmente un po’ troppo lento e quasi noioso, man mano che si svolge, diventa piu scorrevole e, alla fine, addirittura incalzante. I personaggi sono descritti in modo piuttosto superficiale e frettoloso, eppure lo stile narrativo, semplice e diretto, fa immaginare di essere uno dei protagonisti.

COMMENTO: questo libro mi ha colpito molto perché ha uno stile originale,unico rispetto agli altri e la sua vicenda al giorno d’oggi è tutt’altro che inverosimile.
Ma quello che veramente mi ha colpito è la modernità del romanzo che in tutto e per tutto imita il mondo odierno dominato dall informatica.