Antologia


Programma classe quinta

LINGUA E  LETTERATURA LATINA

 

FINALITA

  • Sviluppare le capacità logico-linguistiche degli allievi

  • Accostare i discenti, attraverso una riflessione linguistica, all’eredità culturale che la civiltà latina ha tramandato

  • Contribuire a far scoprire, attraverso una consapevole lettura dei testi, l’apporto che la lingua e la civiltà latina hanno arrecato al costituirsi della cultura europea

  • Acquisire senso storico-critico e linguistico che permetta di contestualizzare i passi da tradurre, utilizzando tutte le informazioni che un testo contiene in sé.

 

OBIETTIVI                                                           Raggiunti da:

Conoscenze

Competenze e Capacità

Tutti

La maggior parte

Alcuni

1) Conoscenza della lingua

·         Riconoscere le principali strutture morfosintattiche

  • Fare l’analisi del periodo

 x

 

 

 

x

 

 

2) Conoscenza degli autori in programma

·         Saper tradurre i testi antologizzati

  • Saper individuare le tematiche e lo stile degli autori studiati

 

       x

 

 

x

 

 

 

 

 

 

3) Conoscenza della storia letteraria del I e II secolo d. C.

·         Saper fare una sintesi degli autori dei principali generi letterari

 

 

 

x

 

METODI E STRUMENTI

Come metodologia vale quanto definito per ITALIANO; in particolare il lavoro costante è stato sul testo, per far riconoscere il costrutto in applicazione e ricostruire le strutture linguistiche latine.

Compiti a casa sono stati assegnati secondo la divisione dell’orario interno al fine di verificare lavvenuto apprendimento.

 

VERIFICHE

Le prove di verifica sono distinte in:

  • Versioni dal latino di un testo, eventualmente accompagnata da note di commento;

  • Test oggettivi miranti ad accertare il raggiungimento di singoli obiettivi;

  • L’esposizione e discussione orale

Ogni verifica prevede, a priori, chiara esplicitazione degli obiettivi da perseguire, il cui minimo è dato come costante per alcune, passibile di modifiche per altre.

Regime delle prove

  • Versioni quattro nel I quadrimestre, tre nel II (più una di recupero per gli allievi assenti)

  • Prove oggettive valide per l’orale: due nel I quadrimestre, tre nel II

  • Interrogazioni orali: due nel I quadrimestre, due nel II

 

PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITà â‚¬ DI RECUPERO  E APPROFONDIMENTO

  • Recupero in itinere

  • Attività aggiuntive (assegnazione di compiti a casa che prevedano la correzione da parte del docente

  • Sportello didattico in orario extracurricolare (mercoled’ alla sesta ora)

 

VALUTAZIONE

Vale quanto definito per ITALIANO

 

 

CONTENUTI

Testo in adozione: M. MENGHI-M.GORI, Voces ( Lucrezio) Bruno Mondadori

LUCRETIUS CARO, De rerum natura, 1, 1-43;                    pag. 12

                                                                    62-101;                pag. 18

                                                                    149-214;              pag.  27

                                                                    215-264;              pag.  33

                                                                 2, 1-19;                   pag.  56

                                                                 3, 136-188              pag.  70

                                                                 4, 962-1023            pag.85

                                                                 5, 1028-1061;         pag. 111

                                                                 6, 1252-1286;         pag. 123

M.MENGHI-M.GORI, Voces (Cicerone) B. Mondadori 

TULLIUS CICERO, IV Catilinaria, I-VI                              pp. 10-26

                                                          X-XI                             pp. 34-36

                                  Somnium Scipionis                              pp. 11-34

                                    (filosofo)

 

Letteratura

Testo in adozione: MONACO-DE BERNARDIS-SORCI, La letteratura di Roma antica, vol. unico, Ed. Palombo

 

I testi analizzati sono stati letti in traduzione

 

L’età dei Giulio-Claudi

Il dissenso: Fedro: vita, opera 

Orientamento della storiografia: Velleio Patercolo, Curzio Rufo, Valerio  Massimo

La satira: Persio: vita, opera

637  Il prologo delle satire

639 Sat. III 1-34  Lozio allontana dalla virtù

 

L’opposizione: Lucano: vita, opera

645 I 1-66         Il proemio

648 II 380-391 La figura di Catone

 

Il dissenso: Seneca: vita, opera

622        Anche i servi sono uomini Epist. Ad Lucilium  V 47

 

Il disimpegno: Petronio: vita e opera

656 Sat.32-33  Ecco Trimalchione!

659 Sat.37 Ritratto di Fortunata

 

 Età dei Flavi

 

 Il conformismo: Plinio il Vecchio: vita e opera

680 Nat.Hist. VII 1-5  La fragilità dell’uomo

 

Il maestro: Quintiliano: vita e opera

688 Il proemio dellInstitutio oratoria (6-20; 25-27)

698 Inst. Orat II 2, 4-11  Il buon maestro

 

Valerio Flacco: vita e opera

innamorata

 

 L’epica: Sil’io Italico e Stazio

 

L’anticonformismo: Marziale: vita e opera

725 I 47 Medico o becchino?

726 I 56 A un oste

731 V 34 Per la piccola Erotion

 732 VI 60 Il tempo passa, le donne pure!

 

LEtà di Traiano

 

Il carattere morale dello storico: Tacito: vita e opera

767 Hist. I 1             Libertà e storiografia

773 Ann. XV 38-42 L’incendio di Roma

 

 La protesta: Giovenale: vita e opera

782 Sat. I Si natura negat, facit indignatio versum”

 

Il conformismo: Plinio il Giovane

800 Epist. X 96 Come comportarsi con i Cristiani?

 

LEtà di Adriano e degli Antonini

 

La poesia

 

La prosa dl II secolo: Frontone e Gellio  

 

Svetonio: vita e opera

842 De vita Caesarum IV 27-34 Crudeltà di Caligola

 

 L’intellettuale poliedrico: Apuleio: vita e opera

876 Metam. IV 28-35  La favola di Amore e Psiche

 

L’età dei Severi e dellanarchia militare

 

Minucio Felice: vita e opera

907 Oct. 24 Sul lido di Ostia

 

Il difensore del cristianesimo: Tertulliano: vita e opera

914 Apol. XIII 2-3 Contro il politeismo

915 Apol. XVII      I Cristiani adorano l’unico Dio