Antonino Pio: 138-161 d.C.

 

dalla Storia romana

di Carlo Zacco

Antonino Pio: 138-161 d.C.

Successione. Adriano organizzò l’adozione in  modo da mantenere la propria dinastia al potere: adottò Antonino, che era tenuto a sua volta ad adottare Lucio Vero e Marco Aurelio.

Caratteri: moderazione. Antonino fu chiamato Pio per la sua dedizione alla religione tradizionale. Proseguì la politica di pace e moderazione dei suoi predecessori, e mantenne in ordine i conti dello stato. Aiutò le città colpite da calamità naturali con appositi finanziamenti; gli strati più bisognosi della popolazione con elargizioni; le giovani orfane, le Puellae Faustinianae, con sussidi.

 – Politica estera. Non fu molto impegnativa in questo periodo: qualche rivolta in Britannia, che lo portò a far erigere un altro vallo, parallelo a quello di Adriano; alcune rivolte che fece sedare in Dacia, Egitto, Mauretania.

Audio Lezioni di Storia Romana del prof. Gaudio

Ascolta “Storia Romana” su Spreaker.