Borsa: dividendi 2010. ENI. (1)


di A. Lalomia

L’ 11-03-10 il CdA dell’ENI ha approvato due documenti strategici relativi al 2009 : il Bilancio Consolidato (utile netto di 4.367 milioni di €) e il Progetto di Bilancio di Esercizio della società (utile netto di 5.061 milioni di €).

Lo stesso CdA ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti -convocata per i giorni 23, 27 e 29 aprile 2010-, la distribuzione del dividendo di € 1,00 per azione, di cui € 0,50 già versati nell’anticipo di settembre 2009. Il pagamento a saldo di € 0,50 per azione avverrà a partire dal 27 maggio 2010, con stacco cedola il 24 maggio 2010.

Sempre nel corso del CdA dell’ 11 marzo 2010, è stato approvato il Bilancio di Sostenibilità 2009, in cui l’azienda ribadisce il proprio impegno sul fronte dello sviluppo sostenibile.

Il giorno successivo -e cioè il 12 marzo 2010- è stato presentato il Piano Strategico 2010-2013. In questo documento, il gruppo di P.le Mattei sottolinea la sua ferma volontà per una crescita di lungo termine della produzione superiore alla media dei concorrenti e il rafforzamento della posizione di leadership nel mercato europeo del gas. Sono prospettive tanto più ambiziose quando si considerino le pesanti incertezze che ancora pesano sulla ripresa economica e si tenga conto della volatilità dei mercati energetici. Gli obiettivi di crescita garantiranno la solidità patrimoniale e la sicurezza di profitti per gli azionisti.

Oggi il titolo è in fase di rialzo -dopo la flessione dell’8-02-10, quando era sceso ad € 15,97-, un rialzo talvolta contrastato, come nella seduta del 19-03-10, ma senz’altro ben diretto. Questa conclusione emerge tra l’altro dal numero imponente di contratti, dal volume e dal controvalore realizzato per ogni seduta (si veda il file in WORD con i dati storici).

Il titolo è unanimemente considerato tra i più affidabili del mercato (2) e capace di gratificare in modo consistente gli investitori.

Per inciso, ENI è una delle poche imprese che ha predisposto una “Guida dell’ azionista” (2009, facile da consultare, ma nello stesso tempo completa e rigorosa. Il testo si può scaricare liberamente dalla sezione “Investor Relations” del portale www.eni.com/ . La stessa area fornisce dati preziosi di carattere economico-finanziario e operativo, e mette a disposizione strumenti interattivi che consentono di procedere a utili confronti. Con pochi, semplici passaggi, si possono creare e personalizzare diverse tipologie di grafici e diagrammi anche in forma tridimensionale. È possibile, inoltre, comparare dati specifici ed eseguire calcoli online in modo rapido e preciso.

Per concludere, vorrei ricordare che dal 25 marzo al 25 aprile 2010, presso il Vittoriano di Roma, è aperta al pubblico (con accesso gratuito) la mostra “Il cane a sei zampe”, attraverso cui si potrà conoscere in forma multimediale la storia del gruppo a partire dal 1952, una storia che è poi anche il riflesso della società italiana nello stesso periodo. Tutto il materiale proviene dal ricco archivio storico dell’azienda. Per i dettagli sull’esposizione, cfr. www.eni.com/

Documentazione : “ENI: dati storici“, in Word.
————————————

Note

(1) Cfr. anche, nella mia pagina all’interno di questo portale, “Borsa: dividendi 2010. Finmeccanica”.

(2) Un’affidabilità che è frutto in primo luogo di una brillante azione del management, ma anche del controllo esercitato dalla Corte dei Conti, a fini di tutela della finanza pubblica. Non tutti forse sanno che un Magistrato della Corte partecipa alle riunioni del Consiglio di Amministrazione della società, del Collegio Sindacale e del Comitato per il controllo interno.
Per seguire l’andamento del titolo in tempo quasi reale, v.
http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=IT0003132476&lang=it/
—————————————