Caligola: 37-41 d.C.

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Caligola

dalla Storia romana

di Carlo Zacco

Caligola: 37-41 d.C.

Successione. Tiberio aveva nominato come suoi successori due nipoti: Gaio, figlio di Germanico, e Tiberio, Figlio di Druso. Il Senato decide di annullare il testamento e nominare Princeps solo Gaio, detto Caligula, per il legame che aveva con la vita militare. Questa scelta fu presa sia per la popolarità di Germanico, sia perché una figura come Caligola era garanzia di una politica estera più aggressiva  (in contrasto con la prudenza di Tiberio), che avrebbe soddisfatto le ambizioni di preda e bottino della popolazione romana.

Caratteri: assolutismo. Il consolato di Caligola fu caratterizzato: a) dall’eliminazione fisica degli oppositori; b) dall’ostilità verso il Senato, che tocca il suo apice nel celebre gesto simbolico di Caligola che fece nominare senatore il suo cavallo.

 – Culto. Caligola alimentò anche il culto della persona dell’Imperatore: fece erigere un tempio in suo onore e istituì la pratica dell’inchino in sua presenza.

Popolarità. L’aristocrazia e gli intellettuali lo considerarono un pazzo. Fu invece amato dalla plebe, per la sua politica di elargizioni di grano e denaro, e la rappresentazione di costosissimi giochi che intaccarono non poco le finanze pubbliche (panem et circenses).

Giudizio storico. Gli antichi sottolinearono la sua pazzia sanguinaria e la sua immaturità. In realtà il suo comportamento, apparentemente bizzarro, rispondeva ad un disegno politico ben preciso: l’instaurazione a Roma di un nuovo modello di monarchia assoluta di tipo orientale, e di un allontanamento dalla tradizione romana. In questo modello le antiche istituzioni repubblicane, osservate, anche solo in apparenza, dai sovrani precedenti, venivano messe in secondo piano, e veniva esaltata la persona del sovrano, unica depositaria del potere e oggetto di culto personale.

Morte. Caligola ebbe naturalmente molti oppositori. Morì nel 41 d.C. vittima di un colpo di stato dei pretoriani.

Caligola

INTRO:      MI7

LA                                                                             MI7

Son figlio di Germanico, appoggiato da Macrone

Mio padre era un soldato orgoglio della nazione

Il popolo e il senato m’han fatto imperatore

Convinti che di Tiberio io fossi ben migliore

Io son l’imperatore

A me si deve onore

chi non mi mostra suggezione

farà ‘na brutta fine

Mi chiamano Caligola che vuole dir stivale

Usato dalla truppa è un nome militare

Che ho meritato andando a seguire mio padre

Nelle campagne fatte per ordine di Augusto

Io son l’imperatore

A me si deve onore

chi non mi mostra suggezione

va a finì nel calderone

io dormo tutto il giorno, mentre la notte veglio

poi mangio e bevo come / se fossi un gran porcello

rubo le mogli agli uomini le sposo e me le prendo

e guai a chi dissente / meglio non esser nato

Io son l’imperatore

A me si deve onore

chi non mi mostra suggezione

va a finì in bocca al leone

Se voglio io ti nomino un cavallo senatore

Mi piace anche esibirmi come un gladiatore

Auriga e ballerino e amo camminare

Su un mucchio di monete come fa paperone

Io son l’imperatore

A me si deve onore

chi non mi mostra suggezione

farà ‘na brutta fine

LUIGI GAUDIO/ “Il CantaStoria”: imparare la storia con la musica Luigi Gaudio ha pensato di unire la sua passione – la musica – con il suo mestiere, e ha iniziato a creare canzoni che raccontassero la preistoria, l’ homo sapiens, i nomadi, gli Egizi e i Greci, e così via fino agli antichi Romani

Imparare la storia ascoltando canzoni? Oggi si può.

Qualcosa di nuovo sul fronte musicale: il CD “Il Cantastoria, da Lucy a Caligola”, per l’etichetta della casa discografica Tappeti sonori e che è arrangiato dal maestro Walter Muto è finalmente disponibile

Se desideri gli mp3 on-line ascolta l’anteprima e acquistali a soli 0,99 l’uno su  Spotify, Itunes , Play me di Dada e  Deezer.

Se desideri il classico cd audio, richiedilo a luigigaudio@yahoo.it scontato a 10 anziché 15 €. Allo stesso prezzo anche il cd con le basi musicali. Per comprarli (spese postali a mio carico) puoi pagare con Bonifico Bancario intestato a Barattieri Enza (mia moglie) e Luigi Gaudio – IBAN IT20K0306932900000009781195, oppure paypal indirizzato a luigi@gaudio.org, oppure Vaglia postale intestato a Luigi Gaudio, via De Amicis 11 – 20090 Cesano Boscone (MI).

Poi spedisci una email a luigigaudio@yahoo.it indicando l’indirizzo cui spediro’ il cd

Pubblicità
shares