Canone RAI: promemoria.


di  A. Lalomia

Qualche tempo fa, sulla home page di questo portale è apparso un mio articolo sulla ‘campagna’ avviata dal quotidiano “Il Giornale” volta a non pagare più il canone RAI  (1). 

A coloro i quali intendano sottrarsi una volta per tutte alle richieste dell’Azienda, vorrei ricordare che, per essere sicuri di condurre a buon fine l’ iniziativa e non dover più, l’anno prossimo, versare il canone, è necessario spedire all’Agenzia delle Entrate  (SAT – Sportello Abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino), allegando la ricevuta del versamento di € 5,16 a favore della stessa Agenzia, specifica domanda entro la fine dell’anno in corso. Il modulo si può scaricare direttamente dall’articolo “Valanga di firme contro il canone RAI [……]”, pubblicato il 28-09-09 sul  “Giornale”

Valanga di firme contro il canone Rai

Torna la Dandini: una “fiction” anti Cav

con l’avvertenza che forse sarebbe meglio ritoccare la parte relativa al possesso di altri apparecchi atti o adattabili  “alla ricezione delle radioaudizioni”  (2).

Tale formula, infatti, anche se si riferisce ad “[……] altre abitazioni”,  potrebbe prestarsi ad interpretazioni di vario tipo,

soprattutto in presenza dei nuovi mezzi informatici, molto diffusi anche nel nostro Paese.  In linea di principio e in base al buonsenso, alla RAI non dovrebbe interessare nulla se io dispongo dei più sofisticati strumenti informatici, ma siccome viviamo nella patria del Diritto  -dove moltissime leggi, notoriamente, ‘si interpretano’-  è bene muoversi con cautela, al fine di non incorrere nel  ‘reato’  di mancato pagamento del canone, con conseguente multa.

In ogni caso, è bene ribadire con forza, nella comunicazione, che eventuali visite a casa per ‘suggellare’ il televisore dovranno essere concordate preventivamente e con il consenso esplicito dell’ (ex) abbonato. 

La lettera va inviata tramite Raccomandata con ricevuta di ritorno o, meglio ancora, ricorrendo all’Assicurata.

Credo che non sarebbe inutile trasmetterne una copia alla sede centrale della RAI di Viale Mazzini (Roma), sempre attraverso Raccomanda A.R. od Assicurata.

                                                                  ——————————————
                                                                                        Note
(1)  “Canone RAI: un’iniziativa meritoria“, presente nella mia pagina all’interno di questo portale.

(2)  Il modulo, in formato PDF, si può scaricare anche qui..  Consiglio comunque la lettura dell’articolo sopra citato, perché fornisce informazioni molto utili su come agire.  Altre preziose notizie si trovano nell’intera sezione che “Il Giornale” ha riservato alla sua ‘battaglia’, peraltro condivisa da molti.
                                                                      ———————————————