Corsi serali


Perché ignorarli ?

di A. Lalomia

Il MIUR qualche giorno fa ha pubblicato la mappa geografica di GOOGLE (1) con le scuole secondarie di secondo grado presenti sul territorio nazionale, suddivise per regioni, province, comuni, tipologia (professionali, tecnici e licei) e complete dei corsi di studio attivi a partire dal prossimo a.s. .

Si tratta di un’iniziativa meritoria, anche perché finalmente compaiono i numeri di telefono delle scuole e i loro indirizzi web ed e-mail.

Purtroppo, le schede non riportano alcuna notizia sui corsi serali che sono già operativi -o che lo saranno dal 1° settembre 2010.

È una lacuna non trascurabile (2), se si pensa alla grande richiesta di formazione e di (ri)qualificazione che proviene dal mondo degli adulti e che può apportare nuove energie vitali all’intero apparato educativo del Paese.

Non sarà il caso quindi di integrare i dati che si trovano già sul portale del MIUR con una semplice formula, per le scuole interessate, del tipo Corso serale”, indicando il titolo conseguibile ?

———————————————-

Note

(1)

(2) Il “Bollettino ufficiale 2010-11”, fornisce anche i corsi serali ma, oltre ad essere privo dei numeri di telefono e degli indirizzi web ed e-mail, contiene alcune imprecisioni. Per un elenco dei corsi serali di Roma, mi permetto di rimandare
al mio Corsi serali statali”, presente su www.edscuola.it/  http://www.edscuola.it/archivio/scuole/index.html , con
l’avvertenza che il testo è stato pubblicato tre anni fa. È previsto comunque un suo aggiornamento, che tenga conto delle modifiche riguardanti l’intero comparto.

——————————————–