Creatura di sabbia

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

di Tahar Ben Jelloun

Relazione di narrativa

Titolo

Creatura di sabbia

 

Autore

2. Tahar Ben Jelloun è un autore marocchino nato nel 1944.

Riassunto

3.Il romanzo “Creatura di sabbia” narra la storia di una famiglia marocchina composta da una madre, un padre e sette figlie femmine.
Il padre di questa famiglia si riteneva vittima di una maledizione.
A quell’epoca infatti avere figlie femmine era considerato praticamente un disonore, poiché a queste spettava solo metà dell’eredità, mentre i maschi la ricevevano interamente.
Così, poiché la moglie era gravida di un ottavo figlio, il marito aveva deciso che qualsiasi fosse stato il sesso del futuro nascituro, questi sarebbe stato un maschio e si sarebbe chiamato Ahmed.
In effetti il neonato era di sesso femminile, ma il padre decise comunque di non badarci e di continuare la sua messinscena programmata nei minimi dettagli senza fare una piega.
Ad Ahmed venne insegnato fin dalla nascita a comportarsi da vero uomo, abituandolo a fare tutte le cose che alla sua età venivano svolte dai ragazzi.
Questo enorme segreto gravava sulle spalle del padre, la madre e la levatrice di Ahmed, oltre che naturalmente da Ahmed stesso.
Con il tempo, crescendo, Ahmed entrò nel periodo della pubertà, ma nemmeno questa difficile fase della vita lo fece vacillare.
Ahmed infatti aveva deciso di rassegnarsi al suo destino, accettando il fatto di essere un uomo, anzi, ciò gli fu di vantaggio, perché confrontandosi con le sorelle che conducevano una vita noiosa e monotona, era arrivato a considerare le donne come esseri inferiori e indegni.
Ahmed in seguito, un po’ perché voleva sentirsi un uomo a tutti gli effetti, un po’ per ripicca al padre ormai vecchio, malato e sofferente, decise di sposarsi con sua cugina, una ragazza con problemi di salute adatta però a coprire il ruolo di moglie in un matrimonio che in realtà non possiamo propriamente definire come tale.
Il suo nome era Fatima che, nonostante la sua vita travagliata per via della malattia che la perseguita, riuscirà ad essere reattiva, per questo motivo Ahmed finirà con il detestarla: lei si rivelerà caratterialmente più forte di lui.
Nel frattempo il padre di Ahmed morì e qualche anno più tardi giunse anche l’ora di Fatima.
Dopo questi lutti, Ahmed si rinchiuse in una stanza della casa tagliando i contatti quasi con tutti, a esclusione di un amico di penna, al quale decise di raccontare tutte le sventure capitatogli.
A lungo andare, Ahmed decise di cambiare vita, nome e abitudini: volle riscoprirsi donna e iniziare un cammino che non sarà facile da continuare per via delle molte vicissitudini che le capiteranno.

Il racconto ogni tanto è interrotto dal narratore, il quale ha trovato la storia di Ahmed scritta in un diario, dopo la sua morte, e che racconta ad un vasto pubblico di ascoltatori che mutano volta per volta e fanno commenti e si pongono domande sulla reale esistenza di Ahmed.
La fine del diario purtroppo è andato perduto, così alcune persone ( tre in particolare: uno schiavo, Salem, un bibliotecario cieco, Amar ed infine una vecchia, Fautoma) cercano di ricostruire la conclusione di tale racconto, ognuno a modo suo.

Personaggi

4. Il personaggio principale è Ahmed, in continua evoluzione nel corso della storia.
I personaggi secondari sono pochissimi: la madre, il padre, le sorelle, la moglie e l’amico epistolare.

Spazio

5. La vicenda si svolge prevalentemente in luoghi chiusi, in particolare nella stanza di Ahmed, che a lui definisce la sua prigione, per far capire il senso di oppressione che grava su di lui.

Tempo

6. La vicenda si svolge attorno all’anno 1944 e dura per quasi tutta la vita del personaggio, cioè fino al punto in cui finisce il diario.
In seguito a ciò, gli ascoltatori cercano di immaginare come sia andata a finire la vita di Ahmed. 

Stile

7. Lo scrittore utilizza un linguaggio abbastanza scorrevole e anche ricco dal punto di vista lessicale.
A volte inserisce parole in lingua egiziana. 

Tecniche narrative

8. Poiché il racconto è stato tratto da un diario, prevalgono le riflessioni e i pensieri dello stesso protagonista, ma non mancano i dialoghi, non solo con gli altri personaggi del libro, ma anche con gli ascoltatori che si radunano per sentire il racconto del cantastorie, facendo commenti a riguardo. 

Narratore

9. Secondo me in questo libro prendono voce due narratori: uno di primo grado che è il cantastorie e che alla fine del diario cede la parola ai tre personaggi che cercano di attribuire una fine al racconto non ultimato del cantastorie stesso, e poi c’è Ahmed che prende la parte del narratore di secondo grado. 

Tematiche

10. L’argomento principale è chiaramente la condizione delle donne.
Riguardo tale tema tutti i personaggi ritengono che la donna sia una creatura inferiore, compreso lo stesso Ahmed, che poi cambia il suo giudizio.
Nel passato che le donne che venissero private dei diritti più elementari corrispondeva quasi alla normalità.
Oggi le donne hanno acquistato un ruolo più importante nella società, ma esistono ancora paesi dove purtroppo la donna viene ancora discriminata.

Commento

11. Il tema trattato da questo libro è, secondo me, molto interessante e ci aiuta a capire anche quanto siamo fortunati a vivere in paesi dove sono presenti il progresso e lo sviluppo.

Pubblicità

Un pensiero riguardo “ Creatura di sabbia

I commenti sono chiusi

shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: