I riflessi dell’inconscio

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Una visione psicoanalitica della realtà

tesina interdisciplinare di Michael

a.s. 2005/2006 – Liceo Classico “Paolo Sarpi” di Bergamo

INTRODUZIONE:

In un breve scritto dei 1924, le resistenze alla psicoanalisi” , Freud si chiede il motivo della diffusa ostilità nei confronti di questa nuova scienza. Lo individua nel fatto che essa sottopone I”uomo a una sorta di umiliazione psicologica, in quanto lo considera come il risultato di dinamiche inconsce, non controllabili direttamente dalla ragione. Lopera di Freud, dunque, rivoluziona il modo di considerare la coscienza stessa, come nota Paul Ricoeur, che lo include con Marx e Nietzsche tra i maestri del sospetto”, in quanto riconduce le scelte, i valori. i comportamenti e le dinamiche sociali stesse, al di là dei motivi esplicitamente riconosciuti, a processi che nulla hanno a che vedere con lintenzione e la volontà.
Saranno infatti molti gli artisti, i letterati e ì filosofi che subiranno il fascino di questa rivoluzionaria teoria. Le stesse teorie di Freud, inoltre, saranno in grado di dare una spiegazione coerente alladesione ai totalitarismi, inquadrandoli come il risultato di dinamiche interne alla psiche umana: da qui emergono i presupposti per la nascita di una nuova scienza, la psicologia sociale.

logo
Liceo classico P.Sarpi
2005-2006

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: