I TRE PORTALI

 

  • Nella Cattedrale i tre portali occidentali, dove le 24 statue-colonne e i fregi dei capitelli provvedono a creare una divisione, sono considerati come un unicum nel panorama dell’arte romanico-gotica.
  • Il timpano illustra la Nascita di Cristo, l’Ascensione e la Resurrezione. Negli archivolti sono scolpiti i lavori di ogni mese e le arti liberali, con allusione al fatto che una vita serena sulla terra deve unire al lavoro manuale, eseguito mese per mese, l’attività intellettuale rivolta agli studi.

  • Episodi tratti dalla vita di Cristo sono scolpiti sui capitelli, mentre le “statue-colonne” rappresentano figure di re e regine dell’Antico Testamento e i precursori di Cristo.

  • Nmerosi scultori contribuirono a questo capolavoro, anche se il vero grande artista fu quello che scolpì il portale centrale, con quelle sue statue allungate, ieratiche, come sospese tra cielo e terra, a imitazione delle statue greche del periodo classico.
  • Queste statue costituirono un modello seguito in Francia e talora anche in Spagna e in Inghilterra, ma nessuno riuscì a eguagliarne la qualità artistica e l’intensità spirituale.
  • Chartres, insieme all’abbazia di S. Denis, non solo riflette pienamente lo stile romanico, ma contiene in germe lo sviluppo futuro che avrebbe condotto al gotico.