il 21 aprile nuovamente a MONFALCONE


Marta Cuscunà  con E bello vivere liberi!”

Pal’io teatrale studentesco 2012: il programma

di Redazione Gorizia Bora.la

Dal 17 al 21 aprile si svolgerà  l’edizione 2012 del Pal’io teatrale studentesco. La manifestazione è promossa dalla Provincia di Gorizia, in collaborazione con i Comuni di Gradisca dIsonzo, Gorizia, Monfalcone, Grado, Cormons, ed organizzata per il terzo anno consecutivo da Mattatoioscenico.

I veri protagonisti del Pal’io saranno però ancora una volta gli studenti delle scuole superiori del Goriziano, nel consueto spirito transfrontaliero che prevede la partecipazione di istituti scolastici Isontini e dell’area di Nova Gorica. Agli studenti verrà  infatti affidato il compito di misurarsi con il palcoscenico, di confrontarsi con il pubblico e con la giuria di esperti chiamata a valutare le performance degli attori, la regia, gli effetti scenici, il lavoro di gruppo. Il Pal’io si propone infatti, sin dalla sua prima edizione, come un’occasione di crescita, di confronto, di formazione sia per gli studenti che vi partecipano in prima persona che per quanti assistono agli spettacoli dalla platea.

Il programma di questa edizione si preannuncia ricco, con cinque serate in cui si alterneranno sul palco il Gimnazija di Nova Gorica, la Srednja Sola Veno Pilon di Aidussina (vincitrice dell’edizione 2011 del Pal’io teatrale studentesco), il Gimnazija di Tolmino, lIsis Alighieri-Slataper-Duca degli Abruzzi” e lIsis Cossar-Da Vinci” di Gorizia.

Il sipario sull’edizione 2012 del Pal’io si aprirà  marted’ 17 aprile alle ore 20 al centro culturale Bratuz a Gorizia. Quindi la manifestazione si sposterà  al Gimnazija di Nova Gorica per poi trasferirsi nellIsontino: gioved’ 19 aprile al Teatro comunale di Cormons e venerd’ 20 alla sala Bergamas di Gradisca.

Sabato 21 aprile, durante la serata conclusiva dedicata alle premiazioni, si esibirà  sul palcoscenico del Teatro Comunale di Monfalcone lattrice e regista monfalconese Marta Cuscunà  con E bello vivere liberi!”. Lo spettacolo, diventato di culto con più di cento repliche in giro per i teatri d’Italia, vincitore del Premio Ustica 2009, è ispirato alla biografia della monfalconese Ondina Peteani, prima staffetta partigiana dʼItalia deportata ad Auschwitz.

Il catering delle serate sarà  a cura dell’Istituto Ipsiam di Grado, mentre il servizio di sala nei teatri sarà  gestito dagli studenti dellIsis Pertini di Monfalcone.

Tutte le serate saranno ad ingresso libero e gratuito.