La biografia di Primo Levi

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

soluzione dell’esercizio di didattica del riassunto

del prof. Dario Tonelli

Passaggio 1: evidenzio in grassetto le parole che riguardano le date della vita di Primo Levi

Primo Levi, scrittore- testimone e poeta italiano nacque a Torino nel 1919, studiò chimica all’università di Torino dal 1939 al 1941 e successivamente, mentre lavorava come ricercatore chimico a Milano, decise di unirsi ad un gruppo di resistenza ebraica che si formò in seguito all’intervento tedesco nel nord d’Italia nel 1943. Per questo motivo fu catturato dalla Milizia fascista il 13 dicembre 1943 e fu condotto prima in un campo dinternamento a Fossoli, poi nel campo di sterminio (Lager) nazista di Monòwitz, vicino Auschwitz, insieme con altri 650 ebrei, egli sopravvisse perché impiegato in attività di laboratorio.

Furono proprio le attività di laboratorio che aumentarono le sue possibilità di non ammalarsi gravemente, di salvarsi dai congelamenti, poiché i laboratori erano riscaldati, e di superare le selezioni.

Nel 1947 scrisse Se questo è un uomo, dove descrive la sua terribile esperienza e le atrocità a cui assistette.

Sempre sull’esperienza fatta da Levi nel lager nazista verte il romanzo La tregua del 1963 che descrive il lungo viaggio verso la Polonia e la Russia dei sopravvissuti ai campi di sterminio e Se non ora quando? del 1982 in cui si riprendono i temi della guerra e dellebraismo.

 Infine, nel 1987, Levi si tolse la vita forse a causa delle negative conseguenze psicologiche apportategli dall’esperienza del Lager.

Passaggio 2: si forma così la cronologia della vita di Primo Levi

Ø     1919 nasce a Torino

Ø     1939-1941 studia Chimica a Torino

Ø     1943 si unisce a un gruppo della resistenza a Milano

Ø     1943 viene arrestato e inviato in un lager vicino Auschwitz

Ø     1947 scrive Se questo è un uomo

Ø     1963 scrive La tregua

Ø     1982 scrive Se non ora quando?

Ø     1987 muore suicida

Pubblicità

Un pensiero riguardo “La biografia di Primo Levi

I commenti sono chiusi

shares