La cultura della valutazione


nella Regione Lombardia

La sperimentazione dei percorsi di istruzione e formazione ha visto coinvolti Istituti Tecnici e Professionali.

Nel 2006 sono state somministrate le prime prove di valutazione esterna alla fine dell’esame di qualifica.

La presenza di queste prove, ha stimolato un miglioramento dei livelli di competenze, e non solo di conoscenze.

Con il tempo è cresciuta la consapevolezza dell’importante di un sistema di valutazione esterno.

È cresciuta cos’, in Lombardia, una cultura della valutazione. Gli organismi regionali hanno stabilito gli OSA (Obiettivi Specifici di Apprendimento) cui le istituzioni scolastiche facenti capo alla Regione Lombardia dovevano uniformarsi.

Questo sistema di valutazione esterna si integra perfettamente, e non sostituisce, il sistema di valutazione interna della scuole.

La valutazione interna e quella esterna, pertanto, non devono essere viste in concorrenza.

Se non c’è la valutazione esterna, la valutazione interna rischia di essere autorefenziale.

Senza valutazione interna, la valutazione esterna rischia di essere aleatoria.