Preghiera (1919)


di Giuseppe Ungaretti

Quando mi desterò
dal barbaglio della promiscuità 
in una limpida e attonita sfera

Quando il mio peso mi sarà  leggero

Il naufragio concedimi Signore
di quel giovane giorno al primo grido.