Pronto soccorso

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Traumi: sportivi – danni da sport

Possono essere : a carico del tessuti molli contusione (arrossamento della parte interessata che col tempo diventa viola, poi blu e giallo. Applicare acqua fredda  o ghiaccio al max 20 minuti; abrasione o escoriazione (interruzioni superficiali della cute con piccola fuoriuscita di sangue. Pulire, detergere e disinfettare); ferite da taglio (generalmente superficiale, applicare punti di sutura se il sangue non si arresta), da punta (un agente appuntito va a ledere in profondità i tessuti muscolari, ricovero in ospedale necessario, non togliere il corpo estraneo), da arma da fuoco (le ferite possono essere gravi se si recidono arterie o vene, porre un laccio emostatico a monte al max per 20’). A carico dei tessuti molli distorsione (a causa di una caduta i capi ossei si allontanano e poi ritornano subito nella loro posizione. Questo provoca una distensione dei legamenti e dei tendini che porta ad una tensione per l’articolazione. È dolorosa e c’è impossibilità di movimento. Applicare ghiaccio e riposo); lussazione (allontanamento dei corpi ossei che fuoriescono dalla sede, tipico della spalla –deformazione della parte interessata, va risistemata da medici competenti-, tendini e legamenti si strappano); frattura (rottura totale o parziale di un osso. È completa quando si formano 2 monconi ossei. Quando sono chiuse l’osso non fuoriesce dalla pelle, mentre sono aperte quando fuoriesce –schegge, multipla, a legno vivo, esposta-). A carico dei muscoli stiramento (rottura delle fibre muscolari, mai massaggiare, immobilizzare); strappo (lesione quasi totale del muscolo, distacco del tendine dall’osso, piccolo avvallamento).

Malori: mal di milza (si accusa durante la corsa a sx. è un organo cavo di deposito dei globuli rossi che vengono richiamati per mettere in circolo più ossigeno. È un fattore fisiologico che si manifesta nei casi poco allenati); mal di fegato (si avverte a dx ed è causato dal cuore che pompa più a dx che a sx); colpo di sole (dipende dalle radiazioni solari che colpiscono la testa. Porta ad un aumento della temperatura del corpo tanto da portare alla morte. Sintomi come febbre alta, pelle caldissima e secca, nausea e confusione mentale); colpo di calore (provocato dalla permanenza in luoghi caldi e umidi. Abbassamento della pressione e svenimento anticipato da elevata sudorazione); svenimento (si verifica per annegamento, assodamento, soffocamento, trauma, insuff afflusso di sangue al cervello, epilessia).

Congelamento (si verifica nelle estremità del corpo i quanto il sangue viene chiamato a mantenere più caldi gli organi vitali. Quindi i tessuti rimangono con pochissimo sangue che se si prolunga va incontro a necrosi –morte del tessuto-).

Assideramento (colpisce tutto il corpo, contatto diretto col corpo, abbassamento della temperatura corporea con conseguente arresto cardiaco. La persona si addormenta, perde i sensi e muore).

Ustioni (causate dal calore, freddo, sostanze chimiche o folgorazione. A seconda del tempo di permanenza dell’agente ustionante sulla pelle si hanno ustioni di 1°, 2° o 3° grado).

Avvelenamento (morsi di animali –vipera, ragno, zecca-).

di Ludovica

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: