Reclutamento dirigenti Scolastici tramite SSPA: il giudizio della CISL

Sharing is caring!

Riportiamo il giudizio della CISL sulla parte del Decreto del Governo che riguarda le nuove modalità di reclutamento dei dirigenti scolastici: “Positivo aver mantenuto l’ancoraggio della dirigenza scolastica ad uno specifico ambito di provenienza professionale, quello del lavoro docente, che resta confermato come requisito obbligatorio di accesso ai concorsi, nella consistenza temporale già oggi stabilita (cinque anni di ruolo):
ma proprio questo dato mette in risalto, per contrasto, il rischio insito nell’affidamento del reclutamento alla Scuola nazionale di Amministrazione. Scelta che, se non opportunamente bilanciata da un consistente peso assegnato all’area delle competenze pedagogico-didattiche, potrebbe indirizzare il profilo verso una deriva burocratica, a prevalente stampo amministrativo. Si finirebbe così per snaturare senso e ruolo della dirigenza scolastica, privandola della specificità costituita dall’esercizio della leadership educativa, che per quanto ci riguarda va assolutamente salvaguardata, perché legata a un’idea di buona scuola alla quale non intendiamo rinunciare.”
Condividiamo le preoccupazioni espresse dalla CISL

shares