Dalla prima alla seconda guerra punica:  241-219 a.C.

Dalla prima alla seconda guerra punica:  241-219 a.C.

dalla Storia romana

di Carlo Zacco

La Spagna. Dopo la perdita della Sicilia i Cartaginesi si rivolsero in Spagna e cercarono di ampliare la propria influenza su quel territorio. In questa operazione si succedettero i due generali Amilcare Barca e dopo la sua morte, suo figlio Asdrubale, che in breve tempo conquistarono praticamente tutta la Spagna, dalle colonne d’Ercole fino al fiume Ebro.

Trattato con Cartagine. Di fronte a questa avanzata Roma non si oppose, pensando che questa invasione avrebbe distolto Cartagine dal volersi riprendere la Sicilia, e nel 226 a.C. si limitò a stipulare un trattato con Asdrubale, che si impegnava a non attaccare nessuna città che si trovasse al di là del fiume Ebro.

La presa di Sagunto. La situazione si complicò quando nel 219 a.C.  Annibale, figlio di Amilcare Barca, invase la città di Sagunto, che si trovava all’interno della linea stabilita dal trattato, ma che aveva in precedenza firmato un’alleanza con Roma. Questa considerò l’invasione di una città amica come un infrazione del trattato, e mandò un ultimatum che chiedeva la liberazione di Sagunto, e la consegna a Roma di Annibale insieme ai suoi consiglieri. Al rifiuto di Cartagine di eseguire quanto richiesto fu dichiarata guerra.

Audio Lezioni di Storia Romana del prof. Gaudio

Ascolta “Storia Romana” su Spreaker.