Diritti fondamentali

 

I diritti fondamentali non sono soltanto quelli previsti dalla costituzione

Infatti, l’articolo 2 della costituzione contiene un catalogo aperto, dove si vanno iscrivendo nuovi diritti ritenuti fondamentali, dettati dalla coscienza sociale. Ad esempio non è stato scritto nella Costituzione il DIRITTO ALLA VITA, o IL DIRITTO ALLONORE, eppure si tratta di diritti riconosciuti.

Comunque, i diritti ritenuti fondamentali dal giudice,  non hanno bisogno di seguire i passaggi giuridici di altri diritti, quindi il giudice, appena cita l’articolo 2 della Costituzione, emana una sentenza in cui viene tutelato un diritto fondamentale, e questo passa in primo piano rispetto a elementi meno importanti.

I diritti fondamentali di carattere sociale hanno un nucleo di pretesa, cioè consistono in una pretesa che l’uomo rivolge alla struttura pubblica.

I diritti fondamentali civili, invece, hanno un nucleo negativo, in quanto consistono in una richiesta rivolta alla struttura pubblica di non far nulla, e di lasciare quindi il massimo spazio alla libertà.