Dopo Darwin c’è Gould


In seguito alle scoperte di Darwin un altro studioso approfondì le sue teorie: Stephen Jay Gould

tema svolto a casa da Elena

Stephen Jay Gould nasce a New York nel 1941, fu un celebre paleontologo, morto nel 2002 ad appena sessanta anni. Si laurea prestissimo in geologia presso l’Antioch College.
Si dice che Gould abbia avuto unilluminazione circa la sua futura carriera a cinque anni quando, durante una gita con i genitori, fu portato al museo di storia naturale di New York. Girando fra quelle immense sale, piene di oggetti misteriosi e singolari, circondato da ossa di animali morti e riproduzioni di strane specie, ebbe la forte percezione di essere inesorabilmente attirato da quel mondo. E davanti allo scheletro di un Tirannosauro, capì che gli sarebbe piaciuto dedicarsi alla scoperta e ricostruzione della storia più antica, quella della terra.
I suoi sogni si avverarono, diventò infatti un paleontologo di fama internazionale ed elaborò inoltre sue teorie personali, diventando quello che tutti gli scienziati cercano, essere ricordati per aver fatto e detto qualcosa di importante.
Con Eldredge stabilì l’ipotesi degli equilibri punteggiati, una teoria che non tutto il mondo della scienza condivide. Egli sosteneva che le teorie di Darwin, ovvero che solo grazie a lentissimi mutamenti le specie si sono evolute, facendo sopravvivere solo gli organismi più forti” che si sono rivelati i più idonei a vivere sul pianeta. Ma sosteneva anche con il suo collega che la Natura in questi ultimi anni ha fatto anche dei salti, facendo cioè accelerare l’evoluzione di una certa specie rispetto a un’altra in maniera incalcolabile, questo secondo loro può essere successo con il salto evolutivo dell’Uomo rispetto ad altre specie.
E quindi una modificazione morfologica apparentemente banale, che ha permesso di coprire in un batter d’occhio (si fa per dire), il percorso che forse si sarebbe compiuto in milioni di anni (ma siamo sempre, non bisogna dimenticarlo, nel regno della casualità, dunque non è detto che si sarebbe compiuto proprio “quel” percorso).
Questo biologo diventò però importante non solo per le sue scoperte scientifiche ma anche perché letteralmente ebbe un enorme successo che lo portò a notevoli riconoscimenti.
Condivido molto ciò che ha affermato questo biologo, perché l’uomo se ci soffermiamo a pensare è veramente un puntino nell’Universo, ma già il fatto che si è evoluto e adattato alla terra è una grande cosa da non sottovalutare. Come egli stesso afferma questa teoria, lo trovo anche io esaltante perché mi rende orgogliosa. Ogni essere umano è unico rispetto all’Universo perché siamo tutti diversi uno dall’altro. Abbiamo però un punto in comune con tutti gli altri esseri viventi, abitiamo sullo stesso pianeta anche se abbiamo diverse culture e caratteristiche fisiche.
I suoi testi letterari hanno avuto molto successo perché hanno diffuso l’idea di ragionare senza pregiudizi sia ideologici che religiosi, sollevando anche in certe sue affermazioni polemiche e discussioni.

di Elena

Un pensiero su “Dopo Darwin c’è Gould

I commenti sono chiusi.