Filosofarti 2014

PRESENTAZIONE

Appuntamento atteso e giunto alla sua X Edizione, Filosofarti è il festival di Filosofia che  dal 1 al 17 marzo 2014 –  animerà  la Provincia e la Regione Lombardia vedendo come epicentro la città di Gallarate, città che lo propone come un’iniziativa  annuale a cura del Teatro delle Arti di Gallarate in sinergia con la amministrazione comunale e la Fondazione Cariplo, primo partner di progetto, nell’ambito del più ampio programma di OFFICINA CONTEMPORANEA

 

L’iniziativa, che da alcuni anni gode ormai di una riconoscibilità da parte di un  pubblico cresciuto anche qualitativamente,  vede gli enti organizzatori avvalersi storicamente di patrocini illustri –  fra i quali spiccano il MAGA, capofila del progetto di Officina Contemporaneail Comune di Gallarate, la Provincia  di Varese, il Miur nella sua espressione provinciale  U.S.T., e, oltre all’Università dellInsubria nell’ambito del Progetto ‘Giovani pensatori, anche la Società Filosofica Italiana  – sezione Varesina –   che ha assunto il progetto nell’ambito delle manifestazioni nazionali della Società stessa. Inoltre, la Fondazione Cariplo l’ha selezionato fra quelli meritevoli di attenzione sul piano regionale e la città di Busto Arsizio sostiene il programma generale degli eventi, curato anche da enti culturali del bustese.

 

La logica progettuale sottesa fa sì che la programmazione sia davvero cogestita dalle diverse realtà emergenti nella cultura cittadina e provinciale per un prodotto coerente e dinamico, in  grado di    coinvolgere  il territorio dell’area vasta in una progettazione che porta la filosofia alla gente, senza deludere le aspettative degli specialisti.  La sfida del Filosofarti, sinora decisamente vinta, sta infatti nel permettere a tutti, dal bambino alladulto, dall’esperto al  semplice curioso, di confrontarsi con la riflessione filosofica e di farlo attraverso modalità interattive e innovative senza snaturare la complessità della teoresi.

 

La specificità del Festival, che sta nel coniugare la  riflessione filosofica con le arti,  si esprime quest’anno attraverso il tema prescelto, ovvero AGORA/COMUNICAZIONE. Il festival stesso, in effetti, è di per sé luogo simbolico di un agorà del pensiero che mette in comunicazione visioni del mondo, modelli culturali e relazionali  operando  attraverso canali comunicativi differenti ma tutti in grado di costituire una dimensione di ‘piazza, di condivisione di immaginari e di idealità, di compartecipazione anche attiva: l’esperienza del  teatro, del cinema, della musica e della danza, della scrittura e delle arti figurative sono infatti spazi di interazione privilegiati anche per chi li vive da spettatore consapevole, e il taglio teoretico delle proposte, anche di quelle più ricreative, favoriscono tale consapevolezza.

 La dimensione della piazza, sia essa fisica e architettonica o simbolica, è inoltre anche contenuto tematico del festival che prosegue lintenzionalità di riflettere su come l’identità  – sia sul piano personale, come pure su quello collettivo, culturale e territoriale –  si sostanzi della ricchezza dell ‘altro da sé, il cui incontro avviene entro tempi/spazi ed eventi che creano piazze reali e virtuali.

 

Il Festival coniuga pertanto l’aspirazione di ciascuno alla bellezza e alla verità proponendo una ricerca che invita a riprendersi il proprio tempo, ovvero quello meno concitato e più dilatato del pensiero e della contemplazione. 

 

Il progettista

Prof.ssa Cristina Boracchi

 

 


 

LAsessore alla Cultura del Comune di Gallarate                            Officina Contemporanea

Prof. S. Nicosia                                                                                     Dott. ssa  Emma Zanella

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FILOSOFARTI E LA CITTÀ

 

I partecipanti agli eventi di Filosofarti possono partecipare al progetto  VALOREinCOMUNE™ .

VALOREinCOMUNE™ è un programma di marketing territoriale che sostiene e stimola l’economia locale.

L’idea alla base di VALOREinCOMUNE è che il benessere di una comunità è strettamente collegato al buon funzionamento della piccola economia locale, e questo può essere sostenuto incoraggiando gli abitanti a comprare di più nel proprio territorio. L’obiettivo è motivare la popolazione ad acquistare un po’ di più presso gli esercizi commerciali locali.

Le parole chiave di VALOREinCOMUNE™ sono molto semplici e dirette:

  • Spendiamo di più nel nostro territorio e sosteniamo gli imprenditori indipendenti, perché questo:

  1. CREA posti di lavoro e risorse economiche a disposizione di tutti, perché il benessere locale viene in massima parte ridistribuito localmente

  2. ATTRAE nuove attività e nuove occasioni di lavoro, spesso di buona qualità e rispettoso dei diritti e dei bisogni sociali 

  3. FAVORISCE, in modo diretto e indiretto, un miglior livello di vita e benessere per tutta la comunità

In definitiva, ogni cittadino può, con le sue SCELTE CONSAPEVOLI, agire per migliorare la sua comunità.

Con VALOREinCOMUNE™ i piccoli imprenditori locali si mettono INSIEME per incoraggiare i CITTÀDINI ad acquistare nei negozi di prossimità.

Per questo, VALOREinCOMUNE™ è un programma che può anche aiutare a combattere la crisi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INFORMAZIONI:

 

ACCESSO:

Tutte le conferenze e i laboratori, come le mostre d’arte e fotografiche, sono a libero accesso.

L’ingresso al Museo MAGA è a pagamento come gli spettacoli teatrali e le cene filosofiche, che tuttavia sono offerte a costi molto popolari, come indicato nel programma generale di INTERSEZIONI.

 

 

 

PRENOTAZIONI:

Individui: Solo per alcuni eventi –  di volta in volta indicati nel programma generale di INTERSEZIONI –  è richiesta o consigliata la prenotazione al newcomm@teatrodellearti.it.

 

 

Scuole/Gruppi: Per la partecipazione agli incontri di gruppo scolastici è prevista  la prenotazione tramite newcomm@teatrodellearti.it

 

LIBRERIE: Gli scritti dei relatori sono in visione e in vendita presso le librerie del centro: Carù, Libreria Rinascita,  Biblos.

INFORMAZIONI: WWW.FILOSOFARTI.IT

                  

Come raggiungere Gallarate

 

Aeroporto: Milano Malpensa,  Milano Linate

Ferrovia: linea MILANO – DOMODOSSOLA

                     MILANO – VARESE – PORTO CERESIO

                     MILANO – LUINO:

                 treni diretti e locali – fermata GALLARATE

 

            Auto:            Autostrada MILANO-VARESE,   uscita di GALLARATE

 


 

 

PROGRAMMA GENERALE – INTERSEZIONI

 

 

 

SABATO 1 MARZO 2014 – Ore 10.00

ASPETTANDO FILOSOFATI PER OFFICINA CONTEMPORANEA

Palazzo Minoletti, Piazza Garibaldi – Gallarate

VERNISSAGE/MOSTRA

Ripensare il Moderno.

Ipotesi per il riuso e la valorizzazione di Palazzo Minoletti

A cura di: Società Gallaratese per gli Studi Patri con MAGA e il Politecnico di Milano, dip. ABC

Apertura sino al 14 marzo 2014

 

Mostra a cura di: Paolo Gasparoli (Politecnico di Milano) – Matteo Scaltritti (Società Gallaratese per gli Studi Patri) – con la collaborazione di: Anna Teresa Ronchi, Giulia Totaro (Politecnico di Milano) e la partecipazione degli studenti del Laboratorio di progettazione tecnologica e strutturale, II anno Laurea Magistrale, Scuola di Architettura e Società, Politecnico di Milano – Docenti: Prof. Paolo Gasparoli (Coordinatore), Prof. Roberto Felicetti, Prof.ssa Elena Bruni   – grafica: Luca Mazzoni.

Orari di apertura della mostra:

da lunedì a venerdì 11-13 e 16-19

sabato e domenica 10-13 e 15-20

 

 

SABATO 8 MARZO 2014  – Ore 10.00 – 13.00

Ridotto del Teatro Condominio Vittorio Gassman”– Via Sironi – Gallarate

Seminario di studi

Ripensare il Moderno.

 Ipotesi per il riuso e la valorizzazione di Palazzo Minoletti

A cura di: Società Gallaratese per gli Studi Patri con con MAGA e il Politecnico di Milano, dip. ABC

 

Ore 17.30

Libreria Ubik,  Piazza San Giovanni, Busto Arsizio

Presentazione del libro

AMILCA ISMAEL

Effimera libertà

 

Ore 21.00

Teatro Condominio Vittorio Gassman”– Via Sironi – Gallarate

Spettacolo teatrale

FRANCESCA REGGIANI

50 sfumature di Francesca

con Francesca Reggiani
scritto da VALTER LUPO, FRANCESCA REGGIANI,

GIANLUCA GUGLIARELLI, LINDA BRUNETTA

Ingresso: Euro 32 – 28 –  24 – Prenotazione obbligatoria: Tel .0331. 770082

 

 

 

 

DOMENICA 9 MARZO 2014 – Ore 10.00 – 17.00

Cortile di Palazzo Broletto, Via Cavour – Gallarate

Mercato equo-solidale

L’altrocibo

A cura degli Assessorati ai servizi sociali e alla partecipazione

A seguire: Ore 15.00

 Lanterna magica: la fiaba in piazza

Non di solo pane..

Racconti dal mondo

A cura del Sistema Bibliotecario Panizzi

 

Ore 15.30 -18.30

Piazza San Giovanni, Busto Arsizio

Happening –  per bambini e adulti sulla differenza di genere

MICHELA PRANDO

Spettacolo teatrale:  Lo Spazio bianco

A seguire:

Laboratori per bambini e adulti sulla differenza di genere

Flash mob

A cura della Consulta per le pari opportunità del Comune di Busto Arsizio

e del Comune di Gallarate in collaborazione con Cooperativa L’Aquilone, Eva onlusEos Onlus,

Associazione Donna OggiUISP Varese

 

 

Ore 16.00

Chiesa di San Pietro, Gallarate

Lezione-concerto

CARLO BELLORA – M.TERESA BALESEMIN – R. PASSERINI

I salotti di Vienna”

La musica da camera tra sonate strumentali e lied vocali

musiche di W.A. Mozart e F.Schubert

 

 

Ore 17.00

Il Sestante  Fotoclub, Via S. G. Bosco 18, Gallarate

Vernissage –  Mostra Fotografica

RAOUL IACOMETTI

Storie distratte

Orari di apertura: da Giovedì a Sabato, ore 16.30 – 19.00;

Domenica 16 marzo: ore 10.00 – 12. 00  e  16.30 – 19. 00

 

 

Ore 18.00

MAGA, Via De Magris, Gallarate

Musicazione su FILM

EMANUELE BECHERI

Impressioni 09.03.2014

 

 

Ore 18.00 – 20.00

Sede Stoà – via Via Gaeta,10

Stoap – incontro con aperitivo

MASSIMO BERNARDINI

Parole in Piazza – La TV ai tempi dei social network

 

 

Ore 21.00

Cinema Teatro Fratello Sole (Sala) – Busto Arsizio

Conferenza

CARLO MARIA MOZZANICA – LUCIANO PATETTA

 Ai bordi della piazza?”

A cura di:  Associazione Ali daquila

 

 

 

LUNEDI 10 MARZO 2014

 Ore 10.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

 Oltre l’indifferenza:  PROIEZIONE DEL FILM

Bianca come il latte, rossa come il sangue

Presentazione e materiale didattico a cura di Cristina Boracchi

 A cura di Lions Gallarate Host e Seprio

Prenotazione obbligatoria: newcomm@teatrodellearti.it

 

 

Ore 17.30

LOpalelight, Piazza Risorgimento 14 –  Gallarate

Lezione magistrale

GIULIANO  BOCCALI

Silenzio, parola, testo scritto:la dinamica indiana

 

 

Ore 21.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Lezione magistrale

PHILIPPE  DAVERIO

La piazza,  luogo dell’incontro della memoria urbana

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

 

 

MARTEDI 11  MARZO 2014

 Ore 9.30 e Ore 14.30

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Lezione magistrale

FRANCO TRABATTONI

La ‘sapienza umana’ di Socrate

a seguire: Spettacolo teatrale

COMPAGNIA CARLO RIVOLTA

LUCIANO BERTOLI

 APOLOGIA DI SOCRATE

Ingresso: E. 9.00 –  Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

 

Ore 15.15

Università della Terza Età – Il Melo, Via Magenta,3 – Gallarate

Lezione magistrale

MARIAGRAZIA BORACCHI

La filosofia ellenistica e l’evoluzione a Roma

 

Ore 16.30 – 18.30

Planet Soul – Il Melo, via Magenta 3 – Gallarate

CONVEGNO DI STUDIO

Quando insieme si fa la differenza

A cura di:Associazione Italiana Scl’erosi Laterale Amiotrofica – sezione di Varese

Associazione Parkinson Insubria – sezione di Cassano Magnago

Varese Alzheimer – gruppo operativo di Gallarate

Azienda Ospedaliera SantAntonio Abate

 

Ore 17.00

Istituto musicale G. Puccini, Via Dante, 11 –  Gallarate

Lezione/concerto

Dalla piazza al salotto”

 Le trascrizioni del melodramma nel repertorio cameristico

 A cura del Liceo Musicale G. Puccini

 

Ore 21.00

Cinema Teatro San Giovanni Bosco –  Busto Arsizio

Cineforum

PAOLO CASTELLI – PATRIZIA CORBO

e ora parliamo di Kevin”  – Regia di  di Lynne Ramsay

Ingresso: E. 5

 

Ore 21

Planet Soul – Il Melo, via Magenta 3 – Gallarate

Incontro con 

MARIO PICOZZI

La vita insegna alla vita

Bioetica, storie e vita quotidiana

 

 

MERCOLEDI 12  MARZO 2014

 Ore 9.30

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Lezione magistrale

FRANCO TRABATTONI

La ‘sapienza umana’ di Socrate

a seguire: Spettacolo teatrale         

COMPAGNIA CARLO RIVOLTA

LUCIANO BERTOLI

Apologia di Socrate

Ingresso: E. 9.00 – Prenotazione obbligatoria: newcomm@teatrodellearti.it

 

 

Ore  14.30 – 16.30

Palestra ISIS G. Falcone, Via Matteotti, 4 – Gallarate

Laboratorio di  danza creativa per ogni fascia di età

PAOLA MEDEGHINI

Lagorà della danza

Prenotazione al n° 3392791645 – Si consiglia abbigliamento comodo

 

 

Ore 21.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Lezione magistrale/Intervista

UMBERTO GALIMBERTI

Relazione e comunicazione

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

 

 

GIOVEDI 13   MARZO 2014

Ore 10.00 – 12.30

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Seminario di studio

CARLO SINI, FABIO MINAZZI,  MICHELE DI FRANCESCO

Comunicazione : lo sguardo teoretico, epistemologico e neuroscientifico:

Il fondo dei saperi –   Comunicare oggi in una società liquida

Perché il linguaggio non è progettato per la comunicazione

In collaborazione con: Giovani pensatori – Università dellInsubria e IUSS Pavia

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

 

 

Ore  17.30 – 19.30

Palestra ISIS G. Falcone, Via Matteotti, 4 – Gallarate

Laboratorio di  danza creativa per ogni fascia di età

PAOLA MEDEGHINI

Lagorà della danza

Prenotazione al n° 3392791645 – Si consiglia abbigliamento comodo

 

 

Ore 20.00

Ristorante  “Saperi e Sapori ” Istituto Alberghiero I.S. G. Falcone , Via Matteotti, 4 – Gallarate

Serata gastronomica  – Degustazione a buffet

Cibo da strada: la sala come la piazza, isole degustazione con musica dal vivo

Prenotazione obbligatoria  al n°.  0331/774605 o via mail all’indirizzo ipcalberghiero@virgilio.it

 

 

Ore 21.00

Teatro delle Arti, Gallarate

Cineforum/incontro con l’artista

 MAURIZIO NICHETTI

Ladri di saponette

Commento a cura di A. Croci

Ingresso: E. 6.50

 

 

VENERDI 14 MARZO 2014

 

 

dal 14 al 16 marzo 2014

Sede Stoà – via Via Gaeta,10 –  e spazi murari urbani di Busto Arsizio

Workshop artistico

ALICE PASQUINI

Tabula rasa: scrape off the wall

Informazioni: Benedetta Candiani, segreteria@stoabusto.it

 

 

 

Ore 10.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Scatolamagica: SPETTACOLO TEATRALE E  MUSICALE

MICHELE CAFAGGI

Ouvertures des saponettes – concerto per bolle di sapone

Destinatari: scuole  materne, primarie, classi prime di scuola secondaria di primo grado

Gratuità docenti e portatori di handicap –  Prenotazione obbligatoria: newcomm@teatrodellearti.it

Ingresso: E. 3,5

 

 

Ore 18.00

Villa Delfina, Crenna

VERNISSAGE/MOSTRA

A cura dell’Associazione Vivere Crenna

GIORGIO POMELLA

Piazze d’Italia

Acquerelli di Giorgio Pomella realizzati per Touring Club Italiano e De Agostini.

Apertura mostra: sabato 15 e domenica 16 marzo – ore 10,00-12,30 e 14,30-19,00

 

 

 

ORE 18.30

Aula magna Liceo Crespi – Busto Arsizio

Incontro con l’autore

GIANNI VATTIMO

A cura di Libreria Ubik – Busto Arsizio

 

 

Ore 21.00

Il Sestante Fotoclub, Gallarate

CONVERSAZIONE A MARGINE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA

RAOUL IACOMETTI

Storie distratte

Orari di apertura: da Giovedì a Sabato, ore 16.30 – 19.00;

Domenica 16 marzo: ore 10.00 – 12. 00  e  16.30 – 19. 00

 

 

Ore 21.00

Sede Stoà – via Via Gaeta,10 – Busto Arsizio

Lezione magistrale

KHALID CHAOUKI

La piazza che cambia – L’altro (non più) dietro l’angolo

 

 

Ore 21.30

Planet Soul – Il Melo, Via Magenta, 3 – Gallarate

SERATA JAZZ

“JAZZ & MOVIES”

La filosofia musicale nel cinema.

PAOLO TOMELLERI, clarinetto – CARLO BAGNOLI, sax baritono

FABRIZIO BERNASCONI, piano  – MARCO MISTRANGELO, contrabbasso

TONY ARCO, batteria – IRENE NATALE, voce

Ingresso: E. 15.00 – riduzione tesserati UDM E. 10.00

 

 

SABATO 15 MARZO 2014 – Ore 15.00

 

Ore 9.00-12.00

Molini Marzoli Massari – Busto Arsizio

Convegno

VALENTINA FERRARI, MASSIMO MARASSI, ERNESTINA POLITI

Il volto, lo sguardo, le parole dell’altro nellagorà dei pensieri”

A cura di Patrizia Corbo –  Piccolo Principe –  e Cooperativa Daniele

 

Ore 10.00

Villa Delfina, Crenna

MOSTRA

A cura dell’Associazione Vivere Crenna

GIORGIO POMELLA

Piazze d’Italia

Acquerelli di Giorgio Pomella realizzati per Touring Club Italiano e De Agostini.

Apertura mostra:  ore 10,00-12,30 e 14,30-19,00

 

Ore 15.00

Villa Delfina, Crenna

READING TEATRALE

SARA MAGNOLI–

PIAZZA EUROPA – TUTTE” LE LINGUE DELLA LETTERATURA

 A cura del Sistema Bibliotecario Panizzi

 

Ore 17.00

Libreria Carù – Piazza  Garibaldi

INCONTRO CON LAUTORE

MARIO MAFFI

Luoghi di memoria, fra Stati Uniti ed Europa

A cura di Libreria Carù/ Il Buscadero

 

 

DOMENICA 16 MARZO 2014

 

ore 15.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Scatolamagica: LA FAMIGLIA A TEATRO

SPETTACOLO DÌ DANZA

Don Chisciotte

a cura di Proscaenium – Progetto Danza

Gratuità docenti e portatori di handicap

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

a seguire: Laboratorio creativo

SARA MAGNOLI

Laboratorio per bambini dai 6 ai 9 anni .

Prenotazione obbligatoria al n° 3356698718

 

 

Ore 16.00

Chiesa di San Pietro, Gallarate

Lezione-concerto

FRANCESCO PASQUALOTTO – CARLO BELLORA

Romanticismi musicali tra Vienna e Parigi”

L’evoluzione della sonata per violino e pianoforte dall’ultimo Beethoven a C.Franck

Musiche di L.van Beethoven e C.Franck

 

 

Ore 17.30

MAGA Gallarate, Via De Magri – Gallarate

LEZIONE MAGISTRALE

MARC AUGE – GIOVANNI GASPARINI

La vita quotidiana oggi / Le quotidien aujourdhui

Tempo e Spazio / Le temps et lespace –

Istituzioni e Interstizi / Les institutions et les interstices –

Globale e Locale / Le global et le local

Traduzione a cura di Ch. Lemoigne

 

 

Ore 19.00

Il Camaleonte Music Bar di Via Ippolito Nievo 27, Busto Arsizio

ASSOCIAZIONE 26X1

Aperitivo temporaneo musicale

Spazi urbani di eclusione e di inclusione

 

 

 

LUNEDI 17 MARZO 2014 – Ore 21.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

LEZIONE MAGISTRALE

UMBERTO CURI

Con le ali ai piedi. In margine al mito di Hermes

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

 

 


 

 

 

 

SEZIONI:

 

LAGORA DEL PENSIERO

MERCOLEDI 12  MARZO 2014

 

 

 

 

SABATO 8 MARZO 2014  – Ore 10.00 – 13.00

Ridotto del Teatro Condominio Vittorio Gassman”– Via Sironi – Gallarate

Seminario di studi

Ripensare il Moderno.

 Ipotesi per il riuso e la valorizzazione di Palazzo Minoletti

A cura di: Società Gallaratese per gli Studi Patri con con MAGA e il Politecnico di Milano, dip. ABC

 

 

Mostra a cura di: Paolo Gasparoli (Politecnico di Milano) – Matteo Scaltritti (Società Gallaratese per gli Studi Patri) – con la collaborazione di: Anna Teresa Ronchi, Giulia Totaro (Politecnico di Milano) e la partecipazione degli studenti del Laboratorio di progettazione tecnologica e strutturale, II anno Laurea Magistrale, Scuola di Architettura e Società, Politecnico di Milano – Docenti: Prof. Paolo Gasparoli (Coordinatore), Prof. Roberto Felicetti, Prof.ssa Elena Bruni   – grafica: Luca Mazzoni.

Il progetto di una mostra sulla Ex Casa del Fascio di Gallarate e sul suo progettista, l’architetto

milanese Giulio Minoletti (1910-1981), ha come primo obiettivo quello di tenere alta l’attenzione su un edificio che ha un ruolo significativo nel patrimonio architettonico e culturale della città.

L’interesse, altalenante, sulledificio razionalista di piazza Garibaldi è andato nel tempo muovendosi tra posizioni provocatorie, che ne proponevano la demolizione, e la redazione, in anni recenti, di un progetto di recupero per insediarvi la nuova biblioteca civica. Tale progetto non sembra trovare, al momento, sponsor politici o culturali che lo sostengano e ledificio si trova in stato di sostanziale

abbandono.

Superando un approccio limitato alla sola valutazione estetica o ideologica, la mostra è motivata

dalla consapevolezza del valore documentario che questo edificio assume all’interno del tessuto

storico del Centro cittadino e della necessità di riaffermarne il ruolo nella scena culturale della

città.

Negli ultimi anni l’interesse verso l’opera di Minoletti si è concretizzato in diverse iniziative tra cui:

• La mostra tenutasi nel 2009 a Gallarate Giulio Minoletti. Visioni urbane di Maurizio Montagna” a cura di Katia Accossato e Luigi Trentin;

• La giornata internazionale di studi Giulio Minoletti. La figura e l’opera” a cura di M.C. Loi, L. Tedeschi, C. Sumi e D. Vitale, tenutasi a dicembre 2012 presso il Politecnico di Milano e lOrdine degli Architetti di Milano

• Un progetto di ricerca tuttora in corso promosso dallArchivio del Moderno e dall’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera Italiana) curato da M.Burkhalter, L. Tedeschi, A. Bassi e C. Sumi

Va poi ricordato l’appello, nel 2009, rivolto all’Amministrazione di Gallarate per la salvaguardia del valore storico dell’edificio sottoscritto da professionisti ed enti internazionali impegnati nella protezione dell’architettura moderna. Tra gli altri Do.co.mo.mo Italia, l’associazione internazionale per la documentazione e la conservazione degli edifici del Movimento Moderno.

Dopo l’acquisizione della proprietà da parte dellAmministrazione Comunale, nel febbraio del 2009 e l’elaborazione del progetto per la biblioteca, un parte del piano terra è stata saltuariamente riaperta al pubblico, lo scorso anno, per ospitare iniziative culturali a partire dall’edizione 2012 di Duemilalibri. La mostra che si propone è finalizzata a focalizzare l’attenzione sulla Ex Casa del Fascio gallaratese, sul suo progettista e sul ruolo che questi ha assunto nel panorama dell’architettura moderna italiana tra gli anni 30 e 40 del ‘900.

Il tema del Filosofarti di quest’anno (AGORA), manifestazione nella quale questa iniziativa si inserisce, inoltre, suggerisce di reinventare il rapporto tra ledificio e la antistante piazza Garibaldi attraverso l’insediamento di funzioni che, dilatando lo spazio pubblico, si facciano da tramite per una reciproca e rivitalizzante nuova relazione. Come corollario sarà illustrata anche l’opera pittorica di Alessandro Pandolfi che venne realizzata nel 1940 nel grande salone vetrato del primo piano. Sarà altresì esposta una selezione degli elaborati didattici degli studenti del Laboratorio di progettazione tecnologica e strutturale del Politecnico di Milano che hanno svolto le loro esercitazioni sul tema del riuso della Ex Casa del Fascio, con l’obiettivo di restituire alla città e agli abitanti spazi di grande rilevanza urbana. A corollario della mostra, una conferenza illustrerà l’iniziativa. Sezioni della mostra: Giulio Minoletti e la sua attività di progettista: sarà illustrata la figura dell’architetto nel contesto culturale milanese alla luce della sua attività di progettista, pianificatore e di designer attraverso una rilettura degli studi più recenti. Il progetto della Casa del Fascio di Gallarate: questa sezione documenterà, anche con il supporto di immagini storiche, la costruzione della Casa del Littorio, intitolata ad Italo Balbo, nel contesto urbano della città di Gallarate alla fine degli anni 30 del 900. Saranno presentate immagini relative al progetto di Minoletti e Palanti con riferimenti al concorso di progettazione bandito allo scopo. Il dipinto di Alessandro Pandolfi La gloria”. Alcuni pannelli curati dagli operatori del Museo d’Arte Moderna di Gallarate (MAGa) documenteranno l’opera di Alessandro Pandolfi realizzata nel salone vetrato del primo piano del Palazzo. L’opera pittorica che rappresentava il Duce a cavallo con raffigurazioni dei mestieri sullo sfondo della città di Gallarate, dovrebbe essere ancora esistente, coperta da una scialbatura superficiale. In mostra sarà anche esposta una selezione di bozzetti e cartoni preparatori conservati presso il Museo per gli Studi Patri.

Suggestioni progettuali per un riuso della Ex Casa del fascio: nella principale sezione della mostra verrà esposta una selezione degli elaborati didattici conclusivi degli studenti del Laboratorio di progettazione tecnologica e strutturale della Scuola di Architettura e Società del Politecnico di  Milano. L’ipotesi progettuale assume come principio quello della conservazione e valorizzazione dell’edificio in un ottica di restituzione alla pubblica fruizione. Le modalità di riuso prospettate, esclusivamente a scopo didattico, vogliono comunque offrire alcuni suggerimenti diretti ad un riuso compatibile dell’edificio, con insediamento di funzioni sia pubbliche che private, ma comunque a carattere culturale e sociale.

Orari di apertura della mostra:

da lunedì a venerdì 11-13 e 16-19

sabato e domenica 10-13 e 15-20

 

 

Ore 17.30

Libreria Ubik,  Piazza San Giovanni, Busto Arsizio

Presentazione del libro

AMILCA ISMAEL

Effimera libertà

Una ragazza viene abbandonata davanti a un pronto soccorso di Torino in condizioni gravissime. Chi è? Come si chiama? Da dove viene? È nera, è bella, ha insoliti occhi verdi ed è molto giovane. Quanto al resto, non si sa niente di lei, per i medici ora è solo un corpo che sta lottando tra la vita e la morte. Ed è proprio facendosi strada tra la vita e la morte che la ragazza, in un allucinato monologo interiore, tenta di ricordare la sua storia. Nello spazio e nel tempo onirici del coma nel quale è caduta, ricostruisce il viaggio che, dieci anni prima, da un povero villaggio dell’Africa l’ha condotta in Italia con la promessa di un’istruzione e di condizioni di vita più degne. In Italia, invece, non trova che l’orrore della pedofilia e della prostituzione, è abusata, umiliata e manipolata da un circuito di gente abbiente e vuota, anonima e corrotta. Uno straziante urlo di dolore per tutte le donne. La letteratura si fa agorà del pensiero per trattare il dramma della donna e della migrante nella società contemporanea.

 

 

 

 

DOMENICA 9 MARZO 2014

Ore 18.00 – 20.00

 Centro giovanile Stoà – via Via Gaeta,10

Happy Hour/ Incontro

MASSIMO BERNARDINI

Parole in Piazza – La TV ai tempi dei social network

Domenica 09 marzo 2014 – Ore 18.00 – 20.00

Centro Giovanile Stoà – Via Gaeta, 10 – Busto Arsizio

STOAP – Incontro con aperitivo

MASSIMO BERNARDINI

Parole in Piazza – La TV ai tempi dei social network

informazioni: segreteria@stoabusto.it o 366 6087856

 

Massimo Bernardini è co-autore e conduttore di “TV Talk” e “Il Tempo e la Storia” in onda su RAI3. La televisione italiana ha appena festeggiato i primi 60 anni.  Come è cambiato il mondo in questi 60 anni? Come è cambiata la società? Come è cambiata la TV? Dal tubo catodico ai social network… storia di una piazza digitale in cui tutto si muove, cambia e si sviluppa… rigorosamente “in diretta”. Un confronto interessante con un protagonista di una TV di qualità che vuole ancora educare le nuove generazioni.

 

 

 

Ore 21.00

Cinema Teatro Fratello Sole (Sala) – Busto Arsizio

Conferenza

CARLO MARIA MOZZANICA – LUCIANO PATETTA

 Ai bordi della piazza?”

A cura di:  Associazione Ali daquila

Qual è oggi il ruolo della piazza? E ancora il centro fisico e propulsivo della città? Come e da chi viene vissuta oggi la piazza? Quale rapporto tra i margini e la piazza? Quale rapporto tra la cittadinanza e la piazza?  La piazza e gli edifici che la  delimitano sono capaci di accoglienza e di inclusione sociale?

Interverranno:

prof. Luciano Patetta, architetto, ordinario di storia dell’architettura al Politecnico di Milano

prof. Carlo Mario Mozzanica, laureato in filosofia e specializzato in amministrazione sociosanitaria, già docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Politica sociale e organizzazione dei servizi sociosanitari e Metodologia del lavoro socio-educativo”

 

LAssociazione Ali dAquila ONLUS offre ai senza dimora di Busto Arsizio un servizio docce, un cambio dabito e un pasto ogni sabato mattina presso l’Oratorio San Filippo Neri (via don Davide Albertario) dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

 

 

 

 

LUNEDI 10 MARZO 2014

 Ore 17.30

LOpalelight, Piazza Risorgimento 14 –  Gallarate

Lezione magistrale

GIULIANO  BOCCALI

Silenzio, parola, testo scritto:la dinamica indiana

 

 Nell’ambito della rassegna Filosofarti 2014, il Centro Opale presenta la lezione magistrale Silenzio, parola, testo scritto: la dinamica indiana a cura del Prof. Boccali, professore di Indologia e di Sanscrito all’Università degli Studi di Milano. Nell’India, non solo antica, la dialettica fra le tre polarità assume rilievo assoluto e forme del tutto originali: se il silenzio è l’essere prima del mondo, la parola è potere creatore supremo. La scrittura sembra relegata in secondo piano, ma ciò contrasta con l’eccezionalità dei testi scritti che la cultura indiana ci ha lasciato. Il dinamismo fra questi aspetti è esaminato attraverso testimonianze diverse per metterne in luce la straordinaria produttività sul piano spirituale e sociale.

 

 

Ore 21.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Lezione magistrale

PHILIPPE  DAVERIO

La piazza,  luogo dell’incontro della memoria urbana

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

 

L’incontro affronterà il tema dello sviluppo delle città italiane nell’ottica dell’architettura civile e commerciale. Philippe Daverio converserà della storia delle città europee e degli attuali problemi di riconoscibilità e identità urbana.

 

 

 

MARTEDI 11  MARZO 2014

 Ore 15.15

Università della Terza Età – Il Melo, Via Magenta,3 – Gallarate

Lezione magistrale

MARIAGRAZIA BORACCHI

La filosofia ellenistica e l’evoluzione a Roma

Nell’età ellenistica i mutamenti politici e sociali costringono l’uomo ad uscire dalla ristrettezza culturale di confini territoriali e tradizioni rassicuranti per affacciarsi ad un universo fatto di molteplicità. Passare dallagorà alla cosmopolis è un percorso problematico, un cambiamento che disorienta, una condizione inquietante nella quale si cercano risposte nuove ai quesiti di sempre che toccano gli ambiti più sensibili per l’umanità: virtù-piacere, vita-morte, uomini-dei, singolo-società. Il nuovo ‘cittadino del mondo ellenistico, l’uomo ‘cosmopolita, alla filosofia rivolge due richieste: una visione unitaria e complessiva del mondo ed una parola di saggezza capace di guidare la vita quotidiana con un ‘modus vivendi che permetta di giungere alla pace interiore, vera condizione di felicità. La filosofia allora, mossa da istanze pratiche più che teoretiche, assume una funzione terapeutica: Epicuro (in greco ‘soccorritore’!) si propone di prestar soccorso agli uomini incapaci di condurre una vita serena, aiutandoli ad abbattere i falsi idoli che accecano l’umanità e guidandoli ad un porto sicuro, comunicando un messaggio di pace interiore che approda anche in Occidente, alla potente ma inquieta romanità

 

 

 

Ore 16.30 – 18.30

Planet Soul – Il Melo, via Magenta 3 – Gallarate

CONVEGNO

Quando insieme si fa la differenza

A cura di:Associazione Italiana Scl’erosi Laterale Amiotrofica – sezione di Varese

Associazione Parkinson Insubria – sezione di Cassano Magnago

Varese Alzheimer – gruppo operativo di Gallarate

Azienda Ospedaliera SantAntonio Abate di Gallarate di Gallarate

 

AISLA – Associazione Italiana Scl’erosi Laterale Amiotrofica – sezione di Varese

AsPI -Associazione Parkinson Insubria – sezione di Cassano Magnago

Varese Alzheimer – gruppo operativo di Gallarate

 

Con il Patrocinio di:

Forum del Terzo Settore di Gallarate

Azienda Ospedaliera SantAntonio Abate di Gallarate

 

Partecipano: Chiara Pozzi – psicologa, i Volontari delle Associazioni e WOODinSTOCKMusicArtFestival. Brani musicali, letture e testimonianze racconteranno esperienze di cura e di solidarietà. Le associazioni AISLA Varese, AsPI Cassano Magnago e Varese Alzheimer gruppo di Gallarate presenteranno il loro progetto Non lasciamoli soli”, finalizzato ad accompagnare e supportare malati e familiari e a creare una comunità solidale.

 

 

Ore 21

Planet Soul – Il Melo, via Magenta 3 – Gallarate

INCONTRO CON:

MARIO PICOZZI

La vita insegna alla vita

Bioetica, storie e vita quotidiana

AISLA – Associazione Italiana Scl’erosi Laterale Amiotrofica – sezione di Varese

AsPI -Associazione Parkinson Insubria – sezione di Cassano Magnago

Varese Alzheimer – gruppo operativo di Gallarate

invitano all’incontro con

Mario Picozzi -Docente di Bioetica applicata

Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita – Università dellInsubria

 

Nella complessità della vita e della comunicazione è importante costruire relazioni che ci aiutino a riconoscere noi stessi e gli altri, ad esercitare l’arte del porsi domande e del dialogo, ad elaborare narrazioni. Sia a livello personale che collettivo ogni situazione, anche la più buia, se condivisa, può essere illuminata da una ricerca di senso, da una ricerca di comprensione.

Alcuni operatori sanitari e volontari racconteranno due storie difficili” per le implicazioni relazionali, psico-sociali, cliniche ed etiche  che hanno messo alla prova il malato, i suoi familiari e léquipe curante. Seguirà una discussione nella quale il Professor Picozzi interverrà valutando i vari aspetti e orientando i presenti nella comprensione dei fattori etici in gioco  e nell’argomentazione. L’obiettivo è  effettuare una buona analisi etica dei casi partendo da vissuti e narrazioni.

Patrocinio dell’Azienda Ospedaliera SantAntonio Abate di Gallarate e del Forum del Terzo Settore di Gallarate.

 

 

MERCOLEDI 12 MARZO 2014

Ore 21.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Lezione magistrale/Intervista

UMBERTO GALIMBERTI

Relazione e comunicazione

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.itI

Il filosofo interviene a tutto campo sul tema della relazione e della comunicazione, attraversando gli agorà educativi e formativi – la scuola – quelli virtuali della società massmediale e dei social network, quelli della politica e dei rapporti interpersonali, sollecitato dai quesiti che possono venire dal pubblico, creando le condizioni dellagorà del pensiero dal vivo.

 

 

 

GIOVEDI 13   MARZO 2014

Ore 10.00 – 12.30

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Seminario di studio

CARLO SINI, FABIO MINAZZI,  MICHELE DI FRANCESCO

Comunicazione : lo sguardo teoretico, epistemologico e neuroscientifico:

In collaborazione con: Giovani pensatori – Università dellInsubria e IUSS Pavia

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

Il fondo dei saperi: dall’informazione alla comunicazione di senso, per una relazione veritativa 

Comunicare oggi in una società liquida: l’occhio fenomenologico per leggere criticamente la realtà

Perché il linguaggio non è progettato per la comunicazione: le neuroscienze si interrogano sulle dinamiche relazionali e sui linguaggi multipli.

 

 

 

VENERDI 14 MARZO 2014

ORE 18.30

Aula magna Liceo Crespi – Busto Arsizio

Incontro con l’autore

GIANNI VATTIMO

A cura di Libreria Ubik – Busto Arsizio

 

La società del media ha istituito una nuova forma di vissuto del tempo, quello puntuale dell’informazione che scorre rendendo obsolescente ogni  notizia. Ne deriva una società che, nella sua trasparenza, è segno del contemporaneo, ovvero del postmoderno inteso anche come luogo di una pluralità prospettica che mette in crisi il concetto classico di verità, sostituita da quello dell’informazione. Gianni Vattimo, autore del pensiero debole, presenta le sue riflessioni in merito, quelle che lo hanno reso autore riconosciuto a livello internazionale.

 

 

 

Ore 21.00

Sede Stoà – via Via Gaeta,10

Lezione magistrale

KHALID CHAOUKI

La piazza che cambia – L’altro (non più) dietro l’angolo

Venerdì 14 marzo 2014 – Ore 21.00

Centro Giovanile Stoà – Via Gaeta, 10 – Busto Arsizio

A tu per tu con

KHALID CHAOUKI

La piazza che cambia – L’altro (non più) dietro l’angolo

informazioni: segreteria@stoabusto.it o 366 6087856

 

Khalid Chaouki è un parlamentare italiano eletto alla Camera dei Deputati nel 2013.

Come cambia la società italiana? Come cambiano le piazze delle nostre città? In un momento di grande crisi, la sfida è quella di aprire di nuovo le nostre finestre verso una piazza globale che, indipendentemente dalla nostra attenzione, sta mutando continuamente forma, dimensione e attori. Un importante momento di confronto con un protagonista della vita politica italiana, per scoprire che “l’altro” non è più dietro l’angolo.

 

 

 

 

SABATO 15 MARZO 2014 – Ore 15.00

Ore 9.00-12.00

Molini Marzoli Massari – Busto Arsizio

Convegno

VALENTINA FERRARI, MASSIMO MARASSI, ERNESTINA POLITI

Il volto, lo sguardo, le parole dell’altro nellagorà dei pensieri”

A cura di Patrizia Corbo –  Piccolo Principe –  e Cooperativa Davide

 

PROGRAMMA:

9.15 Saluti delle autorità

9.30 Presentazione – Patrizia Corbo Una casa, una piazza, un luogo di ascolto. Proteggere la distanza, promuovere l’accoglienza” (Presidente Piccolo principe Onlus direttore scientifico Davide Onlus)

9.50 Prof Marassi (Prof di Filosofia teoretica e direttore dipartimento di filosofia dell’Università Cattolica)

10.20 Prof.ssa Politi e Dott.ssa Ferrari (Università Vita Salute San Raffaele dip. neuroscienze cliniche)

11.50 Prof.ssa Boella A scuola di empatia” (Prof di Filosofia Morale presso Università Statale di Milano)

Chiusura dei lavori e Rinfresco

 

Ore 17.00

Libreria Carù – Piazza  Garibaldi

INCONTRO CON LAUTORE

MARIO MAFFI

Luoghi di memoria, fra Stati Uniti ed Europa

A cura di Libreria Carù/ Il Buscadero

Dopo essersi occupato delle culture giovanili negli Stati Uniti degli anni ’60, il prof. Mario Maffi ha rivolto la propria attenzione allo studio dell’intreccio delle componenti economiche, sociali, politiche e culturali nel periodo compreso fra la Guerra Civile e la Prima guerra mondiale, e in particolare ai decenni di trapasso fra ‘800 e ‘900 e a problematiche quali la chiusura della frontiera, la nascita delle metropoli, la nascita della grande letteratura realista e naturalista, la trasformazione della cultura popolare in cultura di massa, gli sviluppi delle culture urbane e immigrate, l’affermarsi del modernismo in letteratura, pittura, architettura, fotografia, cinema, e l’interazione di tutti questi elementi nel processo contraddittorio di formazione di un’identità nazionale.

L’interesse per la città in quanto terreno di tensioni e lacerazioni e fucina di culture diverse s’è poi tradotto in numerosi volumi, saggi e interventi a convegni in Italia e all’estero. E non s’è limitato agli anni senz’altro cruciali fra ‘800 e ‘900 (duranti i quali la città statunitense, e in modo particolare New York, ha funzionato da vero e proprio laboratorio della modernità e del modernismo), ma s’è rivolto anche ai decenni a noi più vicini, con particolare attenzione per la produzione letteraria e artistica degli immigrati messicoamericani, asiaticoamericani e portoricani e nella visione di una cultura e letteratura statunitense che, fin dalle origini, nasce e si svolge da ibridazioni complesse, contrastanti e a volte anche stridenti. In questo senso va anche l’analisi (tuttora in corso) sugli sviluppi del modernismo dopo gli anni ’20, visto come un fenomeno attuale e a noi contemporaneo, in polemica con le molte teorizzazioni sul postmodernismo.

Attualmente, oltre a proseguire su queste linee di ricerca, il prof. Maffi sta iniziando un ampio studio sulle geografie culturali d’America, analizzando le modalità attraverso le quali il rapporto con la realtà fisica del paese s’è tradotto in corpus letterario, in stile, in ideologia, in identità collettiva.

Intervengono: GUIDO GIAZZI – MARCO DENTI – MAURO ZAMBELLINI  – ANDREA TREVAINI per la redazione di Il Buscadero. L’incontro si svolgera’ nello SPAZIO CARU’.

 

 

 

DOMENICA 16 MARZO 2014

Ore 17.30

MAGA Gallarate, Via De Magri – Gallarate

LEZIONE MAGISTRALE

MARC AUGE – GIOVANNI GASPARINI

La vita quotidiana oggi / Le quotidien aujourdhui

Tempo e Spazio / Le temps et lespace –

Istituzioni e Interstizi / Les institutions et les interstices –

Globale e Locale / Le global et le local

Traduzione a cura di Ch. Lemoigne

La dimensione quotidiana, quella fatta di gesti, di attese, di consuetudini, quella spesso esclusa dagli studi accademici perché considerata poco interessante, dice, in verità, moltissimo di noi. Il sociologo francese Marc Augé e il collega italiano Giovanni Gasparini danno  vita a un variegato dibattito su questo fenomeno che ci sfugge proprio perché costantemente sotto i nostri occhi. Le esperienze di studio offerte dai due relatori sono di matrice diversa: Augé si avvale di un approccio etnologico, maturato in diversi lavori ambientati in Africa. Gasparini segue l’approccio sociologico applicato alle società industrializzate. Nonostante le differenze di background entrambi si sono concentrati, a un certo punto della rispettiva carriera, sull’importanza del quotidiano. E in particolare: su com’è cambiato il nostro modo di viverlo negli ultimi anni. Per Augé nei grandi mutamenti che abbiamo conosciuto la tecnologia è, ovviamente, fondamentale. Ne facciamo un uso quotidiano, ne siamo dipendenti, eppure dovremmo osservare anche tutti quei comportamenti che mettiamo in atto per isolarci e opporvi resistenza. La nostra epoca vive nella nitida percezione del pianeta nella sua grandezza e nella sua varietà, e non siamo più soli – afferma lo studioso francese – bensì connessi e uguali nel nostro essere tali. Un tempo il mondo poteva essere rappresentato simbolicamente dalla dea Vesta, protettrice del focolare domestico; oggi, invece, il mondo è come il messaggero Mercurio, la cui rappresentazione classica lo ritrae sulla soglia di casa, a contatto col mondo esterno.

 

 

LUNEDI 17 MARZO 2014 – Ore 21.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

LEZIONE MAGISTRALE

UMBERTO CURI

Con le ali ai piedi. In margine al mito di Hermes

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

 

 

 

 


 

 

LAGORA TEATRALE

SABATO 8 MARZO 2014

Ore 21.00

Teatro Condominio Vittorio Gassman”– Via Sironi – Gallarate

Spettacolo teatrale

FRANCESCA REGGIANI

50 sfumature di Francesca

con Francesca Reggiani
scritto da VALTER LUPO, FRANCESCA REGGIANI,

GIANLUCA GUGLIARELLI, LINDA BRUNETTA

Ingresso: Euro 32 – 28 –  24 – Prenotazione obbligatoria: Tel .0331. 770082

Il teatro/conversazione è luogo dell’incontro e della comunicazione di esperienze esistenziali, anche quando l’ironia le trasfigura. Reggiani propone un viaggio tra le tantissime sfumature della crisi epocale che sta attraversando il nostro Paese. Tra governanti che intravedono la luce in fondo al tunnel e sindaci che fanno spegnere i lampioni della città, perché costano troppo. Tra chi vuole restituire lIMU sulla prima casa e chi vuole restituita la prima casa, perché nel frattempo se lè venduta. Tra chi dice che non c’è più il lavoro e chi dice che il lavoro c’è ancora, quello che non c’è più è lo stipendio. D’altronde nella vita, non si può avere tutto. Un viaggio tra le tantissime sfumature della crisi spirituale, sociale, relazionale e sessuale che sta attraversando l’Italia.

 

DOMENICA 9 MARZO 2014 

Ore 15.30 -18.30

Piazza San Giovanni, Busto Arsizio

Happening –  per bambini e adulti sulla differenza di genere

MICHELA PRANDO

Spettacolo teatrale:  Lo Spazio bianco

A seguire:

Laboratori per bambini e adulti sulla differenza di genere

Flash mob

A cura della Consulta per le pari opportunità del Comune di Busto Arsizio

 e del Comune di Gallarate in collaborazione con Cooperativa L’Aquilone, Eva onlusEos Onlus,

Associazione Donna OggiUISP Varese

Dalla collaborazione di numerosi enti che si occupano della questione femminile, nasce un agorà che animerà Piazza SanGiovanni a Busto conn un un happening artistico-teatrale per dire no alla violenza sulle donne. Per tutto il pomeriggio la piazza ospiterà laboratori per bambini e adulti tenuti dalla Cooperativa lAquilone  nell’ambito del servizio  Famiglie allo Specchio”, UISP Busto Arsizio, Associazione EVA Onlus di Busto Arsizio, Ass. EOS si Varese, Ass. Donna Oggi Tradate.  Si susseguiranno momenti teatrali a cura di Michela Prando Lo spazio bianco” e infine si darà vita ad un flash mob coinvolgendo i passanti. Una Piazza bianca” per riscrivere la vita delle donne e degli uomini senza violenza.

 

 

MARTEDI 11 MARZO 2014   – ORE 9.30 E 14.30

MERCOLEDI 12  MARZO 2014  –  Ore 9.30

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Lezione magistrale

FRANCO TRABATTONI

La ‘sapienza umana’ di Socrate

a seguire: Spettacolo teatrale         

COMPAGNIA CARLO RIVOLTA

LUCIANO BERTOLI

Apologia di Socrate

Ingresso: E. 9.00 – Prenotazione obbligatoria: newcomm@teatrodellearti.it

E’ questo di Platone il dialogo politico per eccellenza, poiché vede di fronte un uomo e la comunità, la città in cui vive, nel drammatico confronto sul senso del vivere personale e politico. La messa in scena ricerca una comunicazione immediata e coinvolgente, facendo risuonare vivi e attuali il pensiero e l’esempio di Socrate così come la testimonianza diretta di Platone ce li tramanda. La rappresentazione è essenziale, affidandosi al pensiero, alla parola, al gesto e alla comunicazione fra i due protagonisti: Socrate e i 500 giudici, rappresentanti della polis tutta, impersonati dal pubblico presente alla recita. Il lavoro drammaturgico, che prosegue la linea comunicativa ideata da Carlo Rivolta, conserva la sostanziale integrità del testo platonico, sforzandosi di chiarire e accentuare i punti focali, i passaggi e i contrasti che consentono una viva, suggestiva e trascinante sequenza drammatica.

 

 

VENERDI 14 MARZO 2014

Ore 10.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Scatolamagica: SPETTACOLO TEATRALE E  MUSICALE

MICHELE CAFAGGI

Ouvertures des saponettes – concerto per bolle di sapone

Destinatari: scuole  materne, primarie, classi prime di scuola secondaria di primo grado

Gratuità docenti e portatori di handicap –  Prenotazione obbligatoria: newcomm@teatrodellearti.it

Ingresso: E. 3,5

Michele Cafaggi ha studiato tra Milano e Parigi recitazione, arti circensi, mimo, clownerie ed  improvvisazione. Dal 1993 si  esibisce come artista di strada e di teatro in Italia ed in molti altri paesi del mondo passando con  disinvoltura dalle grandi platee internazionali alle feste di paese, scuole, teatri, ospedali, dove opera come volontario nei reparti pediatrici  e ovunque ci sia l’occasione e il piacere di incontrarsi con il pubblico. Un eccentrico direttore dorchestra vi porterà nel mondo fragile e rotondo delle bolle di sapone. Un concerto” dove limprevisto è sempre in agguato; da strani strumenti nascono bolle giganti,bolle rimbalzine, bolle da passeggio, grappoli di bolle, mentre i più tondeggianti potranno entrare in una gigantesca bolla di sapone. Uno spettacolo di clownerie, pantomima e musica, che, nato per i più piccoli, finisce per incantare il pubblico di qualsiasi età. Ouverture des Saponettes è uno spettacolo teatrale senza parole, un racconto visuale che trae ispirazione dalle atmosfere circensi e del varietà.

 

 

SABATO 15 MARZO 2014 – Ore 15.00

Ore 15.00

Villa Delfina, Crenna

READING TEATRALE

PIAZZA EUROPA – TUTTE” LE LINGUE DELLA LETTERATURA

 A cura del Sistema Bibliotecario Panizzi

 

La piazza virtuale, l’agorà televisivo, dove il confronto degenera spesso purtroppo in scontro, dove i sentimenti rischiano di essere messi alla gogna. Dove l’apparire vale più dell’essere. Così grandi autori ne parlano. In tutte le lingue. L’incontro darà spazio a momenti letterari “europei”, in italiano, inglese, tedesco, spagnolo e francese. Perché ci sono modi in cui si pensa di comunicare, ma che invece diventano solo scontro e parole senza senso, che parlano tutte le lingue. Reading plurilingue per una piazza universale.


 

 

 

 

LAGORA COREUTICO-MUSICALE

DOMENICA 9 MARZO 2014 

Ore 16.00

Chiesa di San Pietro, Gallarate

Lezione-concerto

CARLO BELLORA – M.TERESA BALESEMIN – R. PASSERINI

I salotti di Vienna”

La musica da camera tra sonate strumentali e lied vocali

musiche di W.A. Mozart e F.Schubert

 

Vienna fu una città che tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento godette di un clima culturale straordinariamente vitale. La capitale dell’Impero asburgico – governato dal potere illuminato di Maria Teresa e di suo figlio Giuseppe II – fu un crocevia cosmopolita di nobili famiglie di varia estrazione etnica, che animarono la vita dei salotti culturali. Nei loro palazzi si organizzavano trattenimenti musicali di particolare pregio, voluti da nomi altisonanti come il conte Razumovski, il principe Lobkowitz e specialmente il principe Lichnowsky, che fu prima allievo e protettore di Mozart, in seguito il principale mecenate di Beethoven. In questo contesto così vitale – dove Beethoven era il personaggio da ammirare senza riserve, ma dal quale si rischiava di venire stritolati – emerse la figura di un maestro elementare, Franz Schubert (1797-1828), che proveniva da una famiglia di origini morave e che aveva studiato musica.

   Dotato di una straordinario istinto musicale e di una particolare facilità nel disegnare melodie dalla fluente cantabilità, fu però attanagliato da una certa ritrosia nel mostrare le sue opere al pubblico. L’unico spazio che riuscì a ritagliarsi fu quello di riunire per le serate musicali una ristretta cerchia di amici a casa ai quali far ascoltare la sua musica. Le cosiddette ‘schubertiadi, che iniziarono come incontri per la lettura di opere letterarie (vi si leggevano i classici antichi, Goethe, Walter Schott e i primi autori romantici) e che diventarono ben presto delle serate musicali, durante le quali si poteva ascoltare la musica del giovane viennese. Dai Lieder, genere per voce e pianoforte coltivato in area austro-tedesca già da alcuni secoli, e portato a livelli stilistici di grande levatura proprio da Schubert (anche grazie alla collaborazione con letterati di altissimo profilo), fino al genere della sonata per strumento a tastiera con accompagnamento del violino, che nel classicismo trova una delle sue massime espressioni artistiche.

     Il concerto vuole riproporre proprio il clima delle ‘schubertiadi, alternando – dopo aver guardato di sfuggita il mondo dei teatri viennesi circostanti (Beethoven e magari con un bis anche a Rossini, che fu loperista più ascoltato grazie all’impresario italiano Barbaja), dove Schubert fece fatica ad entrare con la sua musica – alcuni lieder per soprano e fortepiano (lo strumento che suonava Schubert) e i suoi gioielli strumentali cameristici come le cosiddette le prime due Sonatine, termine che il pianista-editore Anton Diabelli diede a queste due miniature, quando le pubblicò postume.

programma:

F. Schubert, An die Musik

 

L.van Beethoven, Danze Tedesche

F.Schubert, Sonatina n°1 Op.post. n°1 D384 in re maggiore

F.Schubert, Sonatina n°2 Op.post. n°2 D385 in la minore

F.Schubert, Auf dem Wasser zu singen

F. Schubert, Ständchen

F.Schubert, Wiegenlied

F.Schubert, Ellens Gesang

violino Carlo Bellora, soprano Maria Teresa Balsemin, fortepiano Roberto Passerini

 

 

MARTEDI 11  MARZO 2014

 Ore 17.00

Istituto musicale G. Puccini, Via Dante, 11 –  Gallarate

LEZIONE/CONCERTO

Dalla piazza al salotto”

 Le trascrizioni del melodramma nel repertorio cameristico

 A cura del Liceo Musicale G. Puccini

Docenti e studenti del Liceo Musicale /Conservatorio Puccini di Gallarate propongono un repertorio ideale per descrivere un passaggio epocale della musica che dal melodramma transita al repertorio cameristico, confrontando la piazza con il ‘salotto musicale. 

 

 

MERCOLEDI 12 – Ore 14.30/ 16.30  e GIOVEDI 13   MARZO 2014 – Ore  17.30/19.30

Palestra ISIS G. Falcone, Via Matteotti, 4 – Gallarate

Laboratorio di  danza creativa per ogni fascia di età

PAOLA MEDEGHINI

Lagorà della danza

Prenotazione al n° 3392791645 – Si consiglia abbigliamento comodo

Un luogo di incontro e di dialogo con il proprio corpo e altri corpi attraverso un’attività di movimento libera, piacevole e divertente che favorisce l’espressione, la relazione e la socializzazione tra i partecipanti. Si lavora a partire da ciò che ognuno è e può fare con la convinzione che l’esperienza della danza sia possibile a tutti e rappresenti un’opportunità ed un diritto per tutti. Il laboratorio sarà strutturato in una parte esplorativa in cui si cercherà di sperimentare e ricercare tutte le possibili potenzialità espressive del corpo attraverso il movimento ed una parte più propriamente compositiva in cui si rielaboreranno gli elementi trattati secondo la capacità di creare propria di ciascuno.

 

 

 

VENERDI 14 MARZO 2014

Ore 21.30

Planet Soul – Il Melo, Via Magenta, 3 – Gallarate

SERATA JAZZ

“JAZZ & MOVIES”

La filosofia musicale nel cinema.

PAOLO TOMELLERI, clarinetto – CARLO BAGNOLI, sax baritono

FABRIZIO BERNASCONI, piano  – MARCO MISTRANGELO, contrabbasso

TONY ARCO, batteria – IRENE NATALE, voce

Ingresso: E. 15.00 – riduzione tesserati UDM E. 10.00

Carlo Bagnoli e Paolo Tomelleri, musicisti storici del jazz italiano, da sempre impegnati a proporsi con gruppi di grande rigore musicale e di sicura spettacolarità, conosciuti in Italia e all’estero come specialisti del sax baritono e del clarinetto , presentano questo loro quintetto con il quale vogliono impegnarsi in un affascinante viaggio attraverso le atmosfere musicali del mondo del cinema internazionale. Un concerto di grande suggestione e spettacolarità, fruibile da qualsiasi tipo di audience, caratterizzato da brani che fanno ormai parte della musica contemporanea. Questo supergruppo” vede impegnati musicisti che si possono sicuramente definire di chiara fama”, riconosciuti da tutti, pubblico e critica, come professionisti esemplari e di provata bravura e competenza. Una proposta musicale dal sound accattivante e rigorosamente ancorata ad un linguaggio jazzistico di grande professionalità e suggestione.

 

 

 

 

DOMENICA 16 MARZO 2014

Ore 15.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

Lanterna magica: LA FAMIGLIA A TEATRO

SPETTACOLO DÌ DANZA

Don Chisciotte

a cura di Proscaenium – Progetto Danza

Gratuità docenti e portatori di handicap

Prenotazione consigliata: newcomm@teatrodellearti.it

 

Proscaenium, centro di educazione e formazione alla danza musica teatro diretto da Cinzia Puricelli,  presenta un balletto in un prologo e tre atti ispirato al famoso personaggio della letteratura ispanica. Lo spettacolo è interpretato dalle allieve della scuola di ballo, con la partecipazione dei ballerini scaligeri Walter Madau, Stefano Benedini, Giuseppe Conte, e di Eugenio De Mello. Coreografia e regia di Andrea Piermattei.

 

Don Chisciotte

Prologo

Don Chisciotte, un eccentrico gentil’uomo di campagna, si ritiene legittimo successore dei cavalieri erranti medioevali, sui quali ha letto molto, forse troppo. Ormai sogna soltanto la sua nobile dama Dulcinea, per la quale combatterà le sue battaglie. I suoi sogni sono però interrotti da Sancho Panza che sta fuggendo dopo aver rubato un pollo.

Don Chisciotte lo nomina immediatamente suo scudiero e insieme a lui parte per avventure cavalleresche di guerra e amore.

Atto primo

Kitri è alla ricerca del suo innamorato, il barbiere Basilio, che incontra sulla piazza del villaggio. Le loro allegre danze si fermano improvvisamente all’apparire del padre di Kitri, loste Lorenzo, che vuole costringerla a sposare il nobile e ricco Gamache. Kitri rifiuta decisamente. Nel frattempo sopraggiungono Don Chisciotte e il suo servo Sancho.

Lorenzo offre loro ospitalità nella sua locanda.

La gente del villaggio continua a danzare allegramente prendendo in giro Sancho. Ammirando Kitri, Don Chisciotte ravvisa in lei ladorata Dulcinea e galantemente le offre il

braccio per un minuetto. A Gamache – furioso – non rimane altro che partecipare alle danze. Protetti dalla confusione

Kitri e Basilio riescono a fuggire.

Atto secondo

Kitri e Basilio fuggono fino al calar della sera e si imbattono in un accampamento di zingari vicino ad un mulino a vento. I due, disperati chiedono asilo agli zingari, i quali offrono la

loro protezione in cambio di denaro. All’arrivo di Lorenzo, Gamache, Don Chisciotte e Sancho, gli zingari inscenano un pezzo di teatro per marionette nel quale si narra l’amore

contrastato dei due giovani.

L’attenzione di Don Chisciotte viene però improvvisamente attratta dal mulino a vento che la sua fantasia trasforma in un gigante nemico da combattere. Ma le pale del mulino lo

colpiscono e lo gettano a terra. Tutti fuggono spaventati. Don Chisciotte, ormai solo e in stato confusionale, vede comparire la sua amata Dulcinea attorniata da tanti amorini. Il cavaliere confessa il suo amore, ma Dulcinea

e gli amorini svaniscono per incanto. Tornano Sancho, Gamache e Lorenzo che riportano a casa laffranto Don Chisciotte.

Atto terzo

Kitri e Basilio, rifugiatisi in una taverna festeggiano felici il loro incontro con gli amici ma sono raggiunti da Lorenzo, Gamache, Don Chisciotte e Sancho Panza. Lorenzo è più che

mai deciso a dare sua figlia in sposa a Gamache.

Disperato, Basilio tenta di salvare la situazione con un trucco e simula il suicidio, mentre Kitri implora l’aiuto di Don Chisciotte. Questi costringe Lorenzo a benedire i due

innamorati, prima che la morte li separi per sempre. Appena ricevuta la sospirata benedizione, Basilio svela l’inganno rialzandosi più vivo che mai. Indignato, Gamache sfida a duello Don Chisciotte che ritiene responsabile

dell’accaduto, ma ne esce sconfitto. Tutti gli amici di piazza partecipano ai festeggiamenti e alle nozze di Kitri e Basilio.

 

a seguire: Laboratorio creativo

SARA MAGNOLI

Laboratorio per bambini dai 6 ai 9 anni .

Prenotazione obbligatoria al n° 3356698718

Una delle più importanti opere della letteratura spagnola, dopo essere transitata sul palcoscenico del teatro delle Arti sotto forma di danza, offre lo spunto per diventare notizia di pagina di giornale. Un laboratorio per sentirsi “piccoli giornalisti” per un pomeriggio, scoprire come nasce un giornale, che cos’è una notizia, come si scrive un articolo, come si crea un titolo.

 

 

Ore 16.00

Chiesa di San Pietro, Gallarate

Lezione-concerto

FRANCESCO PASQUALOTTO – CARLO BELLORA

Romanticismi musicali tra Vienna e Parigi”

L’evoluzione della sonata per violino e pianoforte dall’ultimo Beethoven a C.Franck

Musiche di L.van Beethoven e C.Franck

 

Durante l’Ottocento l’Europa viene attraversata dallo spirito romantico, che ad ogni latitudine si palesa con modi e tinte differenti. Romanticismo tedesco, francese sono due facce di una stessa medaglia, che si riverberano anche nel genere cameristico eletto: la sonata per violino e pianoforte. Anche geograficamente al polo austro-ungarico – che aveva trovato in Vienna il suo principale centro con i teatri sempre pieni e i brulicanti salotti musicali  – si aggiungerà Parigi con le sue sale da concerto e i suoi compositori, che – dopo la metà del secolo – volevano creare addirittura lArs Gallica, una nuova arte che rappresentasse lidioma francese del romanticismo.

    Beethoven – che nella temperie romantica ci arriva con gradualità – nel 1816 aveva già scritto dieci sonate per pianoforte e violino (così andrebbe scritto correttamente perché in questo modo era concepito questo repertorio, ma ormai ci si adegua tutti all’abitudine di lasciare per primo lo strumento a corda). Capolavori assoluti sono di sicuro La Primavera”, la Kreutzer, così come la Sonata n°3, che sembra, per il piglio, quasi un concerto per pianoforte e la Sonata n°7, nella quale, invece, i due strumenti tornano a pugnare con grande veemenza, l’un contro l’altro. Ad un mondo più pacificato, invece, appartiene l’ultima sonata di questa raccolta, la n°10 che guarda verso le serenità del Quartetto op.98, o alla straordinaria capacità pittorica della Sesta sinfonia (La pastorale). Sonata di ampio respiro – che si articola su quattro movimenti (Allegro moderato”, Adagio espressivo”, Scherzo. Allegro”, Poco Allegretto”) – approda ad una scrittura liricamente distesa e ampiamente cantabile, che contraddistingue praticamente tutto il brano ad eccezione, come sempre, dello Scherzo” più ritmico e incalzante, mentre il Trio” già smussa l’evidenza ritmica sciorinando una melodia plastica e leggera. Ancora serena e leggiadra l’atmosfera del Poco Allegretto” con un canto che ricorda movenze popolareggianti per poi incresparsi, trovare la pace in un Adagio” che attraversa il movimento  e concludersi – dopo aver riascoltato il primo tema – con delle spumeggianti variazioni.

   Se questo Beethoven – già incardinato nello spirito romantico per verve e scrittura strumentale – mantiene ancora lo spirito classico (si ascolti, a questo proposito il Rondò” che introduce il concerto) per il rispetto delle forme e dei loro equilibri interni, con il compositore belga César Franck siamo proiettati verso un romanticismo, che ha cercato nuove vie per mantenere intatta esternamente la struttura della sonata (sempre in quattro movimenti), ma creando al suo interno continui rimandi melodici interni per realizzare un senso di ciclica omogeneità. La Sonata in la maggiore per violino e pianoforte di César Franck è sicuramente uno dei capolavori della musica da camera dell’Ottocento, laddove – come osserva Cesare Fertonani – si intrecciano linguaggio lirico coloristico francese con l’attenzione all’architettura della forma, dentro a un linguaggio armonico di straordinaria raffinatezza ispirato dal cromatismo wagneriano e da nouance modali.  Franck scrive la Sonata secondo il principio ciclico a lui caro, per cui temi, idee e loro variazioni si intrecciano tra i movimenti creando continuità attraverso l’unificazione motivica, aggregando coerentemente e in modo originale il materiale. Era una tecnica che Franck aveva cooptato da Franz Liszt e fatta sua come comun denominatore di riferimento, tanto che Vincent d’Indy descrisse la Sonata come «il primo e più puro modello di utilizzo ciclico dei temi informa sonata… vero monumento musicale».

programma: L.van Beethoven, Rondò per violino e pianoforte

L.van Beethoven, Sonata per pianoforte e violino in sol maggiore Op.96 n°10

C.Franck, Sonata per violino e pianoforte in la maggiore

violino, Carlo Bellora – pianoforte, Francesco Pasqualotto

 

 

 

Ore 19.00

Il Camaleonte Music Bar di Via Ippolito Nievo 27, Busto Arsizio

ASSOCIAZIONE 26X1

Aperitivo temporaneo musicale

Spazi urbani di eclusione e di inclusione

A partire dalle 19h00 di Domenica 16 Marzo presso Il Camaleonte Music Bar di Via Ippolito Nievo 27 a Busto Arsizio si terrà un aperitivo musicale dedicato all’architettura urbana e al suo utilizzo partecipato.

 

Interverranno due realtà del milanese: Temporiuso e Shht Magazine. La prima è da tempo impegnata a riutilizzare in modo virtuoso stabili abbandonati attraverso progetti temporanei di animazione degli stessi. Con ciò si intende quel periodo di mezzo fra la funzione passata dell’edificio e quella futura. La seconda è una rivista che cerca di mettere in luce gli aspetti nascosti dell’architettura contemporanea urbana. I creatori ci racconteranno come luoghi di esclusione (manicomi, penitenziari) si sono trasformati nel tempo in luoghi di inclusione (spazio socio-aggregativi, aule universitarie) e presenteranno un nuovo numero dedicato questa volta, agli spazi sotterranei.

 

 


 

 

LAGORA DELLE IMMAGINI

Settore cinema

 

LUNEDI 10 MARZO 2014 –  Ore 10.00

Teatro delle Arti, Via Don Minzoni, 5 – Gallarate

 Oltre l’indifferenza:  PROIEZIONE DEL FILM

Bianca come il latte, rossa come il sangue

Presentazione e materiale didattico a cura di Cristina Boracchi

 A cura di Lions Gallarate Host e Seprio

Prenotazione obbligatoria: newcomm@teatrodellearti.it

 

Leo ha sedici anni, poca voglia di studiare e tanta di dichiararsi a Beatrice, la ragazza dai capelli rossi che frequenta il suo liceo. Perdutamente innamorato, prova in tutti i modi ad avvicinarla ma ogni volta non sembra mai quella buona. Esitante e maldestro, Leo chiede aiuto all’amico Niko e all’amica Silvia, invaghita di lui dalle medie e da una gita a Venezia. Inciampato dentro a un cinema e a un passo da lei, il ragazzo riesce finalmente a strapparle la promessa di rivedersi presto a scuola ma in aula Beatrice non tornerà più perché la leucemia le ha avvelenato il sangue e compromesso il futuro. Sconvolto ma risoluto, Leo decide di prendersi cura di lei e di accompagnarla nella malattia, allacciando con Beatrice una tenera amicizia che contemplerà il buio e la luce. Tra una partita di calcetto e un brutto voto da riparare, Leo imparerà la vita, la morte e l’amore. Bianca come il latte, rossa come il sangue ribadisce la sensibilità di Campiotti per l’adolescenza intesa come periodo di lutto, perché include un sentimento di vivo dolore per la fine dell’infanzia e del senso d’identità: una occasione privilegiata per riflettere sulla comunicazione fra pari nell’età del transito adolescenziale.

 

MARTEDI 11  MARZO 2014  –  Ore 21.00

Cinema Teatro San Giovanni Bosco –  Busto Arsizio

Cineforum

PAOLO CASTELLI – PATRIZIA CORBO

e ora parliamo di Kevin”  – Regia di  di Lynne Ramsay

Ingresso: E. 5

Eva, una donna armeno-americana, ha messo da parte tutte le sue ambizioni professionali per mettere al mondo un figlio, lasciando la città per vivere in provincia. Dalla nascita di Kevin la sua vita cambia radicalmente e tra madre e figlio nasce subito un rapporto conflittuale. Mentre con il padre Kevin si dimostra un bambino tranquillo, con la madre continua a piangere, passando dal provocatorio mutismo infantile fino alla ribellione adolescenziale agli ordini della madre. Non ancora sedicenne, Kevin compie una strage scolastica, con il suo arco, la sua grande passione. Mentre Kevin è in carcere, Eva è costretta ad abbandonare il suo quartiere, passando gli anni seguenti nel senso di colpa, interrogandosi sulle proprie responsabilità. Il film rappresenta l’occasione per riflettere sulle relazioni interpersonali nelle zone di frontiera dei rapporti genitori-figli adolescenti.

 

GIOVEDI 13   MARZO 2014 – Ore 21.00

Teatro delle Arti, Gallarate

Cineforum/incontro con l’artista

 MAURIZIO NICHETTI

Ladri di saponette

Commento a cura di A. Croci

Ingresso: E. 6.50

 

Nichetti presenta il suo noto film che narra, con una scelta metalinguistica, la storia di un  regista che  sta presentando alla televisione un suo nuovo film, di ispirazione neorealista: le disavventure di una famiglia operaia durante il secondo dopoguerra, con un chiaro riferimento alla trama di Ladri di biciclette.. Un improvviso black out nello studio televisivo porterà i personaggi della pubblicità, e poi lo stesso regista, dentro il film, con uno stravolgimento della trama che si era fino ad allora sviluppata. Il regista discute con il pubblico sul potere del cinema e della pubblicità nel creare spazi collettivi di immaginari e desideri.

 

 

LAGORA DELLE IMMAGINI

Settore artistico

SABATO 1 MARZO 2014 – Ore 10.00

ASPETTANDO FILOSOFATI PER OFFICINA CONTEMPORANEA

Palazzo Minoletti, Piazza Garibaldi – Gallarate

VERNISSAGE/MOSTRA

Ripensare il Moderno.

Ipotesi per il riuso e la valorizzazione di Palazzo Minoletti

A cura di: Società Gallaratese per gli Studi Patri con con MAGA e il Politecnico di Milano, dip. ABC

SABATO 1 MARZO 2014 – Ore 10.00

ASPETTANDO FILOSOFATI PER OFFICINA CONTEMPORANEA

Palazzo Minoletti, Piazza Garibaldi – Gallarate

VERNISSAGE/MOSTRA

Ripensare il Moderno.

Ipotesi per il riuso e la valorizzazione di Palazzo Minoletti

A cura di: Società Gallaratese per gli Studi Patri con MAGA e il Politecnico di Milano, dip. ABC

Apertura sino al 14 marzo 2014

Mostra a cura di: Paolo Gasparoli (Politecnico di Milano) – Matteo Scaltritti (Società Gallaratese per gli Studi Patri) – con la collaborazione di: Anna Teresa Ronchi, Giulia Totaro (Politecnico di Milano) e la partecipazione degli studenti del Laboratorio di progettazione tecnologica e strutturale, II anno Laurea Magistrale, Scuola di Architettura e Società, Politecnico di Milano – Docenti: Prof. Paolo Gasparoli (Coordinatore), Prof. Roberto Felicetti, Prof.ssa Elena Bruni   – grafica: Luca Mazzoni.

Orari di apertura della mostra:

da lunedì a venerdì 11-13 e 16-19

sabato e domenica 10-13 e 15-20

:

 

DOMENICA 9 MARZO 2014 

Ore 17.00

Il Sestante  Fotoclub, Via S. G. Bosco 18, Gallarate

Vernissage –  Mostra Fotografica

RAOUL IACOMETTI

Storie distratte

Orari di apertura: da Giovedì a Sabato, ore 16.30 – 19.00;

Domenica 16 marzo: ore 10.00 – 12. 00  e  16.30 – 19. 00

 

RAOUL IACOMETTI – professionista di Milano molto attivo anche nella ricerca personale

Raoul Iacometti, nato a Milano nel 1961, svolge l’attività di fotografo free-lance alternando la ricerca personale al lavoro commerciale nei più diversi settori, dal reportage al food and beverage, dall’architettura di interni al paesaggio. Alla fotografia di matrimonio, infine, dedica una particolare attenzione con esiti caratterizzati da una marcata creatività e originalità.

Le sue fotografie sono state pubblicate su riviste di settore e su cataloghi di Saloni Internazionali, utilizzate in siti web, su calendari e su CD covers. Intensa anche l’attività espositiva che l’ha visto protagonista di mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Fra i suoi lavori più significativi sono da ricordare Di terra e di fuoco” (2006), Ai confini del mare” (2003/2008), Tre giorni a Madrid” (2007) una copia conservata presso lArchivio Fotografico Italiano, I suoni delle Dolomiti” (2007), Di serra” (2008), Quale madre” (2008) dedicato al tema della maternità e Botteghe” (2009) sulla filiera agroalimentare e sull’importanza del cibo nella nostra vita quotidiana.

Per il suo lavoro utilizza sia sistemi analogici (Leica, Polaroid, macchine medio formato) che digitali con attrezzature Canon Eos. Ha ricevuto molti riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali. Sue fotografie fanno parte di importanti collezioni private. www.iacometti.it/

 

Ore 18.00

MAGA, Via De Magris, Gallarate

Musicazione su FILM

EMANUELE BECHERI

Impressioni 09.03.2014

 

Emanuele Becheri (1973) vive e lavora a Prato.

Si diploma all’Accademia di Belle Arti di Firenze nel 1995.

Dopo alcune mostre personali e collettive in vari spazi pubblici e privati inizia un percorso che lo porterà ad essere invitato in anni recenti in Musei e Fondazioni di rilievo.
Il suo lavoro mostra nel complesso un idea di disegno espanso attraverso varie modalità e mezzi diversi. I primi lavori che considera il suo punto di partenza  sono alcuni Disegni tattili(2005), prodotti nella completa cecità dove l’artista ha un controllo relativo sull’opera. Il lavoro successivo è costituito da alcune grandi carte preventivamente  accartocciate(Rilasci 2007) che vengono poi disposte in verticale e quindi abbandonate alla sola forza di gravità. Nel 2008(Shining) la perdita di autorità sull’opera  è più decisiva: lascia vagare delle chiocciole su dei fogli di carta dove s’imprime il loro segno luccicante, esponendo poi questi fogli solcati e quindi segnati dalle chiocciole. Gli ultimi lavori sono legati soprattutto all’opera video. Uno di questi(Time out of joint 2008)è una videoproiezione a tre canali : rappresenta tre accendini lasciati in autocombustione in un luogo notturno fino al loro naturale spegnimento. L’ultimo lavoro è la ripresa di un Temporale(2009) in una strada di periferia dove l’evento naturale
improvviso stravolge lo spazio e le persone che casualmente vi si trovano coinvolte.
Mostre personali.2009 – Fankoo(con Nim Kruaseng) ,a cura di Pierluigi Tazzi, Galleria Fabio Tiboni, Bologna – Après Coup, a cura di Simone Menegoi, Museo Marino Marini, Firenze
Time out of joint ,a cura di Marialuisa Pacelli, Pac, Padiglione d’Arte Contemporanea, Ferrara. 2008 – Shuffling the same card, Galleria Enrico Fornello, Prato.
2007 – Lightness,(con Paolo Gonzato) a cura di Marinella Paderni, Neon-campobase, Bologna.2006  – Sept Dessins, Galerie Bernard Bouche, Parigi. Mostre collettive selezionate
2009 – Lo Sguardo Ostinato , a cura di Cristiana Collu, Saretto Cincinelli, Casa Masaccio, Arezzo. And yet it moves , a cura di Pieternel Vermoortel, Inti Guerrero, Julia Klaering, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Guarene (TO) – Palazzo Ducale , Genova
Strutture Precarie , a cura di Denis Viva, Ex-essiccatoi, S.Vito al Tagliamento
Nocturnes , a cura di Eva Fabbris , Museion , Bolzano 2008.

Levento immobile (Incantamenti),a cura di Saretto Cincinelli e Cristiana Collu, in collaborazione con il MAN di Nuoro,presso Casa LAI, Gavoi (NU)
Soft cell: dinamiche nello spazio in Italia,a cura di Andrea Bruciati, Galleria Comunale d’arte contemporanea, Monfalcone. All our Everydays, a cura Pierluigi Tazzi, Gallery VER,Bangkog(TH) Sporgersi prego, Galleria Lange&Pult, Zurigo. 2007
IM02-L’immagine sottile. Opere per la collezione della Galleria Comunale d’arte contemporanea di Monfalcone, a cura di Andrea Bruciati, Galleria Comunale d’arte contemporanea, Monfalcone. Nessuna Paura. L’arte dall’Italia dopo il 2000, a cura di Marco Bazzini, Centro per lArte Contemporanea Luigi Pecci, Prato. Pittura/Materiale,a cura di Pier Luigi Tazzi, Galleria Frittelli Arte Contemporanea, Firenze. 2006
Generazioni/Rigenerazioni,a cura di Bruno Corà CAMeC, La Spezia. Confini-Boundaries,a cura di Cristiana Collu, Saretto Cincinelli e Roberto Pinto, MAN_Museo d’Arte Provincia di Nuoro, Nuoro. Dialogo 1 ,a cura di Simone Menegoi, Galleria Enrico Fornello, Prato
Scirocco,a cura di Wilhelm Meusburger, Kuenstlerhaus Palais Thurm und Taxis, Bregenz(A).2005 – Arte all’Arte 10, special project ‘-a+a’ curato da Associazione Arte Continua, Castello di Linari, Poggibonsi (I)

 

 

VENERDI 14 MARZO 2014

Ore 18.00

Villa Delfina, Crenna

VERNISSAGE/MOSTRA

A cura dell’Associazione Vivere Crenna

GIORGIO POMELLA

Piazze d’Italia

Acquerelli di Giorgio Pomella realizzati per Touring Club Italiano e De Agostini.

 Apertura mostra: sabato 15 e domenica 16 marzo – ore 10,00-12,30 e 14,30-19,00

 

GIORGIO POMELLA

Nato a Garessio (Cuneo) nel 1951, si è trasferito presto a Milano dove ha sviluppato i suoi studi a carattere tecnico. Per interesse personale ha frequentato corsi di architettura e di illustrazione. È diventato illustratore occupandosi di cartografia, disegni scientifici e architettura, nella quale si è specializzato da autodidatta nel corso di vent’anni. Le sue illustrazioni sono state pubblicate su libri e riviste di varie case editrici tra cui Giorgio Mondadori, Gruner+Jahr/Mondadori, San Paolo. In particolare Touring Club Italiano, Touring Editore e De Agostini hanno inserito le tavole qui esposte in varie pubblicazioni.

PIAZZE DITALIA

I disegni in mostra rappresentano le piazze cercando di esaltare la loro essenziale bellezza: è l’architettura che torna protagonista, una volta liberata la piazza da tutti quegli elementi di disturbo che sono ormai una presenza costante nel paesaggio urbano. Lacquerello minuzioso e il segno preciso in varie tonalità di grigi, resi dalla china tracciata con il pennino e dalla matita, cercano di rendere al meglio le superfici, i materiali e le modanature. Il colore incornicia la piazza per guidare e trattenere lo sguardo tra vuoto e pieno

 

 

Ore 21.00

Il Sestante Fotoclub, Via San Giovanni Bosco, Gallarate

CONVERSAZIONE A MARGINE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA

RAOUL IACOMETTI

Storie distratte

Orari di apertura: da Giovedì a Sabato, ore 16.30 – 19.00;

Domenica 16 marzo: ore 10.00 – 12. 00  e  16.30 – 19. 00

L’autore della mostra parla della propria esperienza fotografica prendendo spunto dalle immagini in mostra appositamente scattate per Filosofarti.

 

 

 

dal 14 al 16 marzo 2014

Sede Stoà – via Via Gaeta,10 –  e spazi murari urbani di Busto Arsizio

Workshop artistico

ALICE PASQUINI

Tabula rasa: scrape off the wall

Informazioni: Benedetta Candiani, segreteria@stoabusto.it

Tabula rasa: scrape off the wall

informazioni e iscrizioni (entro il 7 marzo 2014): segreteria@stoabusto.it o 366 6087856

 

Spesso le nostre città sono un insieme di non luoghi, in cui passare senza fermarsi mai. Il “bello” può essere strumento per interrompere questo flusso della quotidianità. 

Alice Pasquini è nata a Roma nel 1980. E’ illustratrice, visual artist, scenografa e pittrice, ma le sue tele preferite sono i muri delle città che attraversa. I suoi murales sono a Sydney, Brest, New York, Barcellona, Oslo, Mosca, Parici, Berlino, Roma e in molte altre città del mondo. 

Con il suo workshop, Alice approfondirà il concetto di “piazza reale” attraverso l’elaborazione corale di un prodotto visivo accattivante, che valorizzi lo spazio in cui sarà inserito. L’opera di street art sarà realizzata da Alice Pasquini insieme ai giovani creativi che parteciperanno al workshop, che inizierà venerdì 14 marzo alle 14.30, e terminerà domenica 16 marzo alle 18.30; il corso è aperto a giovani creativi dai 18 ai 35 anni, fino a un massimo di 20 partecipanti, che realizzeranno l’opera di street art su una parte di muro, al fianco di Alice Pasquini.


 

LAGORA CONVIVIALE

DOMENICA 9 MARZO 2014 

Ore 10.00 – 17.00

Cortile di Palazzo Broletto, Via Cavour – Gallarate

Mercato equo-solidale

L’altrocibo

A cura degli Assessorati ai servizi sociali e alla partecipazione

A seguire: Ore 15.00

 Lanterna magica: la fiaba in piazza

Non di solo pane..

Racconti dal mondo

A cura del Sistema Bibliotecario Panizzi

Accanto al cibo, assaggi di  suoni e di storie che vengono da lontano. Le fiabe sono un linguaggio universale, anche quando la lingua nella quale vengono lette non è quella che si parla ma sono sonorità che comunicano emozioni. Una esperienza/incontro con culture, civiltà e storie che vengono da lontano ma che parlano da vicino. Aperto a adulti e bambini di tutte le età. 

 

GIOVEDI 13   MARZO 2014 – Ore 20.00

Ristorante  “Saperi e Sapori ” Istituto Alberghiero I.S. G. Falcone , Via Matteotti, 4 – Gallarate

Serata gastronomica  – Degustazione a buffet

Cibo da strada: la sala come la piazza, isole degustazione con musica dal vivo

Prenotazione obbligatoria  al n°.  0331/774605 o via mail all’indirizzo ipcalberghiero@virgilio.it

 

Dalla periferia al centro: restituire la dignità che spetta al ‘cibo di stradaè l’intento della serata che in modo informale ma professionale ricrea una agorà del gusto adatto a tutti i palati.

 

 

 

 


 

 

Patrocini culturali:

 

MIUR – UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE  –  Varese

 

PROVINCIA DI VARESE

 

UNIVERSITA DELLINSUBRIA – VARESE

 

AZIENDA OSPEDALIERA SantAntonio AbateGallarate

  CARU LIBRI/ DISCHI/VIDEO

P.zza Garibaldi, 6 –  Gallarate (VA)

 

MAGA GALLARATE

 

IL MELO ONLUS

 

 

IL SESTANTE FOTOCLUB – Gallarate

 

IPC  G. Falcone – Gallarate

 

ISIS Gadda-Rosselli Gallarate

 

LICEO CLASSICO GINNASIO D. Crespi”  – Busto A.
 

LICEO MUSICALE G. Puccini” – Gallarate

 

PROSCAENIUM – Progetto Danza – Gallarate

 

SOCIETA STUDI PATRI – Gallarate

 

 

Rivista Anterem

Rivista Il Buscadero

Rivista Diogene