Gestione e Contabilità

 appunti di tecnica bancaria

La contabilità è un procedimento che ci permette di conoscere l’azienda nelle sue varie parti. Gli obiettivi principali della contabilità sono:

  • Conoscere l’andamento dei fatti economici e finanziari dell’azienda;
  • Controllare la gestione dell’impresa;
  • Raccogliere tutte le informazioni necessarie per determinare il reddito d’esercizio.

Il prodotto della contabilità sono le scritture che si suddividono in: obbligatorie, ne sono esempio il libro giornale e il libro degli inventari; o facoltative. Altre sono complesse poiché rivolte a più oggetti; altre semplici poiché riferite a un solo oggetto.

Il termine contabilità deriva da conto; per gestire la contabilità ogni singola impresa necessita di un piano dei conti. Per annotare i conti esistono delle regole dette: METODO CONTABILE, il più noto è la partita doppia, che consiste nel registrare una volta in dare e una volta in avere lo stesso importo.

La partita doppia ci permette inoltre di esaminare un fatto amministrativo sotto due diversi aspetti: economico e finanziario.

 

Bilancio

E lo strumento che ci permette di valutare in un determinato momento se il guadagno dell’impresa aumenta o diminuisce. Oltre al risultato d’esercizio, mette in evidenza la situazione economica e patrimoniale dell’impresa. Le parti che lo compongono sono: LO STATO PATRIMONIALE, un prospetto che raccoglie le attività e le passività di un determinato periodo amministrativo; IL CONTO ECONOMICO, il quale raccoglie tutti i costi e i ricavi di competenza dell’esercizio e LA NOTA INTEGRATIVA, ovvero la relazione che serve ad integrare lo stato patrimoniale ed economico.

 

Lo stato patrimoniale

Uno dei principali elementi del bilancio è lo stato patrimoniale, un prospetto che raccoglie le attività e le passività di un determinato periodo amministrativo.

Nelle attività sono presenti tutti i mezzi finanziari di cui l’impresa dispone; mentre nelle passività identifichiamo le origini dei mezzi finanziari di cui l’impresa dispone.

Nelle attività troviamo: crediti v/s per versamenti ancora dovuti; le immobilizzazioni che si suddividono in materiali, immateriali e finanziarie; lattivo circolante composto dalle rimanenze, crediti e disponibilità liquide e infine RATEI e RISCONTI.

Nelle passività troviamo: il patrimonio netto; i debiti che si suddividono in breve, medio e lungo termine; TFR; fondo per rischi e oneri e infine RATEI e RISCONTI.

 

Il conto economico

Uno dei principali elementi che compongono il bilancio è il conto economico. Esso raccoglie tutti i costi e i ricavi di competenza dell’esercizio. Viene rappresentato per mezzo di una tabella nella quale troviamo:

A)    Valore della produzione che corrisponde ai ricavi percepiti dall’impresa nelle vendite;

B)    Costi della produzione che consistono nellaffitto, l’ammortamento, pulizie, ecc;

Risultato operativo lordo che corrisponde alla differenza tra A e B;

C)    Proventi e oneri finanziari che corrispondono agli interessi attivi e passivi;

Risultato di gestione ordinaria che deriva dalla differenza tra risultato operativo lordo e C.

 

Il conto economico ha la scopo di rilevare l’utile d’esercizio.

 

Nota integrativa

Uno dei principali elementi che compongono il bilancio è la nota integrativa, ovvero la relazione che serve ad integrare lo stato patrimoniale e lo stato economico.