I vo piangendo i miei passati tempi


di Francesco Petrarca

videolezione prof. Luigi Gaudio

su you tube (clicca qui)

I vo piangendo i miei passati tempi
i quai posi in amar cosa mortale,
senza levarmi a volo, abbiendio lale,
per dar forse di me non bassi exempi.

Tu che vedi i miei mali indegni et empi,              5
Re del cielo invisibile immortale,
soccorri a l’alma disvà ¯ata et frale,
e l suo defecto di tua gratia adempi:

sà ­ che, sio vissi in guerra et in tempesta,
mora in pace et in porto; et se la stanza           10
fu vana, almen sia la partita honesta.

A quel poco di viver che mavanza
et al morir, degni esser Tua man presta:
Tu sai ben che n altrui non ò speranza.