Il passero delizia di Lesbia

Sharing is caring!

 

Catullo, Carmina, 2

di Carlo Zacco

Carmina

2. Passer deliciae Lesbiae

Passer

deliciae

meae puellae,

quicum

solet

ludere,

tenere quem

in sinu,

Passero,

trastullo

della mia ragazza,

col quale

suole

scherzare,

tenerlo

in seno,

dare

primum

digitum

quoi

appetenti

et incitare

acris morsus,

cum

meo

 

porgere

la punta

del dito

al

battagliero

e provocare

gli accaniti morsi,

quando

al mio

 

nitenti

desiderio

lubet

nescio quid

carum iocari,

et solaciolum

sui doloris

 

fulgido

desiderio

piace darsi

non so qual

dolce sollazzo,

e trovare conforto

alla sua pena

 

(credo,

ut tum

acquiescat

gravis ardor);

possem

ludere

tecum

sicut ipsa

(credo,

allora

si placherà

il grave ardore);

potessi

scherzare

con te

come lei stessa (fa)

et levare

tristis

curas

animi!

e alleviare

i tristi

affanni

del cuore!

Audio Lezioni su Catullo del prof. Gaudio

Ascolta “Catullo” su Spreaker.

shares