Il rapporto obbligatorio

 

APPUNTI DI DIRITTO

 

Il RAPPORTO OBBLIGATORIO

Un tipo estremamente diffuso di rapporto giuridico è il rapporto obbligatorio.

Lobbligazione è un vincolo giuridico in forza del quale un soggetto (debitore) è tenuto ad attuare un determinato comportamento (prestazione) a favore di un altro ( creditore) .

Il rapporto obbligatorio è dunque il complesso di situazioni giuridiche attive e passive che intercorre tra i soggetti del rapporto stesso.

Ciò che viene in particolare evidenza è pero più il lato passivo, vale a dire l’obbligo del debitore , che quello attivo, cioè il diritto del creditore.

Infatti il diritto del creditore consiste nel potere di pretendere che il debitore tenga il comportamento dovuto.

Abbiamo già visto che carattere del diritto di credito sono : la mediatezza e la relatività.

Senza la collaborazione del debitore, quindi, il creditore non può soddisfare il proprio interesse e a lui rimane soltanto la possibilità di agire contro il debitore inadempiente ( diritto di azione).

Quello che caratterizza il rapporto obbligatorio dunque è la soggezione di una parte all’altra il che significa l’appellativo di obbligazione con cui il rapporto viene comunemente denominato.

 

ELEMENTI DEL RAPPORTO OBBLIGATORIO

Come in ogni rapporto giuridico, anche nella struttura del rapporto obbligatorio sono individuabili tre elementi costitutivi:

SoggettiOggettoContenutoSoggetti dell’obbligazione sono il debitore (soggetto passivo) e il creditore (soggetto attivo)I soggetti possono essere, sia dal lato attivo che da quello passivo, uno o più di uno. A tal riguardo le obbligazioni vengono distinte in semplici (un solo debitore e un solo creditore) e multiple (più debitori e/o più creditori)della classe 4c 2005  Sezione serale
Istituto di Istruzione Superiore
“L. Scarambone”  LecceIndicazioni bibl’iografiche