Il viaggio nel pensiero pedagogico Italiano tra fine ‘800 e primi ‘900


di Libera Maria De Padova

Le scuole italiane tra fine ottocento e primi novecento

Viaggio nelle scuole Italiane  tra ‘800 e primi ‘900

Introduzione

Verso la metà del secolo diciannovesimo estremamente vario si presenta lo stato degli istituti educativi in Europa e in Italia. Una volta compiuto il processo di unificazione della penisola, si poneva lurgente compito di formare le coscienze nazionali. L’Italia e fatta – disse D’Azeglio – ora bisogna fare gli italiani”. Grande importanza assumeva il problema dell’educazione, e in particolar  modo quello dell’educazione primaria, dal momento che il nuovo stato unitario aveva assunto in pieno la pesante eredità degli stati della penisola: 91% di analfabeti in Calabria, Sicilia, Basilicata, Campania e Abruzzo, 59% in Lombardia, 57% in Piemonte, con una media generale del 75%.