La luce


Relazione di scienze

Che cos’è la luce?

Noi siamo abituati a muoverci agevolmente in una stanza perché ne vediamo gli ostacoli. Questo è possibile grazie alla presenza della luce.
I nostri occhi sono in grado di distinguere gli oggetti intorno a noi se l’ambiente in cui ci troviamo è illuminato.
Si tratta di un fenomeno molto complesso e ancora oggi non del tutto noto.
Lo studio della luce e dei fenomeni ad essa collegati risalgono all’antica Grecia.
Nel 1600 alcuni scienziati affermarono che la luce era costituita da raggi che si propagano dagli oggetti agli occhi.
Infine nel 1905 lo scienziato Albert Einstein dimostrò che la luce è una forma di energia composta da una serie di onde che in certe condizioni si comportano come se fossero dei raggi rettilinei

Come si comporta la luce.

Sorgenti luminose

Si chiamano corpi luminosi o sorgenti luminose quei corpi che emettono luce propria ma la maggior arte di essi non è in grado di emettere luce eppure sono visibili.
Le onde luminose partono dai corpi luminosi ed arrivano fino a noi;un oggetto che non produce luce, come per esempio una sedia, è, viceversa, visibile solo se nell’ambiente in cui si trova c’è una fonte di luce.

Corpi illuminati

Si chiamano corpi illuminati i corpi che non emettono luce propria, ma diffondono quella delle sorgenti luminose.
La luce si comporta in modo differente asseconda dal materiale che incontra.
Se la luce passa tra un materiale trasparente, essa la trapassa completamente. Così con un materiale traslucido lascia passare la luce solo in parte ed con un corpo opaco assorbe la luce non lasciandola passare.

Ci sono anche i corpi lucidi che riflettono la luce.

Ricapitolando:

esistono i corpi
Trasparenti se lasciano passare la luce

Traslucidi se lasciano passare la luce solo in parte

Lucidi se riflettono la luce

Opachi se non la lasciano passare la riflessione e la rifrazione