Modello USA (liberale)

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

sintesi e superamento, da una parte, del Modello Francia (statalista), dall’altra del modello Svizzera (liberista, se non addirittura libertario)

Di fronte a queste alternative, vale la pena di riflettere con attenzione.

Per migliorare la situazione dello stato in Italia, non può essere preso come punto di riferimento il modello Francia.

Noi italiani, da Napoleone in poi, abbiamo sempre scimmiottato il modello francese.

Lo stato in cui versano i nostri conti pubblici, e anche, in Francia, gli episodi recenti (la rivolta delle banlieu, la questione del velo, ecc…) hanno dimostrato che la Francia non è poi così perfetta, come abbiamo sempre creduto.

Il modello statalista ha fallito, in Italia, così come in Francia.

Occorre allora rifarsi ad altri modelli, non per scimmiottarli, come siamo abituati a fare noi in Italia, ma per trovare una nostra via, che sia lontana dalle distorsioni stataliste del passato.

Potremmo allora davvero elaborare un “Modello Italia” esportabile anche altrove, ne sono convinto.

La via da intraprendere è quella della rivoluzione liberale, cioè dello snellimento dello stato, dell’alleggerimento della burocrazia, dell’incentivazione delle autonomie.

Una rivoluzione liberale, appunto, non libertaria, non anarchica.

Per questo, prediligo il modello USA al modello Svizzera.

Credo che USA e Svizzera abbiano, dal punto di vista della struttura dello stato (o degli stati) dei punti in comune, ma anche delle piccole differenze.

A causa di una storia abbastanza lunga, e difficile da condensare in poche righe, l’Italia non potrebbe attuare il modello Svizzera, mentre forse (pur con una fatica e una lotta difficilissima) il modello USA sì.

Il modello Svizzera prevede una scomparsa quasi totale di alcuni aspetti (come la difesa nazionale e alcuni aspetti del welfare) che io invece ritengo importanti in una società evoluta.

Un modello USA corretto, adeguato all’Italia, che valorizzi la sussidiarietà, la vivacità della società italiana che opera dal basso (piccole e medie imprese), e penalizzi lo statalismo imperante nel nostro paese: questa è la mia proposta.

Luigi Gaudio

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: