Clodia e le maldicenze contro Celio

 

Cicerone, Pro Caelio, capitoli 30 e 31

di Carlo Zacco

Pro Caelio

Clodia e le maldicenze contro Celio

[30]

Autem sunt

duo crimina,

auri

et veneni;

in quibus

versatur

una

 

Ma vi sono

due imputazioni,

dell’oro

e del veleno;

nelle quali

si trova

un solo

atque eadem

persona.

Aurum

sumptum

a Clodia,

venenum

quaesitum,

e il medesimo

personaggio.

loro

preso in prestito

da Cloria,

il veleno

procurato,

 

quod daretur

Clodiae,

ut dicitur.

Omnia alia

non sunt

crimina,

sed maledicta,

per essere dato

a Clodia,

come si dice.

Tutte le altre cose

non sono

imputazioni,

ma maldicenze,

magis

iurgi

petulantis

quam publicae

quaestionis.

“Adulter,

impudicus,

 

più [proprie]

di un litigio

insolente

che di un pubblico

processo.

«Adultero,

depravato,

 

sequester”

convicium est,

non accusatio;

nullum est enim fundamentum

horum criminum,

galoppino»

è un insulto,

non unaccusa;

non vi è infatti alcun fondamento

di qst accuse,

nulla sedes;

sunt voces

contumeliosae

emissae

temere

ab accusatore

irato

nessuna base;

sono chiacchiere

diffamatorie

messe in giro

a caso

da un accusatore

irato

nullo auctore.

senza autorità.

[31]

Horum duorum criminum

video

auctorem,

video fontem,

video certum

nomen

 

 

Di queste due accuse

io vedo

l’autore,

vedo la fonte,

vedo senza dubbio

un nome

 

 

et caput.

Fuit opus [ei]

auro:

sumpsit a Clodia,

sumpsit sine teste,

habuit,

quamdiu

e un volto.

Ebbe bisogno

di denaro:

lo prese da Clodia,

lo pr. senza testimoni,

lo tenne,

tutto il tempo

voluit.

Video

signum

maximum

cuiusdam

egregiae

familiaritatis.

Voluit

che volle.

Vedo

l’indizio

importantissimo

di una certa

particolare

intimità.

Volle

necare eandem:

quaesivit venenum,

sollicitavit

quos potuit,

paravit,

locum constituit,

ucciderla:

cercò il veleno,

coinvolse

quelli che poté,

lo preparò,

stabilì il luogo,

attulit.

Rursus

video

exstitisse

magnum odium

cum crudelissimo discidio.

lo portò.

di nuovo

vedo

che è sorto

un grande odio

con una penosa separazione.

Nobis,

iudices,

in hac causa

res est

omnis cum Clodia,

muliere

non solum nobili,

Per me,

giudici,

in questo processo

la questione

è con Clodia,

donna

non solo nota,

sed etiam nota;

de qua ego nihil dicam nisi

depellendi criminis.causa.

 

 

ma conosciuta;

della quale io non dirò nulla se non

per ribattere l’accusa.

 

 

Audio Lezioni su Cicerone del prof. Gaudio

Ascolta “Marco Tullio Cicerone” su Spreaker.