I Fogli di Stile (CSS) di Web-Link: Tutto per la costruzione delle tue pagine web

Sharing is caring!

CSSVisita il sito di Web-Link

 
Menù Argomenti
Home Page Web-Link
Introduzione
Sintassi
In Linea
Nella Pagina
Nel Foglio Esterno
Le Classi
I Selettori ID
La Grafica
I Links
Attributi di Testo
Attrib. Carattere
Attrib. Colore Sfondo
Attrib. di Posizione
Parametri
Conclusioni
Forum di supporto

Valid CSS!

Valid HTML 4.01 Transitional

  Rev. 3.0 – Agosto 2005    Ver. 1.0 – Novembre 1999

Foglio di style esterno Abbiamo visto come definire uno stile in linea quando magari serve una veloce particolarità delimitata ad una sola zona del nostro documento.

Abbiamo visto anche come definire invece uno stile ad inizio pagina al quale tutto il documento poteva fare riferimento ed uso.

Vediamo adesso quello che secondo me è il più comodo e pratico dei sistemi, quello in cui esiste un foglio di stile  esterno separato dal documento html, e nel quale scrivere tutti gli stili che necessitano, comprese le “classi” e gli eventuali “id”.

Anche nel caso in cui decidessimo di fare uso di un foglio di style esterno, sarà possibile definire all’occorrenza stili ad inizio pagina e/o stili in linea e questi avrebbero priorità sul quanto dichiarato nel foglio esterno.

Cosa significa foglio di stile esterno?

Significa che se gli stili definiti sono molti, o molte sono le pagine web che ne faranno uso, la cosa migliore da fare, non fosse altro per praticità d’uso, sarà quella di creare una struttura esterna alla quale tutte le pagine possano fare riferimento, questa struttura altro non sarebbe che il foglio di style, un documento di testo normalissimo ma con estensione finale .css dove al suo interno saranno contenute tutte le dichiarazioni valide per un foglio di style, adoperando le stesse regole sintattiche viste fino ad ora per il foglio incorporato a inizio pagina.

Proviamo ad immaginare i vantaggi: pensate di dover fare una modifica all’intero sito, magari semplicemente per cambiare un tipo di font che non vi piace più, o sostituire un colore con un altro, sarà sufficiente apportare la modifica una sola volta a quel singolo foglio esterno per vedere poi immediatamente su tutte le pagine il risultato della modifica.

Comodo vero? Sono finiti (finalmente) i tempi in cui si passavano ore ed ore a rielaborare tutte le pagine e dove immancabilmente si finiva col dimenticarne sempre qualcuna.

Per creare questo foglio esterno sarà sufficiente ancora una volta un editor, lo stesso che adoperate per html, meglio ancora se uno specifico per css, vi ricordo comunque che il wordpad o notepad a corredo di windows andranno benissimo, l’importante sarà salvare sempre in formato ascii, cioè testo puro privo di particolari formattazioni, avendo cura di fare in modo che il file così salvato sia di tipo css e non txt come normalmente avviene. Se qualcuno avesse difficoltà con questo tipo di operazione (rinomina del file), potrà leggere come fare su questa pagina.

Esaminiamo più attentamente il nostro foglio di Stile esterno:

p{ text-align: justify; text-indent: 12px; }

Si noterà che praticamente è lo stesso usato nello “style incorporato” con la sola differenza che non ha più gli elementi iniziali che ne dichiaravano lo stile, questo perché essendo un foglio esterno la dichiarazione viene messa nel documento HTML che lo richiama facendo uso delle seguente sintassi:

<link rel=stylesheet href=”nome_assegnato.css” type=”text/css”>

Avendo cura di posizionare questa riga di richiamo fra gli elementi (tags) <head> e </head> del file html, dove nome_assegnato.css sarà il nome esatto che avrete deciso di assegnare al file stesso.

Ovviamente questa riga deve essere inserita poi in tutte le pagine web che fanno riferimento al foglio di style così creato.

Un foglio di style esterno tipo potrebbe essere questo:

BODY{ margin-left: .5cm; margin-right: .5cm; color: #000099; font-family: Verdana,Arial,sans-serif; font-size: 10pt; } A:LINK{ text-decoration: none; color: #009900 ; } A:VISITED{ text-decoration: none; color: Gray; } A:HOVER{ Color: #ffff00; text-decoration: none; } TD{ font-family: “MS Sans Serif”; font-size: 12pt; } p{ text-align: justify; text-indent: 12px; }

Vediamo cosa ridefinisce, tanto per capire meglio e cominciare a familiarizzare con le varie sigle:

body tutto quello dichiarato all’interno di questo elemento sarà esteso a tutto il documento, per cui tutta la pagina web farà uso del font verdana, nel caso in cui questo non fosse installato nel PC del visitatore si cercherà di fare uso di Arial, se anche questo dovesse mancare allora sans-serif, dopo di che sarà assunto il font di default =
font-family : Verdana,Arial,sans-serif;

Margine laterale dai bordi destro e sinistro: 0,5cm =
margin-left : .5cm; margin-right : .5cm;

Colore del testo: blu scuro =
color: #000099;

Dimensione del font: 10 punti =
font-size: 10pt;

Link da visitare: non sottolineati di colore verde =
A:LINK{text-decoration: none; color: #009900;}

Link visitati: non sottolineati di colore grigio =
A:VISITED{text-decoration: none; color : Gray;}

Cambio colore al passaggio del mouse: non sottolineati di colore grigio =
A:HOVER{text-decoration: none; Color: #ffff00;}

Tabelle: font Ms Sans Serif dimensione 12 punti=
TD{font-family: “MS Sans Serif”;font-size: 12pt;}

Paragrafo: allineamento giustificato, indentizione 12 pixel=
p{text-align: justify;text-indent: 12px;}

NOTA: un parametro composto da due o più parole deve essere racchiuso da virgolette: font-family: “MS Sans Serif”;

Continua: Le Classi

    Andrea Bianchi 
   

per stampare questa pagina


Potete fare domande e discutere l’argomento sul Forum gratuito di supporto.

© Andrea Bianchi 1997 ~ 2006

Valid CSS!

Valid HTML 4.01 Transitional

shares